Home Gravidanza

È normale avere il seno sgonfio in gravidanza?

di Ines Delio - 25.06.2024 - Scrivici

seno-sgonfio-in-gravidanza
Fonte: shutterstock
Ogni donna è diversa e non in tutte il seno aumenta di volume durante la gravidanza: ma è normale avere il seno sgonfio in gravidanza?

In questo articolo

Seno sgonfio in gravidanza: è normale?

La gravidanza e l'allattamento possono influire sull'aspetto del seno, il cui cedimento è comune durante e dopo la gravidanza, in quanto le dimensioni e la forma si modificano. Sebbene ciò provochi talvolta sentimenti negativi riguardo all'immagine del proprio corpo, è bene ricordare che il seno di ogni donna è diverso, così come la sua esperienza di cambiamento durante la gestazione. Scopriamo, quindi, perché può succedere di avere il seno sgonfio in gravidanza.

Come cambia il seno in gravidanza?

Ci sono diversi cambiamenti del seno durante la gravidanza che dovete aspettarvi.

  • Crescita e ingrossamento: intorno alla 6°-8° settimana, il vostro seno diventerà più grande e continuerà a crescere per tutta la gravidanza. Aspettatevi di aumentare di una o due taglie la coppa del reggiseno. Il seno può sentire prurito a causa dell'allungamento della pelle e si possono sviluppare smagliature
  • Tenerezza e ipersensibilità.
  • Scurimento dei capezzoli e delle areole a causa degli ormoni che influenzano la pigmentazione della pelle.
  • Scurimento delle vene del seno, dovuto all'aumento dell'afflusso di sangue al seno.
  • Intorno al terzo mese, il seno può iniziare a perdere una sostanza giallastra e densa nota come colostro. Alcune donne possono avere perdite prima, altre mai.
  • I capezzoli sporgono maggiormente e le areole e i capezzoli si ingrandiscono.
  • Si possono notare anche piccole protuberanze sulle areole, chiamate tubercoli di Montgomery: si tratta di ghiandole sebacee la cui principale funzione è quella di allontanare i germi dal seno, di lubrificarlo e di rendere sicuro l'allattamento.

Perché ho il seno sgonfio in gravidanza?

Il cambiamento del seno in gravidanza è dovuto a ormoni come estrogeni, progesterone e prolattina, che preparano all'allattamento. Per alcune donne è il primo segnale che le avverte di essere incinte. Ogni donna, lo ribadiamo, è però diversa e non in tutte il seno aumenta di volume durante la gravidanza.

In alcuni casi potrebbe cominciare a diventare più grosso e gonfio nelle ultime settimane di gravidanza, oppure non cambiare molto fino a dopo il parto, quando con la montata lattea le mammelle diventeranno quasi il doppio più grandi di quanto fossero prima della gestazione. Niente paura quindi: un seno sgonfio in gravidanza non vuol dire che questa non stia evolvendo.

Come cambia il seno dopo la gravidanza?

Molte donne si accorgono che il loro seno non ha più lo stesso aspetto di prima della gravidanza. Può essere più piccolo o più grande, più cadente o più sgonfio e possono svilupparsi smagliature. Anche i capezzoli possono avere un aspetto diverso. È anche possibile che un seno cambi più dell'altro. Il momento in cui torna alle dimensioni precedenti alla gravidanza varia da persona a persona. In generale, il seno tende a ritornare alle dimensioni originali quando il corpo riprende il peso precedente alla gravidanza. Tuttavia, la sua forma potrebbe cambiare in modo permanente. Questo perché l'ingorgo che si verifica con l'arrivo del latte materno può allentare i legamenti del torace, facendolo apparire svuotato o cadente. Alcune donne credono che, allattando con il biberon, non subiranno cambiamenti del seno dopo la gravidanza. Questo però non è vero, perché è la gravidanza, più che l'allattamento, a causare la maggior parte dei cambiamenti del seno.

Tra i fattori che hanno un effetto più significativo sul seno rispetto all'allattamento vi sono:

  • l'età
  • la genetica
  • l'aumento di peso durante la gravidanza
  • il numero di gravidanze avute
  • l'essere fumatrice
  • le dimensioni del seno prima della gravidanza

Fonti

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli