Salute

Vietato l’alcol in gravidanza

alcolgravidanza.jpeg
20 Novembre 2012
Secondo uno studio britannico, bere anche soltanto un bicchiere di vino alla settimana potrebbe avere effetti sul quoziente intellettivo del bambino
Facebook Twitter Google Plus More

Alcol nei nove mesi? Meglio astenersi. Secondo uno studio effettuato dai ricercatori delle Università di Oxford e Bristol, bere anche un solo bicchiere di vino a settimana durante la gravidanza, potrebbe infatti ridurre il quoziente intellettivo del bambino.

Leggi anche: Quoziente intellettivo bimbi, Heidi Hankins a quattro anni ha il QI di Einstein

Sul consumo di alcol durante la gravidanza, nel Regno Unito, in passato sono già stati eseguiti diversi studi ma con conclusioni decisamente meno drastiche. Nel 2006, il Dipartimento per la salute, aveva stabilito che non vi era un vero e proprio limite di sicurezza da osservare. Nel 2007 l’Istituto nazionale per l’Eccellenza Clinica, invece aveva affermato che l’alcol deve essere evitato solo per i primi tre mesi di gestazione, ma passato quel periodo, era possibile bere uno o due bicchieri alla settimana.

Ancora nel 2006, invece, il Dipartimento per la salute, aveva stabilito che non vi era un vero e proprio limite di sicurezza da osservare. Ma, nessuna ricerca è stata così precisa come l’ultima, a decretare il divieto dell’uso di alcol durante il periodo di gestazione. Negli studi precedenti, inoltre, non era mai stato separato l’effetto dell’alcol da variabili presenti nella donna incinta come l’età o lo stile di vita (fumo, dieta, stato di salute della madre…).

Leggi: In Toscana le ostetriche aiutano le mamme a dire no al fumo

La ricerca appena presentata, condotta su oltre 4mila donne, è ritenuta più attendibile delle precedenti perché, attraverso un metodo chiamato ‘randomizzazione mendeliana’. I ricercatori hanno analizzato le quattro modifiche genetiche individuate nei geni deputati a metabolizzare l’alcol, collegandole poi, al minore quoziente di intelligenza dei bambini.

Il risultato è stato: nelle mamme che non avevano bevuto alcol non si è verificata nessuna mutazione genetica e il QI dei loro bambini non è diminuito.

Leggi: Alcol in gravidanza? No grazie

Al contrario, nelle mamme che avevano bevuto alcolici, a ogni variante genetica valutata, si è verificato un calo medio di -1,8 punti del QI dei bambini.

I ricercatori hanno misurato il QI ai bambini all’età di 8 anni, attraverso la Wechsler Intelligence Scale of Children*.

*Wechsler Intelligence Scale of Children ((WISC) è uno strumento clinico e diagnostico per la valutazione delle abilità intellettuali dei bambini di 11 mesi e dai 6 ai 16 anni. La particolarità del test consiste nel fatto che non è necessario saper leggere o scrivere per poterlo effettuare.

I risultati della ricerca sono stati pubblicati sulla rivista on line PLoS One (Public Library of Sciente One).

Leggi gli approfondimenti della sezione salute e benessere - gravidanza

Vuoi conoscere altre future mamme? Entra nel forum, sezione gravidanza