Home Gravidanza Salute e benessere

Quando compaiono i primi sintomi di gravidanza

di Penelope Greco - 07.04.2021 - Scrivici

primi-segnali-di-gravidanza
Fonte: Shutterstock
Dopo quanto compaiono i primi sintomi di gravidanza? Quando si può cominciare a sospettare di essere in dolce attesa? Ecco come chiarire i propri dubbi

Stai cercando di rimanere incinta, ma non sai se questa sarà la volta buona? Dopo il concepimento, la prima settimana di gravidanza potrebbe passare inosservata. Non tutti i corpi reagiscono allo stesso modo. Esistono alcuni sintomi però, che possono presentarsi fin dai primi giorni. Dal mal di pancia alla stanchezza cronica, dalle perdite alla nausea. Vediamo quali sono i primi sintomi della gravidanza e come interpretarli.

In questo articolo

Ascolta il podcast su quali sono i primi sintomi di gravidanza

Primi sintomi di gravidanza

I primi segnali di gravidanza più comuni e frequenti, dopo il concepimento, sono:

  • tensione e gonfiore del seno e fastidio ai capezzoli
  • fastidio ad alcuni tipi di odori
  • maggiore sensibilità ed irritabilità
  • fame
  • stanchezza
  • nausea
  • dolori alla schiena

Di certo è troppo presto per fare un test di gravidanza, anche perché non risulti ancora "in ritardo" con il ciclo. Devi aspettare ancora qualche giorno. 

Il seno che cambia

È una delle prime cose che cambia, non solo perché aumenta, ma perché si modifica proprio con capezzoli e areola più scuri. Per molte donne diventa difficoltoso dormire a pancia in giù a causa di una profonda tensione a volte molto fastidiosa. 

Stanchezza

Uno dei primi sintomi di gravidanza è la sensazione di stanchezza che può manifestarsi anche nella prima settimana dopo il concepimento. Alcune attività quotidiane che facevate tranquillamente come fare la spesa o camminare veloci possono sembrare molto più faticose. Si può avere maggiore sonnolenza e voglia di andare a dormire. Questo può essere causato dai cambiamenti che avvengono nel corpo e dall'aumento dei livelli ormonali. Ovviamente la fatica può essere causata anche da tanti altri fattori come lo stress, la depressione, influenza etc.

Assenza di mestruazioni

L'assenza di mestruazioni o amenorrea è uno dei segnali che possono indicare la presenza di una gravidanza. L'avvio di una gravidanza però non esclude la presenza di perdite di sangue. In alcuni casi, ci potrà essere una leggera perdita di sangue in corrispondenza dell'impianto dell'embrione, con caratteristiche quantitative e qualitative differenti da caso a caso. Sono le cosiddette perdite da impianto, che avvengono dai 6 ai 12 giorni dopo l'avvenuto concepimento e sono causate dal fatto che l'embrione si sta attaccando alla parete dell'utero.

Aumento delle perdite chiare

Un sintomo molto diffuso nei primi giorni di concepimento è l'aumento delle normali secrezioni vaginali: è dovuto all'azione degli ormoni estrogeni, che fanno affluire più sangue ai genitali e agiscono sulle ghiandole presenti nella mucosa, che così aumentano le loro secrezioni (le "perdite chiare").

 

La nausea

La nausea è uno dei primi sintomi più comuni e fastidiosi di una gravidanza. Non tutte ne soffrono. Di solito la nausea compare tra la quinta e l'ottava settimana di gravidanza e dovrebbe affievolirsi a partire dal quarto mese. In associazione alla nausea, spesso compaiono anche una percezione alterata del gusto e un'aumentata sensibilità agli odori. Questo comporta anche un repentino cambio di gusti. Un alimento (per esempio il caffè) che abbiamo sempre amato, tutt'a un tratto non ci piace più. Sembra che l'ormone responsabile sia la gonadotropina corionica (HCG), l'ormone prodotto dall'embrione fin dalle primissime fasi del concepimento.

 

Repentino cambio di umore

Durante la gravidanza, soprattutto nel primo e nel terzo semestre, sono estremamente frequenti gli sbalzi d'umore. Dalla felicità senza controllo a pianti infiniti davanti ad una pubblicità!

Mal di pancia e schiena

Nel primo mese si può soffrire anche di dolori al basso ventre e di mal di schiena nella parte inferiore della spina dorsale, che in alcuni casi può durare durante tutta la gravidanza. Questi possono anche essere sintomi classici dell'arrivo del ciclo. Spesso infatti i sintomi della gravidanza e quelli della sindrome premestruale sono simili.

Stanchezza, gonfiore e dolore addominale, ritenzione idrica, leggero aumento del peso, tensione al seno e dolore alle articolazioni, acne, diarrea o stipsi, perdite fluide biancastre. E ancora irritabilità, malinconia e tristezza, sbalzi d'umore e difficoltà a mantenere la concentrazione: sono i principali sintomi della sindrome premestruale che si presentano generalmente una settimana/10 giorni prima dell'arrivo del ciclo mestruale.

 

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli