Home Gravidanza Salute e benessere

Come riconoscere la nausea da gravidanza

di Francesca Capriati - 10.11.2020 - Scrivici

riconoscere-la-nausea-da-gravidanza
Fonte: shutterstock
Riconoscere la nausea da gravidanza: quando inizia, come si manifesta e quali sintomi sono legati alla nausea dei primi mesi. Quando preoccuparsi?

Riconoscere la nausea da gravidanza

Più della metà delle donne incinte soffre di nausea e vomito, soprattutto durante il primo trimestre e soprattutto al mattino. Ma come possiamo riconoscere la nausea in gravidanza? Quando possiamo capire che si tratta del più classico dei sintomi della gravidanza e non un disturbo gastrointestinale?

In questo articolo

Nausea in gravidanza: quando inizia

Quando iniziano le nausee dopo il concepimento?

La nausea in gravidanza è causata dall'aumento degli ormoni che vengono interessati proprio dopo il concepimento: Beta Hcg ed estrogeni soprattutto, ma anche progesterone che rallenta il processo digestivo.

Di solito si tratta di una nausea mite e leggera che scompare dopo il primo trimestre, proprio perché le Beta Hcg cominciano a calare e poi stabilizzarsi dopo il terzo mese. La nausea non provoca alcun problema al bambino e non vuol dire che il feto abbia dei problemi.

Anzi, secondo alcuni studi la nausea sarebbe addirittura un buon segno.

La ricerca, infatti, ha dimostrato che le donne con nausea e vomito durante il primo trimestre hanno un minor rischio di aborto rispetto alle donne che non hanno sintomi. È possibile che la nausea indichi che si sta verificando l'aumento degli ormoni necessari per far andare avanti la gravidanza in modo sano, soprattutto la gonadotropina corionica umana (HCG), prodotta dalla placenta all'inizio della gravidanza.

Il corpo comincia a produrre le Beta Hcg subito dopo l'attecchimento dell'ovulo fecondato alle pareti uterine. I valori delle Beta salgono in maniera esponenziale giorno dopo giorno nelle prime settimane di gravidanza e questo aumento può essere responsabile della nausea. I livelli di Beta Hcg poi si stabilizzano intorno al terzo mese di gestazione ed è perciò la nausea sparisce pian piano.

Iperemesi gravidica

Alcune donne soffrono di una forma grave di nausea mattutina chiamata iperemesi gravidica. In questo caso la nausea non passa dopo il terzo mese di gravidanza e continua per l'intera gestazione. Questa condizione è connessa ad alcuni rischi da non sottovalutare come disidratazione, malnutrizione con conseguente scarso apporto di importanti nutrienti per la gravidanza, calo di peso.

Nausea da gravidanza, come si manifesta?

I sintomi più comuni della nausea da gravidanza includono:

  • Nausea con o senza vomito durante il primo trimestre che assomiglia alla cinetosi (mal d'auto)
  • Nausea che si manifesta al mattino ma può riemergere in qualsiasi momento o anche continuare tutto il giorno
  • Sensazione di malessere causato dall'odore di determinati cibi
  • Nausea dopo aver mangiato, soprattutto cibi piccanti
  • Ipersalivazione

Cosa fare

Ecco alcuni consigli per tenere sotto controllo la nausea durante i nove mesi.

  • Fai cinque o sei pasti piccoli invece di tre grandi;
  • Assumi regolarmente un multivitaminico, come prescritto dal medico;
  • Non assumere le vitamine a stomaco vuoto;
  • Evita gli odori che ti danno fastidio allo stomaco;
  • Mangia cracker salati o un biscotto secco prima di alzarti dal letto la mattina;
  • Mangia cibi leggeri e facili da digerire seguendo la cosiddetta dieta BRAT: bananas, rice, applesauce, dry toast;
  • Assumi molti liquidi;
  • Quando ti senti nauseata succhia un cubetto di ghiaccio o sorseggia un tè leggero o una tisana allo zenzero;
  • Vai all'aperto e fai una passeggiata, o apri semplicemente una finestra per respirare aria fresca;

Rimedi alternativi

Alcune donne ritengono che i braccialetti per la digitopressione allevino la nausea, mentre altre hanno provato l'agopuntura che, secondo alcuni studi, può alleviare i sintomi. Altri rimedi da provare sono:

  • Integratori di zenzero a base di erbe;
  • oli essenziali di lavanda;
  • ipnosi potrebbe anche alleviare la nausea.

Come capire che la nausea ha un'altra causa?

Bisogna avvertire il medico se la nausea diventa invalidante e continua perché potrebbe trattarsi di iperemesi gravidica- una condizione che, come dicevamo va seguita attentamente per evitare pericolose complicanze come la disidratazione – ma anche di un disturbo addominale come l'appendicite, un blocco intestinale, un'infiammazione della cistifellea. Quindi vanno immediatamente segnalati al medico sintomi collegati alla nausea come:

  • dolori addominali,
  • mal di testa,
  • segni di disidratazione, come ridotta minzione, minore sudorazione, aumento della sete, bocca secca, battito cardiaco accelerato e vertigini quando si assume la posizione eretta,
  • febbre
  • vomito contenente striature di sangue, nere o verdi
  • assenza di movimenti fetali dopo 24 settimane di gravidanza
  • confusione, debolezza o intorpidimento di un lato del corpo, problemi di eloquio o della vista, o indolenza
  • vomito persistente o che peggiora

In linea di massima, comunque, il vomito va collegato alla gravidanza se:

  • ha inizio nel primo trimestre
  • dura o si ripresenta per diversi giorni o settimane
  • non è accompagnato da dolore addominale

Il vomito dipende da altri disturbi nei seguenti casi:

  • ha inizio dopo il primo trimestre
  • è accompagnato da dolore addominale, diarrea o entrambi

Fonti

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli