educazione

10 consigli di buona educazione per sopravvivere ai cenoni natalizi

Di Niccolò De Rosa
tavola-natale
20 Dicembre 2016 | Aggiornato il 20 Dicembre 2017
Le feste sono alle porte, così come gli immancabili (e impegnativi) banchetti natalizi: ecco alcune regole per non fare pessime figure dal sito cosmopolitan.com. Per esempio è meglio non arrivare in anticipo, non monopolizzare gli ospiti e non portare qualcosa ancora da cucinare.
Facebook Twitter More

Esiste un'etichetta anche per i fastosi banchetti natalizi? Ovviamente sì, e anche se si ha la fortuna di passare il Natale tra i parenti e gli amici di una vita, è sempre bene comunque adottare alcune accortezze che, se disattese, potrebbero far arricciare il naso a qualche zia bacchettona o all'amica stressata per le troppe pietanze preparate!

 

Ecco dunque alcune cosa da NON fare per mantenere la pace ed il clima festoso in ogni occasione conviviale ed essere ricordati quindi come gli ospiti perfetti che chiunque avrebbe piacere ad invitare...

 

1) NON ARRIVATE TROPPO PRESTO

Certo, la mancanza di puntualità è da veri maleducati, ma anche arrivare con troppo anticipo può causare qualche disagio al padrone di casa. A meno che non ci sia una una complicità consolidata nel tempo, non è mai bello dover ultimare i preparativi con gli occhi dell'ospite che vi fissano costantemente. Per non parlare poi dei silenzi imbarazzanti che potrebbero venirsi a creare in mancanza di argomenti o confidenza. Meglio spaccare il minuto che arrivare con mezz'ora di anticipo!

 

2) NON GIROVAGATE PER LE STANZE

Anche in case molto frequentate, non è mai elegante gironzolare tra le camere della casa senza un esplicito invito o un valido motivo: si rischia di fare la figura degli impiccioni e di mettere a disagio i padroni di casa.

 

3) NON PORTATE CIBI ANCORA DA CUOCERE

A meno di dichiarati accordi con chi vi ospita («Senti, io faccio il primo, nonna gli antipasti e tu porta qui l'arrosto che io ho il forno più grande»), non è consigliabile portare pietanze ancora da ultimare. Non è gentile, non è rispettoso. Piuttosto un dolce o del vino.

 

4)  CONTROLLATEVI A TAVOLA

Evitare il rutto libero e tenere i gomiti composti non è sufficiente: non usate la vostra posata per toccare il cibo di portata, non attingete dai piatti altrui né fate la "scarpetta", che, benché deliziosa, non è proprio prevista dal galateo (soprattutto se il piatto non è il vostro!)

 

5) DOGGY BAG

Se è vero che è un peccato buttare le melanzane fritte di zia Assunta, è anche vero che la Doggy Bag è consentita solo su espresso invito da parte dei padroni di casa. È severamente vietato portarsi da casa vassoi appositi per gli avanzi o riprendersi bottiglie o dolci offerti a inizio pasto!

| Pixabay

6) NON MONOPOLIZZATE GLI OSPITI

Anche se conoscete solo una persona su tutta la tavolata, non potete certo escluderla dal resto della conversazione e ingabbiarla in infinite chiacchiere personali. Apritevi agli altri e lasciate che i discorsi (e magari il vino) rendano tutti più coinvolti.

 

7) USO DELLO SMARTPHONE O DEL TABLET

Odioso stare a tavola con gente che non ti guarda in faccia perché fissa a scrutare uno schermo luminoso, così come è altrettanto fastidioso tediare gli altri commensali costringendoli a vedere post o contenuti social per tutto il tempo. Cosa mai potrà fregare al cognato del video dei gattini che suonano il pianoforte?!?!

 

8) LE CRITICHE

Qualunque pranzo (soprattutto nei periodi delle feste) richiede tempo e fatica: stare a sottolineare ogni nota sapida e ogni difetto di cottura non è per nulla carino (e nemmeno sicuro se il cuoco o la cuoca hanno sottomano i coltelli da cucina!). Se qualcosa non vi piace, state zitti e cercate di avanzare meno roba possibile.

 

9) NON FATEVI SERVIRE E RIVERIRE

Probabilmente i padroni di casa non vi faranno alzare un dito, ma offrirsi di dare una mano a sparecchiare o a servire a tavola è una cosa buona e giusta. Ricordatevi che non siete al ristorante!

 

10) CONGEDO

Sembrerà banale, ma il saluto e il ringraziamento per la serata (anche se avete mangiato da schifo e la suocera vi ha torchiato tutto il tempo) non vanno mai scordati. Opzionale: promessa di un ricambio di invito a casa vostra.