Nostrofiglio

Psicologia coppia

Sesso in gravidanza

sessoingravidanza

08 Luglio 2008 | Aggiornato il 19 Settembre 2016
Fa bene all'umore e prepara al parto perché mantiene i muscoli pelvici elastici e allenati. E niente paura: il pargolo non ne soffre. I casi in cui è meglio essere prudenti.

Facebook Twitter Google Plus More

 

Se non ci sono controindicazioni mediche (vedi box sotto), fare sesso in gravidanza fa bene. Per almeno due motivi: fa bene all'umore dei futuri genitori e prepara al parto perché mantiene i muscoli pelvici elastici e allenati. E non abbiate paura: il bambino non ne soffrirà di certo.

Nel primo trimestre di gravidanza

 

Durante il primo trimestre è abbastanza tipico per le donne provare un calo del desiderio, soprattutto se soffrono di nausea e spossatezza. E poi la novità del bambino in arrivo deve essere ancora metabolizzata. Molte donne hanno anche paura di fare male al loro bambino (paura ingiustificata).

 

Per altre donne invece i rapporti sessuali diventano già in questo periodo più eccitanti e soddisfacenti rispetto al periodo prima del concepimento. In effetti già dall’inizio della gravidanza l'area pelvica è meglio irrorata, grazie all'aumento degli ormoni e così può risultare più facile raggiungere l'orgasmo. Le coppie che hanno fatto più fatica per avere un bambino, ora trovano rilassante poter fare sesso senza dover pensare alla procreazione. Per loro questa prima fase della gravidanza diventa un periodo di piacere intenso.

Che cosa dice il ginecologo: fare sesso in modo regolare nel primo periodo di gravidanza non aumento il rischio di aborto. Solo al manifestarsi di perdite di sangue consiglia di rinunciarvi per un po'. Se non c'è più pericolo, la coppia può riprendere ad avere una normale vita sessuale. 

Nel secondo trimestre di gravidanza

Dalla 16^ alla 30^ settimana di gravidanza molte future mamme si sentono in piena forma, il loro corpo si è abituato alla nuova condizione ed è diventato molto femminile, con seni più grossi e forme più rotonde. La pancia è ancora facilmente gestibile. Tutti ottimi presupposti per il piacere. Alcune donne quando avvertono per la prima volta i movimenti del loro bambino cominciano però a porsi delle domande: cosa sente il mio piccolo mentre faccio sesso? Si sente disturbato? Si sente pressato quando la pancia si irrigidisce durante l’orgasmo? Anche i futuri papà manifestano delle paure, anche loro si preoccupano soprattutto di fare male al bambino.

Che cosa dice il ginecologo: l’orgasmo femminile ha effetti sull’utero e per breve tempo la placenta pulsa effettivamente meno sangue al bambino. Ma si tratta di un buon esercizio per il suo apparato circolatorio e in nessun modo potrebbe danneggiarlo. Al bambino, durante l’atto sessuale, non può accadere nulla.

E' sicuro nell’utero, immerso nel liquido amniotico e anche in caso di forti scossoni fluttua nel liquido, l'importante è che il collo dell’utero sia chiuso. Non pensare che il piccolo durante l’atto sessuale possa soffrire: da un punto di vista anatomico è impossibile che il pene si avvicini al piccolo. E' meglio rinunciare al sesso soltanto in caso di contrazioni premature e apertura anticipata della bocca uterina.

Nel terzo trimestre di gravidanza

 

A partire dalla 30^ settimana diventa più difficile trovare una posizione in cui il pancione pancia non sia di intralcio. La variante prediletta? La posizione a cucchiaio. Per le donne che vogliono guardare in faccia il proprio uomo durante il rapporto è consigliata la posizione seduta sopra di lui. Anche nelle posizioni seguenti la pancia non crea “intralcio”: 

  • la donna è distesa di schiena sul letto, i suoi piedi appoggiati a terra, l’uomo è in ginocchio davanti a lei.;

  • la donna è distesa di schiena, l’uomo allenta il suo peso con le braccia;

  • la donna si inginocchia davanti al letto, appoggia braccia e busto sul letto, l’uomo si inginocchia dietro di lei. 

L'intimità della coppia in gravidanza è importante, però non è necessario avere sempre un rapporto completo. Potrete provare piacere anche con carezze, massaggi e tenerezze. Nell’ultimo periodo di gravidanza molte future mamme imparano molto sulla loro sessualità perché finalmente dicono cosa a loro fa piacere e cosa no. Sorpresa: molti uomini trova erotico il pancione.

Che cosa dice il ginecologo: Il sesso non provoca le contrazioni ma è vero che nello sperma è presente l’ormone prostaglandina che rende la bocca uterina morbida e la prepara alle contrazioni. Quindi fare sesso nei giorni vicini al parto può essere utile per convincere il piccolo a venire al mondo. 

I casi in cui è meglio non rischiare

  • se la bocca uterina si apre anticipatamente. Di per sé non è un pericolo, però in caso di rapporto sessuale si possono avere infezioni che danneggiano la sacca delle acque. E ciò può provocare un aborto o portare a un parto prematuro; 
  • se hai già avuto degli aborti;
  • nel caso di perdite di sangue;

  • nel caso di doglie premature che annunciano un parto prematuro;

  • nel caso di placenta previa (impianto della placenta al di sopra o in prossimità dell’orifizio uterino interno);

  • nel caso di gravidanza plurigemellare;

  • nel caso di patologie croniche come il diabete;

  • nel caso di infezioni dell’apparato genitale di lui o di lei.

 

 

(Articolo tratto da Eltern)