Nostrofiglio

Guida gravidanza

16 Sedicesima settimana di gravidanza

be6cd1

17 Luglio 2015
Ecco che cosa succede al tuo corpo e al tuo bambino durante la sedicesima settimana di gravidanza. Con la consulenza scientifica della ginecologa Elisabetta Canitano, presidente dell'associazione onlus Vita di donna.

Facebook Twitter Google Plus More

16 settimane di gravidanza

Ecco che cosa succede al tuo corpo e al tuo bambino durante la sedicesima settimana di gravidanza. Con la consulenza scientifica della ginecologa Elisabetta Canitano, presidente dell'associazione onlus Vita di donna. Iscriviti al forum per condividere la tua gravidanza con altre future mamme

 

IL QUADERNETTO DELLE EMOZIONI
Forse adesso ti sembra incredibile, ma dopo la nascita del bambino si tende dimenticare quello che di vivissimo si provava durante la gravidanza: dall’altalena di emozioni ai dubbi, dall’euforico senso di onnipotenza alla felicità, fino ai timori di non “essere capace” di prendersi cura del proprio bambino. Può essere allora una buona idea annotare in un quadernetto, mese dopo mese, i vari stati d’animo dell’attesa. Si costruirà così un “diario del cuore” piacevole da sfogliare negli anni a venire. In questo quaderno si possono inserire le istantanee delle ecografie e annotare i vari appuntamenti per visite ed esami.    

 

Consigli salute nella sedicesima settimana di gravidanza

  • Farmaci in gravidanza A volte, la futura mamma soffre di una malattia cronica. Altre volte, va incontro a qualche malattia (anche di quelle classiche stagionali, come il raffreddore) proprio durante la gravidanza. Insomma, ci possono essere varie situazioni in cui si rende necessario l'uso di un farmaco. In genere, l'assunzione di un farmaco in gravidanza spaventa molto, perché si temono effetti dannosi per il bambino. Ma se serve davvero, bisogna prenderli, perché può essere più pericolosi (anche per il bambino, oltre che per la mamma), non curare la malattia che lo ha richiesto. 

Il consiglio Affidarsi al consiglio del medico, che valuterà caso per caso il rapporto tra il rischio per il bambino e il beneficio per la donna. Per esempio: un’infezione batterica può essere controllata in modo adeguato solo con l’antibiotico e ben più pericolosa sarebbe la malattia non tenuta a bada dal farmaco dell’assunzione del farmaco stesso. Per contro, a fronte di un raffreddore senza febbre si può evitare di assumere medicine, visto che rimedi naturali come i suffumigi con il vapore o i lavaggi nasali con soluzione di acqua e sale possono dare sollievo, senza esporre il bambino ai potenziali effetti tossici di una medicina. In generale, qualsiasi medicina, comprese quelle vendute senza ricetta (farmaci da banco) e i fitofarmaci (tisane, decotti, estratti e così via), non va presa di testa propria, ma solo dopo aver consultato il medico.

 

I criteri generali a cui il medico che prescrive farmaci si deve attenere sono tre:

  • scegliere medicine che, a parità di efficacia terapeutica, siano sul mercato da più tempo (gli eventuali effetti indesiderati sono più noti);
  • somministrare le medicine nelle dosi minime possibili, che garantiscano cioè la loro azione curativa, limitando al massimo il rischio di effetti indesiderati;
  • in caso di malattie che richiedono un uso continuativo dei farmaci come asma o epilessia) è importante che il medico individui i principi attivi e i dosaggi che assicurino la massima resa con il minimo pericolo.
Hai un dubbio sull'uso di un farmaco? Ecco i numeri utili
Se hai dubbi sull’utilizzo di un medicinale durante la gravidanza e l’allattamento puoi rivolgerti a questi numeri:
- Servizio informazioni sull'uso dei farmaci in gravidanza e allattamento del Centro di tossicologia clinica dell'Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo - Numero verde 800883300. Attivo 24 ore su 24. 
- Telefono Rosso del Centro studi per la tutela della salute della madre e del concepito del Policlinico Gemelli di Roma -  06/3050077. È attivo lunedì, mercoledì e venerdì dalle 9.00 alle 13.00 e il martedì e giovedì dalle 14.30 alle 18.30. 
- Filo Rosso dell’Associazione Studio Malformazioni (ASM), che ha tre sedi:
- Milano - 02/8910207. Attivo lunedì, martedì, mercoledì e venerdì dalle 10.30-13.30 e giovedì dalle  14.00 alle 17.00;
- Roma - 06/5800897. Attivo lunedì, martedì, mercoledì e venerdì dalle 14.00 alle 17.00 e giovedì dalle 10.00 alle 13.00;
- Napoli - 081/5463881. Attivo martedì e giovedì dalle 15.00 alle 18.00; 
- Numero verde AIFA su efficacia, sicurezza e disponibilità dei farmaci - 800571661. Attivo dal lunedì al venerdì (escluse festività), dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 16.00. Puoi inoltre consultare il sito istituzionale Farmaci e gravidanza dell'AIFA, scegliendo se consultare la lista dei principi attivi o quella delle malattie. 


Il feto nella sedicesima settimana di gravidanza
Gli organi sono ormai posizionati nella loro sede definitiva. Le labbra si delineano in modo più netto. Deglutisce e fa pipì, restituendo il liquido amniotico che inghiotte. Il suo peso è ora di circa 80-100 grammi, mentre la sua lunghezza è di circa 12-14 centimetri.