Home Gravidanza

Test di gravidanza: come e quando farlo

di Valentina Murelli - 22.05.2020 - Scrivici

test-di-gravidanza
Fonte: Shutterstock
Quale scegliere, quando farlo, come farlo, quanto costa, quanto è affidabile. Tutto quello che devi sapere quando hai il sospetto di essere incinta e arriva il momento di fare un test di gravidanza

Hai la sensazione di essere incinta? Per averne la certezza basta andare in farmacia o al supermercato a comprare un test di gravidanza fai da te. Il vantaggio di questo tipo di test rispetto a quelli dei laboratori di analisi è evidente: puoi farlo comodamente a casa e nel giro di pochi minuti ti togli ogni dubbio.

In questo articolo

Come funziona il test di gravidanza

Tutti i test di gravidanza funzionano in base a uno stesso principio: stabiliscono la presenza o meno nel sangue o nelle urine della beta-hCG, una frazione della gonadotropina corionica, il cosiddetto ormone della gravidanza. Si tratta di un ormone che viene prodotto dal primo abbozzo della placenta già a partire dall'impianto in utero dell'embrione, che avviene all'incirca 6-7 giorni dopo la fecondazione ed è molto importante per la regolare progressione delle prime settimane di gravidanza.

Appena inizia la sua produzione, l'ormone passa dapprima nel sangue - dove può essere rilevato già 7-10 giorni dopo il concepimento - e dopo qualche altro giorno viene smaltito con le urine. I classici test di gravidanza in stick fai da tedisponibili in farmacia o al supermercato rilevano la presenza di beta-hCG nelle urine in genere dal primo giorno di ritardo della mestruazione (12-14 giorni dopo la fecondazione), o in alcuni casi anche da due-quattro giorni prima.

L'esame della beta-hCG nel sangue viene in genere fatto presso laboratori di analisi (è necessario un prelievo di sangue), ma di recente è stato messo sul mercato un test fai da te, da fare a casa, che si basa sull'analisi di una piccola goccia di sangue prelevata da un dito. 

Come si fa il test di gravidanza sulle urine

Il funzionamento dei test di gravidanza fai da te sulle urine è molto semplice: basta porre per alcuni secondi l'apposita striscia sotto il flusso dell'urina, oppure immergerla nell'urina raccolta in un contenitore pulito e dopo pochi minuti arriverà il risultato. Leggere i risultati è molto semplice: il foglietto illustrativo che accompagna il kit spiega chiaramente come fare.

Nei test tradizionali c'è una finestrella con una linea singola: in caso di gravidanza le linee diventano due, mentre se non sei incinta resta una sola linea. Nei test digitali al posto delle linee possono comparire delle scritte 

  • sei incinta
  • oppure non sei incinta

o delle faccine:

  • sorridente in caso di gravidanza,
  • triste in caso contrario. 

Se la seconda linea del test è sbiadita

A volte può succedere che la seconda lineetta di un test di gravidanza fai da te sulle urine risulti più chiara dell'altra, poco visibile o sbiadita. In questo caso il risultato va comunque interpretato come positivo, ma per sicurezza si può ripetere il test alcuni giorni dopo. A quel punto anche la seconda linea dovrebbe risultare più marcata. In alternativa, se proprio si desidera una risposta in giornata, si può eseguire un analisi del sangue in un laboratorio di analisi, con misurazione della quantità di Beta-hCG.

Quando fare il test di gravidanza

Risponde Rossella Nappi, professoressa di ostetricia e ginecologia all'Università di Pavia e ginecologa presso il Pliclinico San Matteo di Pavia: "Il test va fatto quando il ciclo mestruale è in ritardo rispetto alla sua canonica 'tabella di marcia', oppure si avvertono sintomi particolari, come:

  • sentirsi eccessivamente affaticate durante la giornata;
  • crollare dal sonno la sera dopo cena;
  • provare un senso di nausea o di fastidio per alcuni odori e sapori;
  • provare una tensione eccessiva al seno o dolori simil mestruali"

"I test fai da te del supermercato o della farmacia vanno benissimo" sottolinea Nappi, "ma il mio consiglio è sempre di aspettare almeno il primo giorno di ritardo delle mestruazioni, per evitare delusioni e ansie esagerate. Ricordiamo che per progetto della gravidanza la parolad'ordine dovrebbe sempre essere no stress". 

In caso di risultato positivo, alcuni test di ultima generazione suggeriscono anche da quanto tempo potresti essere incinta.

Test di gravidanza, quando farlo? Ascolta nel podcast la risposta di Rossella Nappi.

"Se possibile, meglio eseguire il test sulle prime urine del mattino" dichiara Nappi. "Anche se  anche se quelli attualmente in commercio sono validi e sensibili e il rischio di falsi positivi (cioè il test dice che le donna incinta ma non è vero) e di falsi negativi (cioè la donna è incinta ma il test dice di no) è molto raro, è sempre bene fare le cose per bene".

Questo a meno che non ci sia una valida ragione per fare il test a metà pomeriggio o nel cuore della notte: "Per esempio un disturbo fastidioso che mette in allarme. Allora va bene a qualunque ora, e se il test è negativo lo si può ripetere il giorno dopo alla mattina".

Test di gravidanza precoci

Alcuni test sono in grado di rilevare quantità minime di ormone hCG e possono dunque essere utilizzati anche 2-4 giorni prima rispetto al giorno previsto per l'arrivo della mestruazione, circa 12 giorni dopo il rapporto sessuale considerato a rischio. Molti esperti ritengono comunque più affidabili quelli indicati a partire dal primo giorno di ritardo del ciclo mestruale.

Esistono inoltre test che dichiarano di identificare una gravidanza fino a una settimana prima di quella che dovrebbe essere la data delle nuove mestruazioni (a patto ri avere cicli regolari di 28 giorni): sono sempre test casalinghi fai da te, ma da eseguire su sangue. Con una specie di spillo si pratica una piccola puntura su un polpastrello, e lo si spreme un pochino per far uscire una goccia di sangue. A questo punto, si avvicina lo stick del test alla goccia di sangue, per caricarla in un apposito canalino che dovrà risultare completamente pieno. Si mette il test in piano, si aspettano 10 minuti e il gioco è fatto: se compare una sola linea significa che non sei incinta, se ne compaiono due che lo sei.

Ma attenzione: anche se possono esserci situazioni in cui è utile e importante sapere il prima possibile se c'è una gravidanza in corso (per esempio se la donna svolge un lavoro a rischio o assume farmaci non consentiti in gravidanza), l'utilizzo di test molto precoci può aumentare l'ansia della donna. Come ha sottolineato Rossella Nappi, c'è il rischio di illudersi per niente, perché si è convinte di essere incinte e invece, più o meno puntuali, le mestruazioni arrivano. O quello di convincersi che c'è qualcosa che non va, se dopo questo test molto precoce le mestruazioni arrivano. "Il problema è che molto spesso accade, in natura, che la gravidanza parta ma si arresti quasi subito, addirittura prima che la donna abbia modo di accorgersi che c'è stata. Si parla di gravidanza biochimica ed è un fenomeno assolutamente fisiologico e comune".

Test di gravidanza fai da te, il costo

Il costo di un test di gravidanza casalingo va dai 5-7 ai 10-20 euro. 

Test di gravidanza positivo

Il test di gravidanza è positivo: congratulazioni, sei incinta! "La prima cosa da fare a questo punto, se non lo stai già facendo, è assicurarti di assumere una compressa di acido folico al giorno" dichiara Rossella Nappi. "Inoltre, stai attenta a lavare bene frutta e verdure e a evitare salumi crudi e carni poco cotte: potresti essere sensibile alla toxoplasmosi. Infine, naturalmente è il momento di avvisare il ginecologo o l'ostetrica di fiducia e di fissare la prima visita in gravidanza". 

Test di gravidanza negativo

Ci sono due ragioni per le quali potresti avere ottenuto un risultato negativo del test: perché effettivamente non sei incinta o perché lo hai eseguito troppo presto e il test non è stato in grado di rilevare livelli ancora troppo bassi di ormone hCG. Se hai comunque il dubbio di poter essere incinta, puoi ripetere il test qualche giorno dopo: anche una o due settimane dopo, se hai cicli mestruali molto irregolari. Se il test continua a essere negativo e le mestruazioni proprio non arrivano contatta il tuo ginecologo. 

Test di gravidanza fai da te, quanto sono affidabili

I test di gravidanza fatti a casa hanno un'affidabilità intorno al 98-99%, quindi nella grande maggioranza dei casi danno un risultato certo e affidabile. Perché questo accada, però, devono essere eseguiti in modo corretto e seguendo attentamente le istruzioni del produttore.

I falsi positivi

Può succedere - davvero molto raramente - che il test dica che sei incinta anche se non è vero. Questo potrebbe verificarsi a causa dell'interferenza di alcuni farmaci (in particolare farmaci per la fertilità contenenti hCG) oppure in presenza di tumore alle ovaie.

I falsi negativi

Sempre rari, ma un po' più frequenti, sono i cosiddetti falsi negativi: in questo caso il test dà un risultato negativo, ma in realtà la gravidanza c'è. Un risultato falso negativo può verificarsi se il test è stato eseguito troppo precocemente, quando ancora i livelli di hCG nelle urine erano troppo bassi per poter essere rilevati. Oppure se il test è stato letto troppo in fretta o, ancora, se è stato eseguito su urine eccessivamente diluite. Ecco perché è molto importante seguire attentamente le istruzioni del produttore che  indicano anche quanto tempo aspettare prima di leggere il risultato, ed evitare di bere troppo prima di fare il test.

Come già detto, se il test è negativo ma sospetti comunque di essere incinta e le mestruazioni continuano a non arrivare, la cosa migliore da fare è ripeterlo dopo alcuni giorni (meglio una settimana o anche due, per sicurezza, se i cicli sono irregolari).

Test di gravidanza sul sangue: quando ha senso farlo

In passato, il dosaggio delle beta-hCG nel sangue tramite analisi di laboratorio veniva utilizzata per avere un'idea dell'andamento della gravidanza nelle prime settimane. Se tutto va bene, infatti, la concentrazione nel sangue di questo ormone aumenta molto nel primo trimestre e, soprattutto nelle prime settimane, tende a farlo in modo molto regolare, raddoppiando all'incirca ogni 2-3 giorni.

Oggi, tuttavia, si ritiene che non abbia più molto senso proporre questo dosaggio di ruotine (anche se alcuni medici lo consigliano ancora), perché per sapere se si è incinte basta il test delle urine, mentre per capire come stanno andando le cose è più utile un'ecografia, eseguita a partire da due settimane dopo il test positivo

L'esame, tuttavia, rimane utile in alcune circostanze e cioè quando quando la prima ecografia - eseguita magari molto precocemente perché ci sono state delle perdite di sangue - risulta dubbia, o perché non si vede niente, o perché quello che si vede non corrisponde all'atteso. Per esempio, si vede una camera ovulare ma non si vede l'embrione. Questo può verificarsi in tre casi:

  1. quando la gravidanza c'è, ma è più indietro del previsto;
  2. quando la gravidanza c'era, ma c'è stato un aborto;
  3. quando la gravidanza è extrauterina, cioè localizzata fuori dall'utero.

In queste circostanze viene raccomandata una serie di due/tre dosaggi successivi di betahCG a distanza di un paio di giorni l'uno dall'altro, perché il loro andamento può aiutare a capire cosa sta succedendo. Se raddoppiano la gravidanza procede, se  diminuiscono purtroppo si è fermata e se aumentano senza raddoppiare è possibile che si tratti di una gravidanza extrauterina

Domande e risposte

Come si fa un test di gravidanza?

I test di gravidanza domestici sono molto semplici da eseguire: devi mettere l'apposita striscia per qualche secondo sotto il flusso di urina, oppure immergere lo stick in un contenitore pulito, dove avrai raccolto l'urina.

Quando si può fare il test di gravidanza?

Il test di gravidanza è uno strumento semplice ed efficace per scoprire se si è in dolce attesa. L'ideale è farlo a partire dal primo giorno di ritardo delle mestruazioni, con le prime urine del mattino.

Come leggere il test delle beta-hCG?

La concentrazione delle beta-HCG nel sangue cresce molto rapidamente nelle prime settimane di gravidanza, raddoppiando ogni 2-3 giorni. Tuttavia non è consigliato eseguire di routine questo dosaggio per datare la gravidanza o valutarne l'andamento, perché l'intervallo di valori possibili è molto ampio. 

TI POTREBBE INTERESSARE

Leggi articoli su

articoli correlati

ultimi articoli