Home Gravidanza Salute e benessere

Misuratore pressione in gravidanza: quale scegliere e come funziona

di Elena Berti - 05.10.2021 - Scrivici

misuratore-pressione-gravidanza
Fonte: Shutterstock
Esistono diversi tipi di misuratore pressione in gravidanza, professionale, manuale, al mercurio per misurarsi la pressione arteriosa a casa

Misuratore pressione in gravidanza

La salute di una donna in gravidanza è spesso una questione fisiologica: tutto si svolge secondo natura e non c'è motivo di preoccuparsi. Ci sono però delle attenzioni che ogni futura mamma deve avere per verificare che tutto vada per il verso giusto. Per questo esistono i controlli regolari, si verifica il peso, si effettua la curva glicemica e si controlla la pressione. Quest'ultima è un'operazione semplice che può essere svolta anche da casa: il misuratore pressione in gravidanza è il miglior amico delle donne in attesa. Ma quale scegliere?

In questo articolo

Perché si misura la pressione in gravidanza

La gravidanza è uno stato fisiologico che però altera i normali equilibri del corpo, da quelli ormonali a quelli arteriosi. La pressione del sangue viene controllata regolarmente proprio perché può subire variazioni importanti durante la gestazione: se nel primo trimestre, come conseguenza del maggior volume di sangue gestito dal corpo, solitamente la pressione arteriosa tende a scendere, a partire dal quarto mese e per tutta la gravidanza sale. Per questo è fondamentale conoscere la propria pressione prima di restare incinta e capire se le variazioni sono normali o possono preoccupare. 

Chi deve misurare la pressione in gravidanza

Tutte le donne in attesa dovrebbero misurare la pressione regolarmente, anche chi parte da valori normali o bassi. Non si può sapere come il corpo reagirà ai cambiamenti imposti dalla gravidanza, ma soprattutto ipertensione (pressione sanguigna eccessivamente alta) e ipotensione (pressione sanguigna eccessivamente bassa) sono ugualmente campanelli dall'allarme da non sottovalutare.

Nel primo caso, l'ipertensione - cioè una pressione sistolica pari o superiore a 140mmHg e distolica da 90mmHg in su - può portare alla pre-eclampsia (o gestosi), con un aumento delle proteine nelle urine, da tenere sotto controllo perché non sfoci in eclampsia, condizione che provoca anche convulsioni e coma. 

Nel secondo caso, l'ipotensione - cioè una pressione al di sotto dei valori ritenuti normali - può provocare svenimenti, vertigini e altri malesseri da tenere sotto controllo. Uno svenimento potrebbe infatti portare a una caduta, pericolosa per mamma e bambino, ma anche le altre condizioni potrebbero rendere difficile lo svolgimento della normale vita quotidiana. 

Misurare la pressione in gravidanza: in casa o in farmacia

In condizioni normali, la pressione viene verificata a ogni controllo. Se non ci sono motivi per farlo più spesso, infatti, è sufficiente. Ma qualora si partisse già da una situazione di ipertensione o ipotensione, si fosse in sovrappeso o ci fossero altri fattori che influenzano la pressione sanguigna, il medico potrebbe richiedere controlli più regolari, mensili o settimanali o ancora al bisogno. Per questo è bene sapere dove e come misurare la pressione in gravidanza ogni volta che serve. 

Potete farlo in farmacia: tutte le farmacie offrono il servizio. Altrimenti, per essere più tranquille, misurarla quando volete, se vi sentite strane (per esempio debolezza, giramenti di testa…), potete procurarvi un misuratore di pressione e farlo restando comodamente a casa (o ovunque siate!). 

I migliori misuratori di pressione fai da te

I misuratori di pressione casalinghi sono affidabili tanto quanto quelli professionali: anzi, di fatto ormai sono considerati tali. È ovviamente importante sceglierne di qualità, ma in linea di massima le migliori marche offrono prodotti che garantiscono un uso casalingo efficiente e affidabile. Ecco le principali differenze tra i modelli sul mercato: 

  • misuratore di pressione manuale: anche detto sfigmomanometro, è quello che utilizza di solito il medico. Questo tipo di misuratore professionale può esistere al mercurio o aneroide. Anche se il mercurio è spesso sconsigliato per la sua tossicità, lo sfigmomanometro a mercurio resta il più attendibile tra tutti. In entrambi i casi comunque, il misuratore di pressione manuale va abbinato all'auscultazione dell'arteria brachiale per mezzo del fonendoscopio
  • misuratore di pressione elettronico: si tratta del più usato per la misurazione della pressione in gravidanza da effettuare a casa, perché facilmente utilizzabile e comprensibile da tutti. Ne esistono diverse versioni, da quella classica al misuratore di pressione da polso

Misurare la pressione in gravidanza è fondamentale per verificare il corretto svolgimento della gestazione. Se volete farlo a casa, vi basterà procurarvi un misuratore di pressione per sapere in pochi minuti se la vostra pressione arteriosa ha valori normali oppure no. 

***Contenuto sponsorizzato: Nostrofiglio.it presenta prodotti e servizi che si possono acquistare online su Amazon e/o su altri e-commerce. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti in pagina, Nostrofiglio.it potrebbe ricevere una commissione da Amazon o dagli altri e-commerce citati. Vi informiamo che i prezzi e la disponibilità dei prodotti non sono aggiornati in tempo reale e potrebbero subire variazioni nel tempo, vi invitiamo quindi a verificate disponibilità e prezzo su Amazon e/o su altri e-commerce citati***

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli