Benessere col pancione

Massaggi in gravidanza

massaggi-al-pancione
21 Febbraio 2012 | Aggiornato il 31 Agosto 2016
Quando la gravidanza procede normalmente, fare un massaggio può regalare numerosi benefici a livello sia fisico sia psicologico. Ma attenzione: se alcuni massaggi si possono fare senza problemi per tutti i nove mesi, per altri sarà necessario adottare delle precauzioni o addirittura rimandare a  dopo il parto o l’allattamento.
Facebook Twitter Google Plus More

Prima regola: regalare benessere


Anche in gravidanza, concedersi un massaggio può essere un ottimo modo per regalarsi un momento rilassante tutto per sé. In realtà non ci sono moltissimi studi scientifici in proposito, ma quelli pubblicati suggeriscono che il massaggio possa portare a vari benefici per la futura mamma.

 

 "Per esempio, il massaggio migliora la circolazione, favorisce il drenaggio di liquidi, rilassa le tensioni muscolari prevenendo disturbi tipici dell’attesa come gonfiori e mal di schiena" riassume il ginecologo Patrizio Antonazzo, responsabile sala parto dell’Ospedale Sacco di Milano. E ancora, un piccolo studio sperimentale condotto su un campione di donne colpite da depressione prenatale ha mostrato una certa efficacia del massaggio nel miglioramento generale dell'umore, con diminuzione dei livelli di cortisolo, l'ormone dello stress, e aumento dei livelli di ormoni del benessere come serotonina e dopamina.

 

"In ogni caso - sottolinea Antonazzo - più che soffermarsi sui singoli benefici del massaggio la mamma dovrebbe porsi come obiettivo principale il suo benessere generale. E il massaggio in questo senso è di grande aiuto, perché regala relax in una fase di grande fragilità emotiva in cui le attenzioni sono già tutte rivolte verso il bebè”.

 

"In effetti la gravidanza è un periodo di grandi cambiamenti che coinvolgono sia il fisico sia la mente e possono far sentire la futura mamma più ‘brutta’ e appesantita, oltre anche spaesata e in apprensione per tutto quello che la attende” aggiunge Silvana Bozzi, operatrice esperta in massaggi orientali presso il Centro Kara di Ancona. “La donna allora avverte il bisogno di sentirsi bella, di farsi ‘coccolare’, di avere qualcuno che si dedichi a lei e il massaggio svolge proprio questo compito, trasmettendo attraverso il contatto fisico calore e benessere”.

 

Insomma, l'obiettivo di un massaggio in gravidanza è ottenere relax, non scolpire la silhouette. "Anche se questa pratica può comunque aiutare il corpo ad affrontare meglio i cambiamenti che subirà nel corso dei mesi e a prevenire certi inestetismi” conclude Patrizia Piersini, medico estetico a Torino.

 

Via libera, ma con alcune precauzioni


Il massaggio in gravidanza - qui un approfondimento sui massaggi più indicati in gravidanza - può dunque fare bene, ma per non correre alcun rischio bisogna attenersi ad alcune precauzioni.

 

1. Parlane prima con il tuo ginecologo


“Se la donna sta vivendo una gravidanza fisiologica, i massaggi possono essere effettuati per tutti i nove mesi, anche se ogni massaggio ha le sue regole e le sue indicazioni particolari ed in alcuni casi si preferisce aspettare la fine del primo trimestre” evidenzia Patrizio Antonazzo. “Anche in caso di disturbi o patologie particolari, comunque, non è detto che il massaggio sia vietato: la cosa migliore è parlarne con il proprio ginecologo, che valuterà caso per caso”.

 

Alcuni tipi di massaggi, invece, sono tendenzialmente controindicati in gravidanza. Qui un approfondimento sui massaggi da evitare nei nove mesi di attesa.

 

2. Affidati solo a mani esperte


In gravidanza più che mai è importante affidarsi ad operatori qualificati, per questo è bene recarsi in centri estetici o centri benessere già noti sul territorio, chiedere prima un colloquio informativo con l’operatore, durante il quale verificare qual è la sua qualifica, a quale albo professionale è iscritto, se ha già lavorato con donne in gravidanza.In questi casi, comunque, spesso è il passaparola il modo  più efficace per trovare l’esperto giusto.

 

3. Sulla pancia solo sfioramenti


Ci sono zone del corpo che non devono essere toccate? “Come regola generale, la pancia andrà toccata solo con manipolazioni molto delicate - sempre che alla donna non dia fastidio! -  perché pressioni accentuate potrebbero aumentare la contrattilità uterina, soprattutto nei periodi successivi al primo trimestre” sottolinea Antonazzo.

 

“Nei massaggi che lavorano sui punti energetici del corpo, come shiatsu, riflessologia plantare o massaggio ayurvedico, sarà inoltre necessario evitare i punti corrispondenti di alcuni organi addominali, che potrebbero far avviare un travaglio anzitempo, così come non si deve toccare un particolare punto del piede, che potrebbe far girare il bebè nelle ultime settimane”. Parola di  sottolinea Eleonora Morici, operatrice professionale Shiatsu presso lo Studio Thanka di Senigallia.

 

4. No a pancia in giù negli ultimi mesi


Mano a mano che il pancione cresce, la posizione in decubito prono (pancia in giù) non potrà più essere assunta, ma il massaggio potrà essere praticato ugualmente stando sedute o di fianco.

 

5. Attenzione agli oli essenziali

Spesso il massaggio viene fatto con l'aiuto di un olio, che aiuta lo scivolamento delle mani. "Attenzione, però, questi oli possono contenere oli essenziali non indicati in gravidanza" specifica la ginecologa Valentina Pontello, specializzata anche in medicine naturali e fitoterapia. Per questo, è sempre bene chiedere all'operatore che olio intende usare e, nel dubbio, chiedere di lasciar perdere. "Oppure, lo si può portare da casa. Basta farselo preparare in erboristeria, con un base di olio di mandorle ed eventualmente qualche olio essenziale non controindicato, come limone o neroli per un'azione tonificante oppure lavanda o rosa per rilassare". Da evitare, invece, gli oli di timo, verbene, salvia, artemisia. Ovviamente, un singolo contatto con un olio non indicato non ha conseguenze: se è successo pace. Però è meglio evitare di ripetere il contatto.

 

Altre fonti per questo articolo: Approfondimento sul massaggio in gravidanza del sito  WebMD.

 

Leggi anche: Gravidanza, il tuo corpo che cambia oppure entra nella sezione Salute e benessere in gravidanza

Vuoi conoscere altre future mamme? Entra nella nostra sezione GRAVIDANZA del forum