Attività fisica in gravidanza

Fare attività fisica durante la gravidanza riduce i tempi del travaglio

Di Niccolò De Rosa
gluteiingravidanza
20 Marzo 2018
A dirlo è uno studio dell'Università Politecnica di Madrid: le donne sottoposte ad un regime di attività fisica  durante la dolce attesa riescono ad accorciare la durata del travaglio anche di 50 minuti.
Facebook Twitter More

Fare esercizio fisico durante la gravidanza non solo non è rischioso, ma è anzi consigliatissimo per accorciare i tempi del parto.

 

L'interessante news arriva da uno studio apparso sulla rivista European Journal of Obstetrics & Gynecology and Reproductive Biology e condotto dai ricercatori dell'Università Politecnica di Madrid.

 

Lo studio

Per giungere ad una simile conclusione, gli scienziati hanno osservato le risposte di un campione composto da 508 donne incinte e perfettamente in salute a partire dalla nona-undicesima settimana di gestazione.

 

Tale gruppo piuttosto eterogeneo era stato diviso in un gruppo d'esercizio e in un gruppo di controllo: alle partecipanti del primo, i ricercatori avevano assegnato il compito allenarsi per tre sedute da un'ora durante la settimana (a settimana a ritmo moderato, nulla di agonistico), mentre le donne del secondo gruppo erano solo tenuti a presentarsi a regolari controlli medici.

Al termine della gravidanza, più della metà dell'intero campione ha partorito in modo naturale e tra di esse, coloro che si erano esercitate con regolarità hanno avuto nella stragrande maggioranza dei casi un travaglio significativamente più breve: sette ore e mezza (450 minuti) di media, contro le oltre otto ore e mezza (500 minuti) delle donne che si erano sottoposte solo a normali controlli clinici.

 

 

Secondo gli autori della ricerca, la ragione dietro una simile disparità è molto semplice: le donne "allenate" hanno muscoli più forti e capaci di maggior spinta, qualità essenziali per diminuire le tempistiche (e quindi il dolore) di un parto.