Contenuto sponsorizzato

Così coccolo la pelle dei miei figli quando si “arrabbia”

foto-copertina-marzia

Come comportarsi quando la pelle dei bambini si irrita? E come prevenire certe irritazioni, che tanto infastidiscono i nostri bambini? Lo abbiamo chiesto a Marzia Di Francesco, blogger e mamma di due splendidi bambini.

Ciao Marzia, ho visto che hai due meravigliosi bambini: quanti anni hanno?
Ho un maschio che si chiama Alessandro, di quattro anni e mezzo, e Mariasole, che ha un anno e quattro mesi.  

Che tipo di pelle hanno?
Per fortuna nessuno dei due ha problemi specifici della pelle, tipo una dermatite atopica o altre patologie dermatologiche, però ho notato che, come la pelle di tutti i bambini piccoli, anche quella dei miei figli soffre di irritazioni di vario tipo in quanto è più fragile e richiede maggiori attenzioni rispetto a quella di noi adulti.  

Capita che a volte la loro pelle si "arrabbi", ossia che appaia più sensibile e irritata?
Sì, e devo ammettere che a volte basta davvero poco perché succeda. Nella mia esperienza di mamma, una delle irritazioni più frequenti avviene nella zona pannolino, o per lo sfregamento degli elastici sulla pelle o per un contatto un po' più prolungato con urine e feci. Per quanto sia attenta, infatti, spesso è sufficiente un piccolo ritardo nel cambio del pannolino ed ecco che il sederino si arrossa.
Sul viso o in altre zone del corpo invece ho notato che la pelle si irrita e si desquama soprattutto quando è esposta ad agenti esterni, ad esempio quando c'è vento o sbalzi di temperatura, quando fa tanto freddo ma anche quando fa tanto caldo, perché col sudore la pelle fragile di un bambino può arrossarsi e pizzicare.
Anche l'abbigliamento ha la sua importanza, per questo cerco di acquistare sempre biancheria e vestitini in fibre naturali, in special modo nelle zone a diretto contatto con la pelle.

Quali accorgimenti adotti per coccolare la loro pelle in caso di irritazioni?
Innanzitutto cerco di individuare la causa che ha provocato l'irritazione, e poi faccio in modo di non stressare ulteriormente la pelle, ad esempio riduco la durata del bagnetto, perché il contatto prolungato con l'acqua può indebolire ulteriormente le difese cutanee, così come presto particolare attenzione alla temperatura dell'acqua, che non deve essere né troppo calda né troppo fredda (in genere immergo prima il mio gomito nella vaschetta per testare se è ok). Finito il bagnetto, asciugo bene la pelle, soprattutto nelle pieghe del collo, delle braccia e delle gambe, che si arrossano e screpolano con maggiore facilità, tamponando con l'accappatoio e senza strofinare.
Visto che, quando è irritata, la pelle prude e pizzica, mi assicuro che Alessandro e Mariasole abbiano le unghie sempre ben corte, per evitare che, grattandosi, possano peggiorare l'irritazione.
E poi ho scoperto un paio di "rimedi della nonna": mentre allattavo, ogni tanto ho applicato direttamente sulle parti arrossate qualche goccia di latte, che ha avuto un effetto lenitivo, così come mi sono d'aiuto degli impacchi alla camomilla, che passo sulla pelle con dei dischetti di cotone.
Tuttavia il rimedio più pratico, rapido ed efficace quando la pelle dei miei figli si arrabbia è un altro.

Quale?
L'applicazione di una crema specifica lenitiva e antiarrossamento. Direi che è il mio asso nella manica, perché, quando un bambino ha la pelle irritata, è anche più irrequieto, per questo bisogna risolvere rapidamente il suo problema. Non solo: ho visto che l'applicazione di una buona crema è anche la soluzione migliore per prevenire certi fastidi, oltre che per curarli.

Conoscevi già Lichtena® Crema? In quali casi la adoperavi?
Il nome lo conoscevo, perché Lichtena® Crema è famosa, però la prima volta che l'ho usata è stato quando ho dovuto fare i conti con il sederino arrossato di Alessandro: di fronte al suo pianto inconsolabile, sono andata in farmacia ed ho chiesto un rimedio efficace per placare il suo eritema. E mi hanno consigliato Lichtena® Crema. Da quel momento abbiamo cominciato ad utilizzarlo tutti in famiglia ed è un validissimo aiuto in tutte le situazioni in cui vogliamo dare sollievo alla pelle.   

Hai già provato la nuova formula di Lichtena® Crema?
L'ho provata di recente e mi piace ancor di più, perché ho letto che ha una formula ancor più efficace rispetto alla precedente crema, e ha una consistenza soffice e spumosa, non si fa nessuna difficoltà a stenderla e si assorbe molto facilmente. Proprio piacevole da usare!

Quali benefici hai notato sulla pelle dei tuoi figli da quando applichi Lichtena® Crema?
Ho notato che sin dalla prima applicazione la pelle si "placa" subito ed appare più morbida ed elastica, e poi Lichtena® Crema ha un'azione prolungata, perché la sensazione di comfort e di sollievo durano tutto il giorno. Ti racconto un episodio che mi è capitato proprio qualche giorno fa: Mariasole ha avuto una dissenteria, che ha provocato un eritema su tutto il sederino che le dava parecchio fastidio, perché piangeva ed era irrequieta. Ebbene, devo dire che Lichtena® Crema mi ha salvato, perché è stato davvero un rimedio SOS, che in poco tempo ha risolto il problema! 

Usate anche voi genitori Lichtena® Crema?
Sì: mio marito la usa dopo la barba, perché con la lametta capita che la pelle "tiri" e si irriti. Io invece la adopero soprattutto dopo la depilazione, quando le pelle mi appare tutta arrossata e "traumatizzata" dal rasoio o dallo strappo della ceretta. Ma è formidabile anche in inverno quando vada facilmente incontro a screpolature, soprattutto sulle mani, che ho sempre secchissime! In tutti i casi Lichtena® Crema si rivela sempre un ottimo alleato.

Che consigli daresti alle altre mamme che hanno bambini con pelle arrabbiata?
Di adottare tutti gli accorgimenti possibili per difendere la pelle da irritazioni: proteggerli dal freddo e dall'esposizione al sole; vestirli sempre a strati, in modo da aggiungere o togliere qualcosa a seconda che faccia più o meno freddo perché, se il freddo fa male, anche il sudore può essere nocivo per la pelle; adoperare detergenti specifici per la loro cute sensibile e delicata, dal momento che i detergenti che usiamo noi adulti possono risultare troppo aggressivi per loro.
Infine, prendere l'abitudine di coccolare sempre la loro pelle con una crema che sia non semplicemente idratante, ma abbia anche proprietà lenitive e calmanti. Ed applicare la crema non solo quando la pelle è arrabbiata, ma tutti i giorni, per potenziare le sue difese e prevenire l'iper-reattività cutanea. Così la pelle è più protetta e il bambino va meno incontro ad irritazioni, che possono essere per lui molto spiacevoli. E noi mamme stiamo più tranquille!  

SCOPRI DI PIÙ

CONTENUTO SPONSORIZZATO