Home Gravidanza Salute e benessere

Covid in gravidanza: cosa succede se si viene contagiate dalla variante Omicron?

di Elena Berti - 13.07.2022 - Scrivici

diabete-gestazionale-e-covid-19
Fonte: Shutterstock
Omicron in gravidanza: cosa succede se si viene contagiate da questa variante, quali sono le probabilità e gli effetti sul mamme e feto

Omicron in gravidanza

Ci avevano avvisati a inizio 2022, quando Omicron ha iniziato a diffondersi: sarebbe stata la variante di Covid-19 più diffusa, perché più contagiosa di qualsiasi altra. Ed è stato così: nell'estate 2022 i contagi continuano a salire vorticosamente e anche chi aveva già avuto il Covid lo sta riprendendo con estrema semplicità. Ma quali sono gli effetti e le conseguenze di Omicron in gravidanza?

In questo articolo

Omicron, la variante “leggera”

Fin dalla sua apparizione, alla fine del 2021, Omicron è apparsa subito più "leggera" rispetto ad altre varianti, in particolare la preponderante, fino ad allora, Delta. Col passare del tempo, i dati hanno confermato le ipotesi iniziali: Omicron sembra essere meno aggressiva perché, a differenza delle precedenti versioni del nuovo Coronavirus, attacca principalmente le vie aree superiori. Questo non significa che non ci siano rischi: i dati confermano che il minor numero di ricoveri e decessi è dovuto soprattutto alla risposta della protezione vaccinale.  

Omicron risulta però oggi l'unica variante diffusa in Italia: cosa succede se si prende Omicron in gravidanza?

Omicron più leggera, ma i vaccini servono

Il Covid sembra essersi indebolito ma soprattutto si è rafforzata la risposta immunitaria della popolazione mondiale, grazie alle vaccinazioni di massa effettuate a partire dalla metà del 2021. La vaccinazione è ormai raccomandata a tutti, anche alle donne incinte e anche se la variante Omicron risulta più leggera. Questo perché il vaccino protegge contro le conseguenze gravi della malattia: nel caso del Covid, sappiamo che le brutte sorprese sono sempre dietro l'angolo e che alcune condizioni fisiche, anche fisiologiche o latenti, possono compromettere seriamente l'andamento del contagio.  

La gravidanza rientra sicuramente tra queste condizioni.  

I sintomi più diffusi di Omicron

Rispetto ai primi tempi, Omicron ha sintomi più simili a quelli di un raffreddore o di una leggera influenza, ma è importante sapere che questi sintomi possono variare da persona a persona ed è quindi importante fare un test, usare la mascherina ed evitare il contatto con persone fragili nei casi in cui si abbiano: 

Dolori al petto e fiato corto, pur essendo a oggi sintomi meno frequenti, sono allarmi importanti da tenere sotto controllo e da comunicare subito al proprio medico.

Cosa succede se si prende Omicron in gravidanza

Il Covid in gravidanza non è uno scherzo: ormai le ricerche e i dati non lasciano dubbi sul fatto che essere contagiate mentre si aspetta un bambino mette a rischio la vita della mamma e del feto. E non soltanto: uno studio recente ha dimostrato che i bambini nati da madri che avevano preso il Covid durante la gravidanza, a prescindere dalla variante, avevano un ritardo nello sviluppo cognitivo a sei settimane dalla nascita rispetto ai coetanei nati da madre che non avevano contratto il virus.  

Gli effetti del Covid, compresa la variante Omicron, sono piuttosto imprevedibili, soprattutto su organismi non in perfetta salute o in una condizione particolare come la gravidanza. Durante la gestazione, infatti, l'afflusso di sangue cambia, il cuore batte diversamente, la pressione aumenta o diminuisce e il corpo si adegua a crescere un'altra vita: per questo è importante non sottovalutare assolutamente il rischio di essere contagiate dal Covid.  

Per prevenire il contagio valgono le stesse regole di sempre: indossare la mascherina nei luoghi chiusi e affollati, lavare spesso le mani, mantenere il distanziamento. Per prevenire gli effetti più gravi del contagio, è necessario vaccinarsi, anche in gravidanza (la vaccinazione durante i nove mesi offre una protezione anche al nascituro).  

Omicron in gravidanza è più contagiosa, ma sembra essere meno grave. Ma sappiamo ancora poco sulle conseguenze a lungo termine, soprattutto sui feti, per questo è importante non solo vaccinarsi, ma anche cercare di evitare il contagio durante la gestazione.

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli