Natale

Albero di Natale, il decalogo per renderlo sicuro per i bimbi

neonatonatalealbero
25 Novembre 2014 | Aggiornato il 12 Novembre 2018
È la decorazione tradizionale per le feste di Natale, ma può rappresentare un pericolo per i più piccoli. Ecco 10 consigli per fare un albero di Natale sicuro: dalle luci a norma alla base appesantita, dalle palline in plastica ai nastri di 15 cm, eliminando tutto ciò che può sembrare un dolce.
Facebook Twitter More

Manca un mese e mezzo al Natale e manca ancora meno al tradizionale montaggio dell'albero. Che, però, può essere anche un pericolo, soprattutto se in casa ci sono bambini piccoli: lucine, candele, palline colorate, addobbi che sembrano biscotti o caramelle... tutto ciò che è appeso all'albero, agli occhi di un bambino, è un oggetto che sembra essere stato messo lì apposta per essere preso, e magari anche infilato in bocca. E, tirando gli addobbi, c'è anche il rischio che l'albero si sbilanci e cada addosso al piccino.

Pericoli che possono essere evitati con alcuni semplici accorgimenti: ecco dunque il decalogo per preparare un albero di Natale sicuro, con diversi spunti tratti dai consigli dei vigili del fuoco. (FAI ANCHE: IL TEST DELL'ALBERO DI NATALE)

 

  1. Appesantire la base per evitare che l’albero cada. Se si tratta di un albero finto, quando lo montate cercate di appesantirne il più possibile la base: alcuni sono dotati di un vaso (nel quale infilare il fusto) che può essere riempito di pesi per stabilizzarlo; per altri, che dispongono solo di un treppiede, l’operazione è più difficile ma non impossibile (ad esempio il treppiede può essere infilato in uno scatolone, da riempire poi di libri). Se l’albero è vero, invece, la base è già abbastanza stabile, ma dovete assicurarvi per il bambino non venga attratto come una calamita dalla terra contenuta nel vaso.

  2. La sicurezza in cima. Un altro accorgimento utile per evitare che l’albero cada è quello di legarne la cima con lo spago a un mobile vicino (che dev’essere pesante, per evitare che cada anch’esso): in questo modo diventa molto più difficile ribaltarlo.

  3. No alle palline in vetro. Sono sicuramente più belle, più artistiche, più romantiche, ma le decorazioni in vetro, quando in casa c’è un bambino, sono assolutamente vietate. Perché, se l’albero si ribalta, o anche solo se il piccolo riesce a raggiungerne una e a staccarla, il pericolo che vada in frantumi e che lo ferisca è molto alto. Meglio, quindi, optare per decorazioni in plastica, accertandosi che non abbiano parti acuminate o bordi taglienti.

  4. Candeline vietate. Anche queste decorazioni, come le palline in vetro, sono tra le più classiche per l’albero di Natale, e quando vengono accese contribuiscono come nient’altro all’atmosfera natalizia. Ma fuoco e bambini non vanno d’accordo (così come fuoco e alberi in materiale plastico), quindi meglio evitarle. Anche se si lasciano spente, perché i più piccoli possono scambiarle per dolci e tentare di mangiarle.

  5. Luci a norma. Le lucine colorate sono senza dubbio uno degli ingredienti che contribuiscono a creare l’atmosfera. Ma, come tutti gli apparecchi elettrici, non sono prive di rischi, per cui (oltre a posizionarle in punti non accessibili al bambino) bisogna accertarsi che siano a norma: devono riportare i marchi CE (che garantisce il rispetto della Direttiva 2006/95/CE) e IMQ (che certifica la conformità) e la dichiarazione di conformità allo standard EN60598. Ricordatevi, poi, di spegnere sempre le luci prima di uscire di casa o di andare a dormire.

  6. Prese fuori portata. Una volta montate le luci, bisogna fare particolare attenzione a eventuali fili, prolunghe, prese “volanti”, ciabatte elettriche utilizzati per collegare l’illuminazione alla presa di corrente: tutte vanno posizionate in modo che non siano assolutamente raggiungibili dal bambino.

  7. Attenzione ai nastri. I festoni rappresentano un potenziale pericolo: così morbidi e coloratissimi, per i bambini la tentazione di prenderli dall’albero e avvolgerseli attorno al collo a mo’ di sciarpa può essere forte, con un evidente rischio di soffocamento. Per decorare l’albero, dunque, è meglio usare nastri e nastrini, ma non più lunghi di 15 centimetri in modo che non possano essere avvolti attorno al collo.

  8. La posizione è importante. L’albero, vero o artificiale che sia, naturalmente non va mai posizionato vicino a una fonte di calore come possono essere una stufa o un caminetto, per scongiurare il rischio d’incendio. Per lo stesso motivo l’albero va posizionato lontano da oggetti infiammabili quali tende o mobili imbottiti. Per gli alberi finti, inoltre, bisogna accertarsi che siano in materiale non infiammabile.

  9. Irraggiungibile. Il modo più sicuro per proteggere albero e bambino in un colpo solo è comunque quello di rendere l’abete irraggiungibile, posizionandovi intorno una barriera. Può essere una “recinzione” di quelle utilizzate per delimitare l’area gioco dei bimbi, può essere un divano, può essere un “muro” di pacchi e pacchetti con i doni di Natale… l’importante è che il bambino, stendendo le braccia, non arrivi ai rami. Certo, coprendo l’albero sparisce un po’ di magia; ma a mali estremi, estremi rimedi.

  10. Un albero “speciale”. L’ultimo consiglio è in realtà un trucco: per distogliere l’attenzione del bambino dall’albero di Natale, se ne può creare un secondo “su misura” per lui: un piccolo alberello di pochi centimetri da decorare con pupazzetti, biscotti, peluche… e da lasciare a disposizione del piccino affinché, quando vuole, possa giocare liberamente con quello e non con quello “vero” che resterà invece vietato.

 

la Stella di Natale (Euphorbia pulcherrima)
La Stella di Natale (Euphorbia pulcherrima) | Contrasto

Infine, oltre ai consigli per l’albero di Natale, uno importante riguarda un’altra pianta che addobba le nostre case durante le feste: la Stella di Natale (Euphorbia pulcherrima).

Il suo lattice, infatti, è fortemente urticante per la pelle e le mucose, in particolare quelle dei bambini, ed è tossico se ingerito. Questa bellissima pianta, dunque, non va tenuta alla portata dei piccoli.

Link con i consigli dei vigili del fuoco

Guarda anche: lavoretti di Natale, un angioletto da appendere all'albero

 

 

Ti potrebbe interessare: