Salute nove mesi

Gravidanza, quando non si deve fare sport

coppia-gravidanza
18 Gennaio 2012
Minaccia d'aborto, placenta previa, utero molto contratto, ritardo di crescita del feto: sono queste le principali controindicazioni a praticare sport nei nove mesi di gravidanza
Facebook Twitter Google Plus More

Le controindicazioni all’attività sportiva sono poche ma sempre ben segnalate dal ginecologo. No allo sport in caso di:

  • minaccia d’aborto, con o senza perdite ematiche;

  • placenta previa, ossia posizionata davanti al collo dell’utero;

  • ipercontrattilità uterina, che potrebbe far presagire un parto prematuro (l'utero è fatto di fibre muscolari e connettivali che possono contrarsi, certe contrazioni potrebbero innescare modificazioni del collo dell'utero e far partire un travaglio prematuro)

  • ritardo di crescita fetale, che richiede che tutto il nutrimento e l’ossigeno siano convogliati verso il bebè e non ‘dispersi’ con lo sport.

Ci sono invece alcune patologie legate alla gravidanza, come diabete o ipertensione moderata, che non solo non costituiscono controindicazione, ma possono migliorare con l’attività fisica.

Leggi tutto lo speciale Sport in gravidanza

Altri dubbi? Chiedi consiglio alle mamme del forum nella sezione Consigli sulla gravidanza