Nostrofiglio

Prima ecografia

Ecografia nella sesta settimana: che cosa si vede

ipa_b6k1y8

25 Novembre 2013 | Aggiornato il 21 Settembre 2018
La camera gestazionale, il sacco vitellino e anche un abbozzo di embrione: ecco che cosa si può vedere con l’ecografia alla sesta settimana.

Facebook Twitter Google Plus More

Appena il test di gravidanza è positivo, è tanta l’ansia di avere una conferma visiva della presenza del bebè con l’ecografia. Calcolato che il test di gravidanza si fa in genere tra la quarta e la quinta settimana e calcolato il tempo per prendere appuntamento con il ginecologo, le più impazienti fanno la prima ecografia intorno alla sesta settimana.

Che cosa si vede in epoca così precoce? 

Tanto per cominciare l'ecografia - che in fasi così precoci è transvaginale - permette di verificare se si tratta davvero della sesta settimana.

 

Come spiegato nell'ebook Ecografia ostetrica easy della ginecologa Valentina Pontello, a sei settimane si può osservare la camera gestazionale (una struttura nera di forma più o meno ovale), che racchiude al suo interno il sacco vitellino (un cerchietto bianco), cioè una struttura che ha la funzione di nutrire l'embrione nelle fasi iniziali della gravidanza e che regredisce con il trascorrere delle settimane.

 

Comincia a vedersi anche l'embrione, come una sorta di bozzo o ispessimento nelle vicinanze del sacco vitellino. Se l'embrione ha già raggiunto dimensioni sufficienti (superiori ai 5 millimetri) può anche essere avvertito il battito cardiaco.

 

E se l'embrione non si vede?

Ma attenzione: se non si riesce ancora a vedere l'embrione, non è detto che ci sia qualcosa che non va. Più semplicemente, può darsi che si siano fatti male i calcoli e la gravidanza sia più indietro. “Magari si pensa di essere a sei settimane, perché si crede di aver ovulato proprio al 14° giorno del ciclo, ma se si ha un ciclo più lungo l'ovulazione potrebbe essere avvenuta dopo” chiarisce Rossana Sarli, specialista in ginecologia e ostetricia a Genova. “Risultato: al posto della sesta settimana ci si trova nella quinta settimana di gestazione. E a quest'epoca, una settimana di differenza è tanto".

 

Che fare, allora, se a una prima ecografia fatta piuttosto precocemente non si vede ancora l'embrione, ma si possono notare solo camera gestazionale e sacco vitellino? “In questo caso basterà semplicemente ripetere l’ecografia dopo una settimana”.

 

Proprio per evitare inutili preoccupazioni, però, sarebbe meglio non precipitarsi troppo presto a fare la prima ecografia. Secondo le Linee guida 2015 della  Società italiana di ecografia ostetrico-ginecologica, inassenza di altre indicazioni specifiche, l’ecografia del primo trimestre andrebbe eseguita tra le 11 e le 13settimane + 6 gg di gestazione: un periodo in cui diventa possibile anche misurare la translucenza nucale.

 

Fonti per questo articolo: consulenza di Rossana Sarli, specialista in ginecologia e ostetricia a Genova; ebook Ecografia ostetrica easy della ginecologa Valentina Pontello; Linee Guida 2015 della Società italiana di ecografia ostetrico-ginecologica.

 

I servizi di nostrofiglio per affrontare bene la gravidanza:

Calcola la tua settimana di gravidanza e leggi i consigli settimana per settimana

Calcola on line la data presunta del parto 

Iscriviti alla newsletter della gravidanza 

Calcola la lunghezza del feto

Blog di mammenellarete: qui puoi leggere tante storie sulla gravidanza

 

 

LA STORIA DA MAMMENELLARETE - La prima ecografia: che emozione!

Ancora non ci credevo… Era stranissima quella sensazione di avere dentro un puntino che dopo qualche mese sarebbe diventato una cuccioletta (la mia dolce Asya)Ci eravamo appena sposati, la nostra vita economicamente non era ancora tra le migliori, lavorava solo lui e stavamo ancora dai miei. Infatti la nostra formichina era stata davvero inaspettata…Era il 20 dicembre 2012, l’eco era alle 17.00. Mio marito quel giorno finiva di lavorare alle 19, decisi di farmi accompagnare da mia mamma, che dalla felicità era alle stelle nonostante fosse la terza nipotina...

Leggi tutta la storia sulla prima ecografia di mamma Nancy