Home Gravidanza

Terzo mese di gravidanza: consigli, ecografie e come cambiano mamma e bambino

di Francesca Demirgian - 25.03.2021 - Scrivici

ecografia-in-gravidanza
Fonte: Shutterstock
Cosa succede durante il terzo mese di gravidanza. Consigli, sintomi, dolori, cosa fare e cosa no. Una guida completa per scoprirlo

Terzo mese di gravidanza: che succede?

Il terzo mese di gravidanza è l'ultimo del primo trimestre è quello in cui i disturbi dei primi mesi, a poco a poco, iniziano a scomparire. Soprattutto le mamme che nelle prime 8 settimane hanno sofferto di nausea e particolare senso di stanchezza, noteranno alcuni cambiamenti, in meglio.

Durante il terzo mese di gestazione, infatti, il corpo della donna cambia repentinamente. La futura mamma inizia a prendere qualche chilo, distribuito tra seno e pancia. C'è ancora chi continua a soffrire di nausee e vomito, in questo caso il peso potrebbe restare lo stesso o diminuire. 

Ma andiamo a scoprire, nel dettaglio, cosa accade nella mamma e nel bambino durante il terzo mese di gravidanza.

In questo articolo

Terzo mese di gravidanza: sintomi

I sintomi che la mamma avverte tra l'8a e la 13esima settimana sono i seguenti:

  • movimenti nella pancia: non sono ancora i movimenti del bambino, che inizieranno ad essere avvertiti intorno alla 20esima settimana di gestazione, ma si tratta di gas nell'intestino, generato dal progesterone
  • proprio il gas presente nell'intestino potrebbe provocare flatulenza
  • insonnia
  • sbalzi d'umore
  • stimolo ad urinare spesso
  • gengive arrossate: anche in questo caso la causa è il progesterone che dilata i capillari determinando, così, gonfiore e sanguinamento
  • si sviluppano i dotti galattofori, ossia quei piccoli canali attraverso i quali scorrerà il latte
  • dolore al seno: durante questo mese potrebbero spuntare delle piccole protuberanze, dette tubercoli di Montgomery
  • nausea e vomito possono ancora persistere in alcune donne
  • problemi di digestione e bruciore di stomaco

La pancia nel terzo mese di gravidanza

Il pancino inizia ad intravedersi nel terzo mese di gravidanza, anche se questo molto varia da donna a donna. I soliti indumenti, spesso, in questo periodo, iniziano a risultare scomodi e un po' stretti in vita e la futura mamma sente il bisogno di indossare qualcosa di più comodo.

Si dice che, soprattutto per quelle mamme che non sono alla prima gravidanza, la pancia si veda prima, proprio perché il corpo femminile è già pronto ad accogliere un bambino.

Nel terzo mese di gravidanza, comunque, il pancino è ancora facilmente confondibile con gonfiore, da chi non sa che siete incinte.

Le ecografie del terzo mese di gravidanza

Se ancora non è stata fatta, entro la 12esima settimana di gravidanza è fondamentale fare la prima ecografia. Questa, infatti, sarà importante per verificare l'epoca gestazionale, lo sviluppo e la vitalità dell'embrione e anche il numero di embrioni (potrebbe infatti trattarsi di una gravidanza gemellare).

Il terzo mese è anche quello durante il quale vengono svolti importanti esami. La villocentesi, ad esempio, che la donna può eseguire tra la decima e la dodicesima settimana. La villocentesi è un esame invasivo che può essere fatto più precocemente rispetto l'amniocentesi (dalla quindicesima settimana di gravidanza). Tra la nona e la quattordicesima settimana, inoltre, la donna viene sottoposta a traslucenza nucale, un'ecografia fondamentale per scoprire eventuali malformazioni fetali.

Questo è il periodo in cui la donna, se lo vuole, con un prelievo del sangue può effettuare il prenatal safe (o Dna fetale), un esame probabilistico che permette di individuare eventuali trisomie o altre anomalie genetiche. 

Per la scelta della diagnosi prenatale, fatevi consigliare dal ginecologo che vi sta seguendo o dal ginecologo del consultorio.

Terzo mese di gravidanza e aborto spontaneo

Il primo trimestre di gravidanza è considerato il più delicato. Sono molte quelle mamme che attendono la fine del terzo mese per annunciare ad amici e parenti la gravidanza proprio per questa ragione.

Il primo trimestre, infatti, è anche quello in cui spesso si verifica l'aborto spontaneo, ossia un'interruzione di gravidanza. I motivi alla base di un episodio tale sono solitamente problemi di tipo genetico. Dopo il terzo mese di gravidanza, però, le probabilità di un aborto spontaneo si riducono, pur non scomparendo. La donna, anche alla luce delle ecografie fatte, inizia a vivere la gravidanza con maggiore tranquillità.

Cosa succede al bambino nel terzo mese di gravidanza

Nel terzo mese il feto continua a crescere. Si formano tutti gli organi e continueranno a farlo nelle settimane successive, fino al termine della gravidanza.

Il piccolo inizia a muoversi nella pancia, anche se la mamma ancora non riesce a sentirlo, ma dalle ecografie questo è già visibile. Anche il sesso è ben definito a questo punto della gravidanza, ma la mamma per scoprirlo dovrà ancora attendere diverse settimane (a meno che si scelga di fare il Test del Dna fetale). 

Cosa non fare nel terzo mese di gravidanza

Durante il terzo mese di gestazione è importante che la donna ascolti molto il suo corpo e non vada mai oltre le sue forze. Proprio come nel secondo mese di gravidanza, la futura mamma:

Consigli sul terzo mese di gravidanza

Nel terzo mese di gravidanza si consiglia alle future mamme di continuare a seguire un regime alimentare sano e di camminare almeno mezz'ora al giorno. Una vita troppo sedentaria - se non obbligata da condizioni di salute, come una gravidanza a rischio - non fa bene. Camminare, aiuta la circolazione e anche l'umore. 

E' questo il periodo in cui iniziare ad acquistare i primi capi premaman per sentirsi a proprio agio. Fare il primo shopping da futura mamma sarà piacevole ed emozionante. 

Le settimane di gravidanza

Il terzo mese di gravidanza va dalle 8 settimane + 6 giorni alle 13 settimane e 1 giorno.  Ricapitolando quanto detto nei paragrafi precedenti, si tratta di un mese importante, in cui eseguire esami che scongiurano possibili malformazioni fetali. E' un mese delicato, in cui il bambino cresce, prosegue lo sviluppo dei suoi organi e inizia a muoversi nella pancia.

Superato questo mese si riducono le possibilità di aborto spontaneo. Chiuso questo mese la mamma entra nel secondo trimestre di gravidanza. 

Tutti i mesi della gravidanza

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli