Letture di Natale

15 libri per bambini da regalare per Natale

Di Nostrofiglio Redazione
librinatale.600
14 dicembre 2012
Dai mamma, regalami un libro per Natale... Ecco 15 titoli speciali di libri per ogni occasione ed età

di Marzia Rubega

 

Libri che fanno ridere, scoprire cosa c'è intorno, superare le paure, affrontare le emozioni, le novità e i cambiamenti... Ma soprattutto ogni pagina apre un mondo ai più piccoli e a chi sa già leggere per conto suo, 'nutre il cervello' e regala un viaggio, unico e irripetibile, sulle ali della fantasia.

 

Dai, leggiamo, insieme, ad alta voce, non per obbligo, ma per il puro piacere di farlo.

 

Ecco 15 titoli speciali (scelti con cura e passione da una ex libraia, pedagogista, insegnante e mamma!) per ogni occasione ed età...

 

Ridi che ti passa

Chris Haughton, Oh-oh!, pp. 40, Lapis Edizioni, € 13,50

 

Un delizioso gufetto cade dal suo nido su un alto albero, mentre dorme accanto alla mamma, e si trova, improvvisamente, solo nella foresta. Così comincia la storia del piccolo pennuto dagli occhi grandi, in un gioco, senza parole, con una mezza pagina (un espediente caro ai più piccoli) che si apre e lo mostra a testa in giù. In questo mondo, tra verde intenso del cielo e toni rosso-arancio per il terreno, dove si stagliano le sagome scure delle piante, uno scoiattolo vede il piccolo a terra e corre, subito, a soccorrerlo. Il contrasto dei colori di queste prime pagine, dove l'immagine (davvero originale) non ha neanche bisogno di parole, domina tutto l'albo, in un'alternanza di sfondi vivaci o bianchi, popolati da animali stilizzati (e, comunque, buffi e teneri). Il roditore vuole aiutare l'uccellino a ritrovare la sua mamma, ma non sa chi sia, e chiede al piccolo di descriverla. Peccato che non abbia molto intuito, così porta il gufetto da un orso, un coniglio, una rana, in una giostra di equivoci sempre più divertenti. Testo e immagini di grande impatto, in perfetto equilibrio, per questo racconto, dolce e spiritoso, adatto anche ai piccoli (già intorno ai 2 anni e mezzo) Non a caso, il giovane autore inglese (un designer) ha già vinto oltre una decina di premi.

 

Roald Dahl, Gli Sporcelli, pp. 112, Salani Editore, € 10,00

 

Sporchi, brutti e, soprattutto, molto cattivi: ecco il Signore e la Signora Sporcelli che passano tutto il tempo a farsi orribili scherzi a vicenda.

 

L'omone ha la faccia ricoperta di peli, dove gli restano spesso appiccicati residui di cibo, la moglie non è così pelosa ma ugualmente ripugnante perché entrambi non si lavano mai... Un racconto esilarante del grande Maestro Roald Dahl, da leggere insieme a voce alta, che strappa la risata a piccoli e grandi.

 

Pieno di trovate divertenti (il protagonista vuole creare un numero da circo con le sue 4 scimmie), è un classico che si presta (ottimamente) per invogliare alla lettura, anche 'da soli', i bambini della scuola primaria (dalla seconda in poi e anche medie)... Lo adoreranno!

 

Marta Altés, Il mio nome è NO!, pp. 32 , Sinnos Editrice, € 8,50

 

Sfondo bianco, testo breve in stampatello e deliziose immagini a tinte vivaci per questo racconto in prima persona dal punto di vista di un simpatico cane dal pelo rossiccio. 'Ciao, il nome è NO' - si presenta nella prima pagina dell'albo e inizia a raccontare la sua vita con la famiglia che, secondo lui, lo adora.... Perché? Facile, quando lui li aiuta a correre veloci dappertutto o a cercare tesori in giardino, qualcuno grida sempre il suo nome: 'NO!'. La stessa cosa avviene, ogni volta che assaggia il cibo per primo o scalda i letti per loro... Le affermazioni del cane, che è convinto di comportarsi benissimo, proprio come un bambino che ne combina (involontariamente) di tutti i colori, creano un effetto comico a ogni pagina. Il contrasto tra le sue intenzioni e le immagini dei 'disastri', accompagnate da un 'NO' sempre più grande (racchiuso in una nuvoletta colorata), creano un paradosso sempre più divertente... Che si scioglie nel finale a sorpresa. Da leggere a voce alta, esaltando l'ironia (magari, in modo un po' plateale per i più piccoli), per ridere insieme (dai 3-4 anni).

 

Leggi anche: Le fiabe stimolano la fantasia e vincono le paure

 

Per tipi (molto) arrabbiati

Claudia Rueda, NO, pp 44, Lapis, € 11,50

 

Il piccolo orso di questa storia (premio Nati per Leggere 2012 miglior libro 6-36 mesi ) che gioca con la poesia di un mondo bianco e grigio, tra trasparenza lucide e delicate sovrapposizioni, mostra una sua ben precisa personalità. E lo fa con una sequela di NO a tutte le argomentazioni della sua mamma. È tempo di dormire, ma lui non ne vuole proprio sapere, e poi non fa freddo e non ha voglia di rientrare e non ha fame... Il cucciolo, come ogni bambino (soprattutto nella fascia 2-3 anni), rivendica la sua autonomia attraverso il rifiuto e i capricci. Ma anche la fase dei no (e la rabbia) è una tappa importante della crescita. Non servono le parole per calmare l'orsetto che si sente forte e coraggioso e vuole esplorare il mondo... Un desiderio comune a tutti i piccoli che dicono no e scoprono, da soli, come il protagonista del racconto, 'una bufera di neve'... Da leggere, e rileggere, insieme, per farsi catturare dalla magia delle immagini e accettare che non si può giocare tutto il giorno.

 

Bruno Tognolini (illustrazioni Giulia Orecchia), Rime di rabbia, pp 71, Salani, € 7,00

 

I più piccoli manifestano, spesso, la rabbia con tutto il corpo: lacrime, strilli e movimenti concitati di braccia e gambe. Una situazione che ogni genitore, prima o poi, si trova ad affrontare. E non dovrebbe mai 'negare' o liquidare facilmente con il tipico 'Dai, non fare così, smettila! Non arrabbiarti!'. Neanche quando il piccolo è 'grande' e non scalcia più. È importante riconoscere ed esprimere ogni tipo di emozione, anche quelle più esplosive, per imparare, col tempo, a gestirle. Questo è un punto su cui tutti gli psicologi sono d'accordo e vale anche per i più grandi (ragazzi e adulti). La rabbia, insomma, è meglio 'tirarla fuori' a ogni età. Un'occasione per farlo, in modo speciale (e quasi terapeutico), è con la complicità delle 50 invettive per le rabbie di tutti i giorni di Bruno Tognolini, poeta e scrittore, considerato erede della lezione di Gianni Rodari (ma lui, quando ne parla sul suo sito, si schernisce). Con la sua parola poetica, forte, precisa e ironica, passa in rassegna e dà forma a ogni tipo di rabbia che un ragazzino può provare (a scuola, a casa, con gli amici, verso il mondo).

 

Un libro prezioso che dà sfogo al caleidoscopio di emozioni che scatenano la rabbia, da leggere insieme (e magari recitare) per dare sempre voce anche a un sentimento così 'scomodo'. Per bambini, adolescenti e genitori...

 

Maurice Sendak, Nel Paese dei mostri selvaggi, pp. 44, Babalibri, € 12,50

 

Un grande classico (tra i libri più venduti per l'infanzia) - oggetto di molte polemiche al tempo della sua uscita, nel 1963 - che affronta il tema della rabbia dal punto di vista del bambino. Non a caso, piace moltissimo ai piccoli lettori di ieri e a quelli di oggi (e non spaventa come affermavano i critici) per le creature orrende e mostruose al centro della storia . Il protagonista, Max, una sera, si arrabbia moltissimo e cerca di seminare (riuscendoci!) caos in tutta la casa. Quando la mamma lo richiama, chiamandolo 'Mostro selvaggio' e lo manda in camera sua, lui dichiara che l'avrebbe sbranata... Una volta solo, la rabbia si trasforma in qualcosa d'altro, un'esplosione di fantasia: la stanza diventa una fitta foresta e lui parte su una barchetta per un lungo viaggio verso il paese dei mostri selvaggi. Qui, Max mette tutti in riga e diventa re ma, dopo tante avventure, avrà voglia di tornare a casa. Perché anche un sentimento 'oscuro' e difficile da gestire, come la rabbia, alla fine si sgonfia... Un racconto che dà sfogo a questa emozione e aiuta i bambini ad accettarla.

 

Raccontami una storia...

Carlo Biglioli (illustrazioni Silvia Bonanni), Pinocchio, Canzoni con il naso lungo, pp 48, Il Castoro, € 18,00 (libro + cd)

 

La storia di Pinocchio, pur se in forma ridotta rispetto all'originale dello scrittore Carlo Collodi (1826-1890), la conoscono tutti (e, per una volta, lasciamo perdere la Disney, come dice da anni l'esperto di letteratura per ragazzi Roberto Denti). Comunque, non è così facile trovare una versione che offra un mix felice di testo e immagini, adatta a bimbi di età diverse (prescolare e primaria).

 

Ci ha provato con grande originalità il cantautore Carlo Biglioli, educatore e maestro d'asilo, 'voce' della band Famiglia Rossi coinvolta (per gli arrangiamenti) in questo progetto letterario-musicale. È nato un libro 'nuovo' e poetico che racconta - tra parole, musica e immagini - gli episodi principali del celebre burattino monello. Con le suggestive (e coloratissime) illustrazioni a collage di Silvia Bonanni, ogni pagina racchiude un momento delle avventure del bimbo di legno, interpretate dalle 15 canzoni dell'artista (nel cd allegato al volume). Rime contagiose (facili da memorizzare anche per i più piccoli) e divertenti, ritmi lenti, allegri e travolgenti che regalano una versione unica e gioiosa di questo classico della letteratura per l'infanzia. Per tutti, anche per mamma e papà..

 

Jacob e Wilhelm Grimm, Fiabe con i baffi, (interpretate da Giusi Quarenghi, illustrate da Anna Curti), pp 40, Franco Cosimo Panini, € 16,00

 

Ricordate ancora (con nostalgia) le storie classiche raccontate dalla nonna? È ora di leggerle ad alta voce anche ai vostri bambini. Un assaggio della famosa raccolta dei Fratelli Grimm - quest'anno ricorre il bicentenario della sua uscita - torna nella interpretazione di Giusi Quarenghi con le delicate e poetiche illustrazioni di Anna Curti. Sette fiabe, forse tra le meno note (a parte I Musicanti di Brema), dove i protagonisti sono animali che parlano, cercano di campare al meglio e, spesso, fanno i furboni. Ecco, allora, tanto tempo fa il lupo che decise di fare coppia con la volpe per non soffrire più la fame... Il gatto imbrogliò il topo e poi se lo mangiò, le oche riuscirono ad avere la meglio sulla volpe, e un gruppo di animali da cortile sconfisse per sempre il Babau che spaventava i bambini... Le caratteristiche di questi personaggi assumono, talvolta, una dimensione caricaturale o si animano di ironia, che strappa il sorriso a piccoli e grandi. Perché ogni animale rappresenta, tra paradosso e fantasia, virtù e difetti umani. Quaranta pagine che restituiscono tutta la potenza e magia narrativa delle fiabe tradizionali: perfette per appassionare chi frequenta la primaria.

 

Giusi Quarenghi (illustrazioni Chiara Carrer), I tre porcellini, pp. 32, Topipittori

 

La classica fiaba dei Tre Porcellini, tanto amata anche dai più piccoli, si trasforma in un racconto 'nuovo' dalla penna di Giusi Quarenghi che gioca tra passato e presente con ironia. Un tono leggero e preciso, capace di evocare l'effetto comico senza forzature, che strappa il sorriso già dalle prime righe... Perché qui c'è una bella famiglia di porcelli convinta che i tre figli siano ormai abbastanza grandi per andarsene: 'I nostri tre porcellini si stanno facendo tre porcelli. Questo è un porcile, non un albergo. Perché non se ne vanno a stare per conto proprio?'. Ma le sorprese non sono finite... Il terzo porcellino, in realtà è una 'lei' che sembra battere per iniziativa e astuzia i due fratelli e li salverà dal lupo cattivo. Che sia una (sottile) rivendicazione dello spirito pratico tipicamente femminile? Poco importa, la storia è divertente e mantiene il finale positivo e liberatorio tipico della tradizione. Un perfetto 'libro esca' (come direbbe la scrittrice Grazia Mauri) per invogliare i bambini della primaria a leggere anche 'da soli', in compagnia del tratto essenziale e originalissimo dell'illustratrice Chiara Carrer.

 

Emozioni belle e brutte

Emma Dodd, Un cucciolo tutto per me!, pp 38, Lapis Edizioni, € 14,50

 

Un dialogo tra un bimbo e la sua mamma che segue il tipico 'meccanismo', noto a ogni genitore: a una raffica di richieste infantili, l'adulto oppone logica e spiegazioni. In questo caso, Tommy, il piccolo protagonista con capelli ricci e occhi grandi, chiede di prendere un cucciolo promettendo che se ne occuperà lui... Vi ricorda qualcosa? Quello di avere un animale è un desiderio (e una battaglia per alcune famiglie!) che sembra rientrare nel repertorio comune a ogni bimbo.

 

'Cosa ti piacerebbe?' - chiede la mamma che è una sorta di 'voce' fuori campo, tanto che non compare mai nelle immagini grandi e colorate tipiche della mano di Emma Dodd, autrice inglese di molti best-seller per bambini. A ogni pagina - che gioca sul ritmo e la ripetitività (perfetta, quindi, anche per i piccoli di 2-3 anni) - le proposte del bimbo si fanno sempre più 'assurde' (e divertenti): Tommy vorrebbe un elefante, un leone, un orso, un tirannosauro... E alla fine? A sorpresa, anche la 'normalità' può non essere davvero tale.

 

Sara Sahinkanat (illustrazioni Paolo Domeniconi), Leo otto volte eroe, pp 48, Sinnos, € 13,50

 

Una storia semplice e delicata che valorizza la 'differenza' e aiuta ad accettare se stessi con serenità. Ovviamente, un libro non è una pozione magica ma permette al bimbo di riconoscere (e identificarsi) una situazione ed emozioni difficili a lui ben note. Il polipetto Leo, protagonista del racconto, ha un'aria davvero tristissima: ogni mattina deve faticare tanto per vestirsi ed è stanco di questo lungo e noioso rituale quotidiano. La mamma cerca di consolarlo ma Leo non sente ragioni, non gli piace proprio essere un polipetto. Pensa che sarebbe meglio essere una anguilla così dovrebbe infilare una sola manica e non 8 come fa lui tutti i giorni! Ma alla fine, questa sua peculiarità (gli 8 tentacoli) che lo rende così insofferente si trasformerà in una preziosa risorsa di cui sarà, finalmente, molto fiero... Un albo ben illustrato, che avvolge in mondo di pesci dove nevica e gioca sui toni dei grigi e sui colori più accesi per i personaggi. Da leggere insieme ad alta voce ai più piccoli (3 anni), e anche da soli (il testo è in stampatello) per i 'grandi' della primaria.

 

Perrine Ledane (illustrazioni Lotte Braüning), Lison ha paura, pp 32, Topipittori, € 14,00

 

In un'atmosfera onirica e quasi impalpabile, evocata dalle illustrazioni lievi e delicate di questo albo, Lison, la piccola protagonista passa in rassegna l'intero repertorio di paure infantili. In un dialogo, che si ripete con la stessa formula a ogni pagina, la bambina chiama in causa tutta la famiglia... 'Mamma, ho paura' , esordisce Lison senza chiarire perché. E non vuole neppure essere vezzeggiata. Al tentativo materno di capire di cosa abbia timore - del lupo, forse?, azzarda la mamma - la bimba nega e spiega, in modo molto razionale, che i lupi sono innocui.

 

Questo meccanismo, in cui la piccola dichiara di avere paura a nonni, zii, amici, fratelli, per poi 'smontare' lei stessa le possibili cause del timore come se fosse l'adulta, si rinnova a ogni pagina. Ritmo e immagini affascinano (e quasi ipnotizzano): da leggere a voce alta con i più grandi (dai 6 anni) per scongiurare ogni tipo di paura.

 

Leggi anche: Mamma, raccontami una storia

 

Per chi è piccino

Rebecca LaCoq (illustrazioni Umberto Scalabrini), A tutta nanna, pp. 32, Sinnos Editrice, € 10,00

 

Il momento del sonno è spesso un 'incubo' (ad occhi aperti!) per molti genitori. Perché il pargolo, anche se non parla ancora, o ha appena imparato a farlo, si fa capire benissimo e non ne vuole proprio sapere della nanna. Il rito della favola della buona notte può essere un grande alleato per rassicurare il bimbo e convincerlo a dormire. E poi lo fanno proprio tutti: gli orsi nella tana, i pinguini al Polo e perfino i pipistrelli a testa in giù riposano tranquilli quando scende la notte... Con una carrellata di simpatici animali, presentati dalla mamma al suo bimbo che strilla ('Non voglio dormire!'), si apre questo albo illustrato (di piccolo formato con pagine cartonate e testo in stampatello), adatto ai più piccoli. Una storia dolce e poetica che suggerisce a ogni bambino un buon motivo per abbandonarsi al sonno con gioia: i sogni. Tutto può capitare quando si sogna, le avventure più incredibili diventano possibili ('giocare tra le onde insieme ai delfini e poi immergerti giù, nel profondo, a cavallo di una balena'...) - ì racconta la mamma del libro al figlioletto che non dorme. Ogni pagina è un inno alla fantasia, tra parole e immagini grandi e dai colori accesi con un tratto chiaro e 'definito', adatto anche ai piccolissimi.

 

Gek Tessaro, I bestiolini, pp. 28, Franco Cosimo Panini, € 11,00

 

Un divertente albo cartonato dedicato ai più piccoli della collana Zerotre (che ha vinto il Premio Andersen 2009 come migliore progetto editoriale). Qui sfilano e si presentano in rima gli animaletti, a volte un po' nascosti e dimenticati, che vivono tra i prati. Api, ragni, bruchi, formiche, lumache e cavallette si riscattano dal solito anonimato e diventano protagonisti delle filastrocche del pluripremiato autore e illustratore Gek Tessaro. Da leggere ad alta voce, con il bimbo in braccio, guardando insieme (e indicando) le immagini, in attesa, di farlo ancora, all'aperto, per mostrargli dal vero le piccole creature.

 

Antonella Abbatiello, La casa dei gatti piccini, piccini picciò, pp 24, La Coccinella, € 6,90

 

Nel paese dei gatti, in un mondo dai toni caldi e sfumati, tra colline verdi, punteggiate di fiorellini rosa, e nuvole che sembrano di zucchero filato, vive anche Zampanò. Il micio protagonista di questa deliziosa e breve filastrocca – con un ritmo adatto ai piccolissimi (da 18 mesi) - decide di invitare gli amici a cena. Tutti accettano e ne arrivano a frotte: riusciranno a entrare nella casa del simpatico gattino? Dolce finale a sorpresa nell'ultima pagina (che si apre e diventa grande) per questo 'quadrotto' cartonato, dalle immagini poetiche, perfetto per le manine dei più piccoli.

 

Guarda anche la gallery dei regali sotto i 10 euro che piacciono ai bambini

 

Leggi lo speciale dedicato al Natale