Home Gravidanza Salute e benessere

Leucociti alti in gravidanza: c'è da preoccuparsi?

di Francesca Demirgian - 28.07.2021 - Scrivici

calcolo-delle-settimane-di-gravidanza-con-procreazione-medicalmente-assistita
Fonte: Shutterstock
Durante la gestazione può accadere che ci sia un aumento dei globuli bianchi. Ma i leucociti alti in gravidanza devono preoccupare? Tutte le risposte

Leucociti alti in gravidanza

I leucociti altro non sono che i globuli bianchi. Durante la gravidanza, però, può succedere che questi aumentino. 

Con le frequenti analisi del sangue che il ginecologo prescrive alla gestante nei nove mesi di gravidanza è possibile tenere sempre sotto controllo i valori del sangue, compresi i leucociti.

Ma i leucociti alti in gravidanza sono normali? O sono manifestazione di qualche problematica che interessa la futura mamma e il feto? Scopriamo tutto in questa guida. 

In questo articolo

Leucociti alti in gravidanza: cause

Generalmente l'aumento di globuli bianchi nel sangue è il segnale di un'infezione, di una malattia o di stress. La gravidanza, però, è una situazione a parte.

Nel corso dei nove mesi di gestazione, infatti, è normale - e non deve preoccupare - un aumento dei leucociti. In qualche modo, infatti, il corpo femminile subisce uno stress, perché si aspetta un bambino e tutto cambia nell'organismo.E proprio questo meraviglioso cambiamento comporta l'aumento del valore dei leucociti nelle analisi del sangue. 

Primo punto chiarito, dunque: i globuli bianchi alti in gravidanza non devono allarmare, solo essere tenuti sotto controllo, attraverso i mensili esami di routine. Se è solo questo il valore in aumento, però, non c'è nulla di cui preoccuparsi e sarà il ginecologo per primo a rassicurarvi. 

Quali sono i valori normali dei leucociti

Nella normalità, quando la donna non è incinta o quando non ci sono infezioni e malattie in corso, i globuli bianchi sono tra i 5000 e i 10000 ogni millimetro cubo di sangue.

Nel corso della gravidanza i leucotici possono arrivare fino a 11mila nelle prime settimane e aumentare fino ai 20mila nell'ultimo trimestre. Inoltre, durante il travaglio, i valori si impennano ulteriormente e possono raggiungere persino i 30000 leucociti al millimetro cubo. 

Leucociti alti in gravidanza: sintomi

"Ci sono sintomi che possono chiaramente segnalare alla donna in dolce attesa che ha i globuli bianchi alti?". Questa è una delle domande più diffuse tra le gestanti nei mesi della gravidanza.

La verità è che la donna può avere dei valori alti senza accusare alcun sintomo, ma è anche possibile che alcuni segnali si manifestino. I sintomi quando i leucociti sono alti in gravidanza possono essere:

  • febbre,
  • dolore,
  • perdita di peso,
  • affaticamento,
  • sudorazione notturna.

Qualora si presenti anche uno solo di questi sintomi, si consiglia di parlarne con il ginecologo. 

Leucociti alti in gravidanza: quando consultare il medico

I leucociti alti in gravidanza non devono allarmare, dunque, ma neanche essere presi sotto gamba. Soprattutto se seguiti da sintomi fastidiosi o se accompagnati da altri valori sballati è fondamentale parlarne con il ginecologo.

Se nella normalità, infatti, un aumento dei globuli bianchi in gravidanza è normale, è anche vero che potrebbe esserci un'infezione o altro in corso e dunque è bene escludere qualsiasi ipotesi.

Quando nelle analisi mensili il risultato dei leucotici risulta oltre la norma, dunque, consultare il propro medico è la prima cosa da fare. Sempre. Al 99% le future mamme saranno tranquillizzate dal ginecologo, ma sempre meglio non essere superficiali, soprattutto in una fase delicata come quella della gravidanza. 

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli