Home Gravidanza Salute e benessere

Ossiuri in gravidanza: sintomi e trattamenti

di Francesca Capriati - 02.03.2021 - Scrivici

ossiuri-in-gravidanza
Fonte: shutterstock
Ossiuri in gravidanza: cosa sono e quali rimedi usare per eliminare i vermi in gravidanza, dai farmaci ai rimedi naturali. Quali sono i rischi per il parto

Ossiuri in gravidanza

Durante la gravidanza la donna va incontro a tutta una serie di cambiamenti: alcuni sono fisiologici, anche fastidiosi, altri invece vanno trattati in modo adeguato. E' il caso degli ossiuri, una parassitosi che consideriamo essere ad appannaggio soprattutto dei bambini ma che può interessare anche le donne incinte. L'infezione da ossiuri è una comune infezione da parassiti intestinali, vediamo come si manifestano e come trattare gli ossiuri in gravidanza.

In questo articolo

Cosa sono gli ossiuri?

Gli ossiuri sono dei vermi parassiti che prosperano rimanendo nell'intestino crasso. Ci sono varianti sia maschili che femminili: il prurito che interessa la regione vaginale è causato dall'uscita delle femmine dall'ano che vanno a deporre le uova vicino alla vagina.

Come si trasmettono?

Un'infezione da ossiuri non si verifica a causa della gravidanza, ma può essere molto contagiosa se in famiglia ci sono dei casi. Gli ossiuri si diffondono facilmente da una persona all'altra, soprattutto se non vengono mantenute pratiche igieniche rigorose.

Gli ossiuri sono presenti nelle aree genitali e nella regione anale. Le minuscole uova depositate intorno all'ano possono diffondere l'infezione: una persona con ossiuriasi a causa del prurito sarà tentata di grattarsi nella zona e quindi di trasferire le uova sotto le unghie e poi a qualsiasi cosa venga toccata successivamente. Per questo la trasmissione dell'ossiuriasi è estremamente facile, attraverso oggetti di uso comune, ma anche biancheria, asciugamani, abiti, indumenti intimi etc..

I sintomi degli ossiuri

Ci sono alcuni segni evidenti di infezione da ossiuri, che includono:

  • prurito intorno all'ano, soprattutto durante la notte;
  • dolori addominali;
  • individuazione degli ossiuri nelle feci;
  • sensazione di nausea accompagnata da una perdita di appetito;
  • perdita di peso.

Un'infezione da ossiuri mette a rischio la gravidanza?

La presenza degli ossiuri non influisce sul bambino e sulla gravidanza: l'infezione è limitata alla regione intestinale e causa disagio e prurito solo alla madre.

Come diagnosticare gli ossiuri

Per diagnosticare un'ossiuriasi il medico potrà eseguire il test del nastro: questo esame utilizza un nastro di cellophane che a viene posizionato contro la pelle intorno all'ano, il nastro verrà poi analizzato in laboratorio per determinare la presenza dei parassiti.

Rimedi contro gli ossiuri in gravidanza

Come curare i vermi in gravidanza? Come per tutte le altre patologie che possono presentarsi durante la gravidanza, la raccomandazione è sempre la stessa: non bisogna affidarsi al fai da te e assumere farmaci da banco sena prima aver consultato il proprio medico. Molti medicinali hanno degli effetti collaterali e controindicazioni che li rendono sconsigliati in gestazione, perché potrebbero arrecare danni al feto.

Solitamente i farmaci prescritti per l'ossiuriasi alla futura mamma andranno assunti anche dagli altri membri della famiglia. Come trattamento di prima linea generalmente viene prescritto un farmaco a base di albendazolo, mebendazolo o pirantel pamoato, in una prima dose e poi una seconda dose di richiamo dopo un paio di settimane.

Questi medicinali devono essere assunti solo se approvati dal medico.

Vermi in gravidanza: i rimedi naturali

I rimedi casalinghi possono richiedere molto tempo per essere efficaci, quindi sarebbe meglio rivolgersi al medico con fiducia e seguire una terapia farmacologica. Attenzione perché l'assenzio, che qualcuno dice essere efficace per trattare in modo naturale l'ossiuriasi può essere molto pericoloso per la donna incinta.

Possiamo provare, invece, ad utilizzare chiodi di garofano o aglio aggiunti agli alimenti.

Per alleviare il prurito e il fastidio nella zona anale possiamo utilizzare una crema all'ossido di zinco.

Partorire con gli ossiuri

E' importante trattare e risolvere l'infezione da ossiuri prima del parto vaginale perché l'ossiuriasi può essere trasmessa al bambino durante il parto.

Come prevenire gli ossiuri in gravidanza

Ecco alcuni consigli pratici per tenere lontani i vermi intestinali:

  • Pulire accuratamente lo spazzolino da denti dopo ogni utilizzo e conservarlo in uno spazio chiuso. Pulire regolarmente la casa ed evitare di mangiare in camera da letto.
  • Scegliere biancheria intima comoda e cambiarla almeno due volte al giorno.
  • Usare l'acqua calda per lavare i vestiti aggiungendo del disinfettante.
  • Evitare di grattarti costantemente la zona anale.
  • Disinfettare il WC quotidianamente.
  • Non usare i bagni pubblici.
  • Tagliare le unghie regolarmente per evitare che gli ossiuri si depositino sotto le unghie.
  • Lavare frequentemente le mani.

Vermox e Combantrin in gravidanza

Il mebendazolo (Vermox) è generalmente il farmaco di prima scelta perché gli studi sulla gravidanza non mostrano alcun aumento degli effetti avversi per la madre o il feto. Può essere sicuro anche il Pyrantel (Combrantin) perché entrambi i farmaci sono scarsamente assorbiti e la maggior parte del medicinale eliminata attraverso le feci.

Fonti

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli