Home Gravidanza Salute e benessere

Quando inizia la nausea in gravidanza? E quando finisce?

di Sveva Galassi - 11.02.2021 - Scrivici

nausea-in-gravidanza
Fonte: Shutterstock
La nausea in gravidanza è un disturbo molto comune. Solo una donna su quattro non sperimenterebbe questo fastidio. Scopriamo quando inizia e quando termina.

La nausea in gravidanza è molto più comune di quanto si pensi. Secondo i dati più recenti soltanto una donna su quattro non sperimenterebbe questo fastidio. Ma quando inizia esattamente la nausea in gravidanza e quanto dura? E quando finisce? Scopriamo di più riguardo. 

In questo articolo

Nausea in gravidanza, quando inizia

Secondo le stime sarebbero almeno 50-90% le donne incinte colpite dalla nausea in gravidanza. L'intensità di questo disturbo varia a seconda della persona.

Secondo quanto riportato nelle Linee guida dei ginecologi americani, soltanto una donna incinta su quattro non sperimenta mai questi sintomi, mentre un'altra su quattro soffre di nausea e addirittura una su due di nausea con vomito.

È possibile affermare che chi soffre di nause in gravidanza avverte molto presto i primi sintomi: addirittura già 7-10 giorni dopo la mancata mestruazione, e comunque prima delle 9 settimane.

La nausea in gravidanza è chiamata "nausea mattutina" perché si presenta spesso al mattino, anche se può venire dopo i pasti e al momento di andare a letto.

La nausea si manifesterebbe tre giorni dopo il concepimento

Secondo un recente studio dell'Università di Warwick la nausea e il vomito inizierebbero soltanto tre giorni dopo il concepimento per la maggior parte delle donne.

I ricercatori hanno preso come riferimento, per la comparsa dei sintomi, la data di ovulazione di ogni donna esaminata e non l'ultimo periodo mestruale. Lo studio ha dimostrato come i sintomi della gravidanza farebbero la loro comparsa molto prima di quanto si pensi.

Nausea e vomito, che di solito terminano entro le 12-14 settimane di gravidanza, sono sperimentati dalla maggior parte delle donne incinte, anche se alcune li vivono in maniera più grave, come nel caso dell'iperemesi gravidica. Nel tempo la causa è stata spesso percepita come psicologica, ma questo studio rafforza l'opinione già consolidata che la causa sia biologica e collegata a uno specifico stadio di sviluppo della gravidanza.

In particolare, i ricercatori della "Warwick Medical School" e del Dipartimento di Statistica dell'Università di Warwick hanno tratto le loro conclusioni da un set di dati raccolti presso il Clearblue Innovation Center, da "SPD Development Company Ltd". I risultati sono stati pubblicati sulla rivista BMC Pregnancy and Childbirth. Gli scienziati hanno utilizzato i dati dei diari dei sintomi giornalieri tenuti da 256 donne in gravidanza, confrontando l'inizio dei sintomi di nausea e vomito con la data del loro ultimo periodo mestruale e con la data dell'ovulazione.

Dalla ricerca è emerso che nausea e vomito iniziano prima di quanto affermato negli studi precedenti a questo, e che l'utilizzo della data di ovulazione come riferimento riduce il periodo di tempo in cui i sintomi iniziano a tre giorni (rispetto agli 11 giorni individuati se si utilizza come riferimento invece l'ultimo periodo mestruale).

Nausea in gravidanza, quando finisce

Il picco della nausea si manifesta in genere intorno alle 12-14 settimane, in corrispondenza con il picco dell'ormone HCG.

La nausea termina solitamente entro la fine del quarto mese e soltanto poche donne continuano ad averla nei mesi più avanzati della gravidanza.

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli