Alimentazione gravidanza

Molluschi e crostacei in gravidanza: si possono mangiare?

Di Nostrofiglio Redazione
molluschi-e-crostacei
6 maggio 2020
Lumache, conchiglie, polipi, calamari, insomma, i molluschi. Si possono mangiare in gravidanza? E i crostacei? Come gamberi e cozze? Sì, a patto che siano ben cotti e se assunti occasionalmente

Lumache, conchiglie, polipi, calamari in gravidanza: si potranno mangiare? E i crostacei? Come cozze e granchi?

 

Molluschi e crostacei: solo ben cotti

I molluschi e i crostacei possono essere consumati tranquillamente, ma è necessario cuocerli in modo da eliminare il rischio di infezione, non da parte di toxoplasma, ma da parte di salmonelle.

La salmonella non passa la barriera placentare, ma, contratta in gravidanza, può risultare maggiormente fastidiosa, se consideriamo il fatto che comporterebbe l'assunzione di farmaci che sarebbero invece da limitare il più possibile.

 

Da consumare occasionalmente

Molluschi e crostacei sono comunque da consumare solo in modo occasionale, perché sono animali filtratori e rischiano di concentrare eventuali sostanze tossiche presenti nell'ambiente.