Nostrofiglio

Attrezzatura

Angel sound: come funziona e come si usa

angelsound.jpg

19 Marzo 2014
L’angel sound è un rilevatore del battito cardiaco fetale di uso domestico. Non è dannoso per il bebè, a patto che si acquistino apparecchi certificati. Il consiglio è di usarlo dalla 12-14ma settimana di gravidanza fino alla 20ma

Facebook Twitter Google Plus More

L’angel sound è un apparecchietto di uso domestico che rileva il battito cardiaco fetale, una sorta di miniaturizzazione del rilevatore utilizzato durante la visita ostetrica. Ce ne sono con la cuffia oppure con altoparlante e display e basta appoggiarli sulla pancia per sentire il cuoricino del bambino battere.

Come funziona

L’angel sound sfrutta l’effetto doppler delle onde sonore meccaniche, analogamente ai sonar che vengono utilizzati dalle navi per rilevare la profondità dei fondali.

Quando si usa

Il consiglio è di usarlo dalla 12-14ma settimana di gravidanza fino alla 20ma: “Non prima, perché il bambino è ancora troppo piccolo ed è difficile riuscire a rilevare il battito con un apparecchietto domestico” spiega Ferdinando Bombelli, Responsabile Sala Parto dell’U.O. di Ginecologia e Ostetricia dell’Ospedale San Raffaele di Milano; “ma neanche dopo, perché, una volta iniziati i movimenti fetali, la mamma non ha più bisogno di un aiuto esterno per percepire la presenza del suo bambino”.

Come si usa

Si appoggia il rilevatore nella parte bassa della pancia, poco sopra l’osso pubico, muovendolo lentamente e creando diverse angolature, fino a quando non si riesce a ‘catturare’ il battito.

È molto importante non avere fretta, perché il cuoricino potrebbe esser posizionato in sedi diverse da donna a donna e non è detto che si riesca subito a trovarlo. “Se da una parte i rilevatori del battito possono aiutare a tranquillizzare le donne tra una visita ostetrica e la successiva, dall’altra si corre il rischio di farsi prendere subito dall’ansia se per varie ragioni non si riesce a percepire il battito e si rischia di preoccuparsi per nulla” osserva il ginecologo. (Leggi la storia da mammenellarete.it raschiamento annullato: c'è battito!)

Importante è acquistare prodotti certificati

I rilevatori del battito fetale sono prodotti sicuri ed affidabili, a patto che riportino il marchio di approvazione per l’importazione in Europa (il marchio CE), che ne garantisce la qualità.

E sono sicuri anche sul feto. “Non sono mai stati evidenziati danni derivanti dall’uso degli angel sound, anche se teoricamente un uso continuativo potrebbe creare un riscaldamento” sottolinea Bombelli. “Ma si parla di uso davvero molto prolungato, mentre è del tutto innocua una rilevazione di pochi secondi, che sono quelli sufficienti per accertarsi che il battito c’è”.

Ti potrebbero interessare anche:

Lo sviluppo del feto nelle 40 settimane

Calcolatore della lunghezza del feto

La placenta protegge il tuo bambino

Se vuoi confrontarti con le future mamme, entra nel forum sezione consigli sulla gravidanza