Home Gravidanza Salute e benessere

Quali sono i benefici della riflessologia plantare in gravidanza

di Elena Berti - 24.02.2022 - Scrivici

riflessologia-plantare-in-gravidanza
Fonte: Shutterstock
Quali sono i benefici della riflessologia plantare in gravidanza: cosa si può trattare, quando si può fare e cosa può alleviare.

Riflessologia plantare in gravidanza

Durante la gravidanza, il corpo della donna è sottoposto a diversi cambiamenti: la nuova vita che cresce nel suo grembo altera il normale funzionamento dell'organismo, intervenendo sia sugli organi che sullo stato psico-fisico. Per questo la riflessologia plantare in gravidanza può essere un ottimo alleato per combattere diversi disturbi, sia fisici che legati alla mente. 

In questo articolo

Come funziona la riflessologia plantare

La riflessologia plantare ha radici antichissime, addirittura risalenti a oltre cinquemila anni fa. Mentre era diffusa in tempi molto lontani in Cina, nelle Americhe e addirittura nell'Antico Egitto, in Europa è arrivata soltanto all'inizio del Novecento grazie al dottor William Fitzgerald. Conosciuta inizialmente come "terapia zonale", la riflessologia plantare si occupa di stimolare le terminazioni nervose poste in determinate zone esterne cutanee al fine di intervenire sugli organi a cui sono collegate.

Più nel dettaglio, stimolando manualmente alcune zone riflesse - che quindi fungono da collegamento verso gli organi - del piede, si migliora lo stato di salute intervenendo direttamente sull'area dell'organismo che causa il problema. Anche se la scienza non ha trovato ancora una spiegazione unanime a questa terapia, i benefici sembrano essere assicurati per molti pazienti che si sottopongono a riflessologia plantare.

Riflessologia plantare durante i nove mesi

Chi pratica la riflessologia plantare è concorde nel sostenere che i benefici per le donne incinte sono numerosi, anche se si preferisce sempre aspettare la fine del primo trimestre per sottoporsi a delle sedute. 

È importante però rivolgersi a qualcuno di preparato, perché la riflessologia può avere anche delle controindicazioni e in particolare durante la gravidanza. È bene per esempio non stimolare alcune aree, ma anche praticare una pressione adeguata. 

Cosa cura la riflessologia plantare in gravidanza

Ma veniamo quindi ai benefici della riflessologia plantare in gravidanza. Secondo gli esperti, sono tantissimi i campi di azione di questa tecnica di cui le donne possono beneficiare durante il secondo e terzo trimestre di gestazione. Ecco alcuni esempi: 

  • può migliorare la circolazione linfatica e sanguigna, con effetti benefici in particolare sulle gambe
  • può intervenire in caso di diabete gestazionale, andando a occuparsi delle aree collegate al pancreas
  • può stimolare l'energia, rimediando ad affaticamento e sonnolenza
  • può diminuire gli stati di stress, ansia, preoccupazione e ansia che colpiscono le future mamme, siano essi dovuti alla gravidanza stessa o all'ambiente circostante

Tra gli aspetti positivi della riflessologia plantare in gravidanza c'è il fatto che è capace di adeguarsi ai cambiamenti che il corpo della donna, e anche il suo stato mentale, subisce durante i mesi. Per esempio, all'inizio potrebbe essere utile concentrarsi sui disturbi di tipo digestivo, come nausea, stitichezza o vomito, mentre più avanti può intervenire su mal di schiena, sciatica, stanchezza cronica, tensione muscolare o ancora gonfiori. 

Secondo gli esperti, poi, la riflessologia plantare regala alle donne in gravidanza una sensazione di benessere generalizzato che viene trasmesso al feto, capace di memorizzare questo stato e di portarlo con sé nel corso della vita come ricordo di attenzione e cura. 

La riflessologia plantare in gravidanza, però, non è da pensare come una cura vera e propria per particolari disturbi o problematiche. È importante parlare col medico in caso e seguire sempre le indicazioni del ginecologo o di chi segue la gestazione, e soprattutto non sostituire le terapie classiche con la riflessologia plantare, che è invece da intendersi come coadiuvante di eventuali altri trattamenti. 

In ogni caso, sottoporsi a riflessologia plantare durante la gravidanza è un ottimo modo di prendersi cura di sé durante i nove mesi e di alleviare quei disturbi che colpiscono la maggior parte delle donne in attesa. 

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli