Nostrofiglio

Guida gravidanza

18 Diciottesima settimana di gravidanza

18-settimane-gravidanza

23 Luglio 2015
Ecco che cosa succede al tuo corpo e al tuo bambino durante la diciottesima settimana di gravidanza. Con la consulenza scientifica della ginecologa Elisabetta Canitano, presidente dell'associazione onlus Vita di donna.

Facebook Twitter Google Plus More

Ecco che cosa succede al tuo corpo e al tuo bambino durante la diciottesima settimana di gravidanza. Con la  consulenza scientifica della ginecologa Elisabetta Canitano, presidente dell'associazione onlus Vita di donna.

 

Consigli salute nella diciottesima settimana di gravidanza

 

Stipsi: mal comune La stitichezza è frequente in gravidanza. Da uno studio condotto nel Regno Unito e citato nelle nostre Linee guida ministeriali è emerso che intorno alla 14ma settimana soffre di stipsi il 39% delle donne; ne è interessato il 30% a 28 settimane e il 20% a 36 settimane. È possibile comunque che questo dato sia sovrastimato e non corrisponda a quello attuale, perché lo studio risale a circa 20 anni fa, cioè a quando veniva raccomandato a tutte le donne in gravidanza di assumere ferro, sostanza che per sua caratteristica ha come effetto indesiderato la stitichezza. Leggi anche: FERRO IN GRAVIDANZA

 


I consigli La stipsi si può risolvere puntando sulla dieta che va arricchita il più possibile con fibre. È una buona idea consumare frutta e verdura cotte ed evitare i frutti poco maturi. Il succo di cottura delle prugne essiccate è un rimedio naturale che può dare una mano. Anche il movimento può aiutare l’intestino a vincere la sua pigrizia. L’uso dei lassativi è sconsigliato per i possibili effetti collaterali, quali diarrea e dolori addominali. In ogni caso, meglio non assumerli di propria iniziativa, ma chiedere sempre all'operatore sanitario che segue la gravidanza.

 

C'è e si sente!
Se non è ancora successo, potresti avvertire nitidamente la presenza del bambino nel pancione, eventualità che di solito si verifica non prima delle 15 e non oltre le 22 settimane. Se è la prima gravidanza potresti, dover aspettare ancora alcuni giorni, mentre se hai già un bambino il momento è quasi sicuramente alle porte. I movimenti del bambino non sempre vengono riconosciuti fin da subito, semplicemente perché possono essere attribuiti all’intestino. La sensazione che trasmettono è quella di un lievissimo sussulto che qualcuna descrive come un gorgoglìo. Con il passare dei giorni il movimento si fa via via più distinto, insistente e vigoroso.

 

Il feto nella diciottesima settimana di gravidanza
Il cuoricino è ormai completamente formato e si possono contare dai 60 ai 120 battiti al minuto. I neuroni si moltiplicano rapidamente per poi aggregarsi dando luogo alla cosiddetta materia grigia. Le orecchie cominciano a sporgere dalla testa e il feto può cominciare ad udire alcuni suoni. Pesa circa 200 grammi ed è lungo 14 centimetri.

 

La sindrome del nido
È  probabile che tu ti senta in forma, piena di energie e di voglia di fare. Potresti avvertire molto forte l’impulso di pulire la casa, arredarla meglio, renderla più calda: è la cosiddetta “sindrome del nido”, la stessa che suggerisce alle mamme del mondo animale di preparare un rifugio accogliente per i loro cuccioli. Non sono stati fatti studi particolari sull’argomento, né se ne trova traccia nelle pubblicazioni scientifiche, tuttavia sono molte le donne in cui si manifesta.

 

Guarda anche il video sulla gravidanza dalla 17esima alle 20esima settimana