Gravidanza

Più leggere col pancione

donna_incinta_prato
08 Luglio 2008
Tutti i consigli per non affaticarti troppo nelle ultime settimane di gravidanza.
Facebook Twitter More

AL SUPER CON LA LISTA

Portare i sacchetti della spesa è sempre più faticoso? Serve un piano settimanale, così non dovrai sollevare troppo peso in singoli giorni. Per la spesa settimanale, vai al supermercato con qualcuno che ti possa aiutare un giorno della settimana stabilito. Oppure fatti consegnare la spesa a domicilio. Per portare senza grosso sforzo frutta e verdura dal mercato o altri prodotti freschi usa il carrello portaspesa. Ricordati: quando devi mettere a posto le cose,metti le borse della spesa su una sedia così non dovrai piegarti.

CINQUE PASTI AL GIORNO

Non rimane più molto spazio per respirare in modo profondo, quando il bimbo nelle ultime settimane di gravidanza spinge da sotto contro il diaframma. Per aiutarti contro il respiro affannoso mangia spesso e in piccole quantità cinque volte nell'arco della giornata e non fare troppi sforzi fisici.

L'ACQUA DA' SOLLIEVO

Supera la pigrizia: vai a nuotare con regolarità, meglio se con un'amica o con il tuo partner; così sarai più motivata. Non è necessario fare un corso di aquagym per gestanti, basta nuotare con tranquillità per sentire il sollievo dell’acqua. Un consiglio dell'ostetrica per chi in piscina prende facilmente infezioni vaginali da funghi: prima di scendere in acqua applicare un tampone imbevuto di olio d’oliva.

CUSCINO TRA LE GINOCCHIA

Un piccolo trucco dal grande effetto, quando non riesci più a dormire né prona né supina? Sdraiati sul fianco, sistema un piccolo cuscino fra le caviglie e un piccolo cuscino fra le ginocchia. In questo modo scarichi la fatica. Se soffri di pesantezza alle gambe, solleva leggermente il lato piedi del materasso, aiutandoti con dei libri o una coperta. In questo modo il sangue circolerà più facilmente.

Ti vedi gonfia al mattino? È colpa dell’accumulo di liquidi, fenomeno tipico della gravidanza. Il freddo ha un effetto decongestionante: applica per 2-3 minuti una bustina fredda di tè (camomilla o menta piperita) sulle palpebre. E poi … resta ancora un po’ a letto!

PRIMOGENITO IN BRACCIO

“Mamma, in braccio!” Ai piccoli non interessa che la pancia sia diventata grossa, anzi proprio in queste ultime settimane i primogeniti vogliono essere tenuti molto in braccio. Come fare? Fai salire il bambino su una sedia e poi prendilo in braccio. In generale, cerca di sollevare tutto (non soltanto il tuo bambino) in modo corretto, tenendo la schiena più dritta possibile.

ATTENTA ALLA POSTURA

Ora è difficile camminare in modo corretto perché si ha l’impressione di cadere in avanti a causa della pancia. Ma vale la pena fare almeno un tentativo: stringi leggermente le natiche e spingi il bacino un po' in avanti. Immagina la pancia sul bacino come un uovo nel suo portauovo. In questo modo si scarica la colonna vertebrale. Se devi stare a lungo in piedi, appoggiati da qualche parte oppure sostieniti con una mano e tieni i piedi lievemente divaricati. Anche indossare scarpe con suole che ammortizzano fa bene alla tua colonna vertebrale.

NO AI VESTITI STRETTI

Per molto tempo hai potuto continuare a vestirti con pantaloni e gonne normali, inserendo parti in gomma oppure lasciando la cerniera aperta. Ma nelle ultime settimane prima del parto non sarà più possibile: gli abiti premaman sono d’obbligo. Acquista uno o due paia di pantaloni o gonne premaman. Anche le gambe, che spesso si gonfiano, hanno bisogno di libertà. Se usi calze al ginocchio, scegli modelli con elastici morbidi e larghi, che non stringono.

TRUCCHI ANTI-PIEGAMENTO

Piegarsi non è per niente piacevole, la pancia è sempre d’ingombro. Un aiuto è dato da oggetti lunghi, ad esempio calzascarpe e palette a manico lungo. Molto pratico è il mocio per pavimento, che può essere strizzato dalla posizione eretta. E se per caso non puoi evitare di avvicinarti al pavimento, allora inginocchiati. E' molto meglio per la schiena. Per rialzarti la posizione migliore è quella a “quattro zampe”.

UN ESERCIZIO PER LA SCHIENA

Con questo esercizio in caso di respiro affannoso incameri più aria e concedi una pausa alla schiena: mettiti a quattro zampe, le ginocchia divaricate all’altezza dei fianchi, le mani all’altezza delle spalle. Fai ciondolare la testa e inarca la schiena, proprio come fanno i gatti. Inspira. Espirando solleva lentamente la testa e abbassa la schiena come le mucche. Ripeti l’esercizio più volte, fino a quando non sentirai la tua schiena completamente rilassata.

NON SCIVOLARE NELLA VASCA

Fare il bagno è rilassante, ma il pericolo di scivolare e cadere aumenta con le dimensioni della pancia. Quindi è meglio comprare un tappetino di plastica antiscivolo per la vasca; poi lo potrai utilizzare anche per il tuo bambino, quando vorrà stare in piedi nella vasca. Una maniglia alla parete dà sicurezza: oggi per te, domani per il tuo bambino.

POSIZIONE DINAMICA ANCHE DA SEDUTA

Come si fa? Quando sei seduta cerca di cambiare la posizione, stenditi comodamente all’indietro e dopo un po’ raddrizza nuovamente la schiena. Acquista una fitball (adatta più tardi anche per la ginnastica del bambino, per giocare, per sfogarsi) e appoggia le gambe alzandole più spesso possibile, in modo da scaricare il peso. Se lavori molte ore alla scrivania, acquista un piccolo poggiapiedi e muovi a turno dita e talloni verso l’alto e verso il basso. In questo modo i muscoli dei polpacci pompano il sangue in direzione del cuore.

TRUCCHI PER FARE I LAVORI DI CASA

Alcuni lavori possono essere svolti soltanto in piedi: ad esempio lavare i piatti o stendere i panni. Se piegarti sul lavello diventa faticoso, lava le stoviglie in una bacinella di plastica accanto al lavello. E sistema il cesto del bucato pronto da stendere su una sedia o sul tavolo. Questa differenza di altezza fa bene alla tua schiena.

Per approfondire:

Vuoi confrontarti con altre future mamme? Vai nel forum