Maternità

Diventare mamma in 7 step

essere-mamma
24 Febbraio 2014
Passare dallo stadio di mamma principiante a mamma a tutti gli effetti si può. In 7 step. La rivista Parents, spiega, con grande ironia, quali sono i 7 passi imprescindibili che fanno di una donna una vera mamma: dal perdersi un momento-chiave nel vita del figlio, alle chiamate d’emergenza a far male accidentalmente al bebè, all’invidia per i figli degli altri
Facebook Twitter Google Plus More

Dopo nove mesi di preparazione, adesso il tuo bebè è venuto alla luce. Ma ancora il “lavoro” non è concluso: adesso quel bimbo va cresciuto. E in questa fase ogni mamma va incontro a grandi successi, grandi soddisfazioni (come quando il piccolo dice “Mamma!” come prima parolina), ma anche ad alcuni fallimenti. Per dirla con Heather Gibbs Flett, coautrice del libro The Rookie Mom’s Handbook (Il manuale della mamma principiante), “alcuni obiettivi vi faranno incredibilmente felici, e altri vi ricorderanno che le mamme non sono perfette e che la vita, ora, è diversa da prima”.

 

Ecco allora, con un’abbondante dose di ironia, quali sono, secondo la rivista Parents, i 7 passi imprescindibili che fanno di una puerpera una mamma a tutti gli effetti.

 

1 - Provare invidia

L’erba del vicino, si sa, è sempre la più verde. E spesso le mamme risultano ipercritiche nei confronti dei loro piccolo: gli altri bimbi della sua età gattonano già e il mio no; parlano già e il mio no; sono capaci di fare cose e il mio no… Ed ecco l’invidia della mamma. Che però, secondo Tasha R. Howe, docente di psicologia alla Humboldt State University, non ha ragion d’essere: “C’è un ampio range di normalità – spiega – E se continuate a giudicare vostro figlio per ciò che ancora non fa, rischiate di perdere la gioia per i traguardi che invece ha già raggiunto”.

 

2 - Perdersi un momento-chiave del bambino

Il primo passo, la prima parola, il primo sorriso: momenti memorabili, che però non arrivano a comando. Rilassatevi: sicuramente ve ne perderete qualcuno. Consolatevi pensando che ve ne godrete in pieno molti altri. (Leggi anche: la crescita del bambino da 0 a 12 mesi)

 

3 - Fare una chiamata d’emergenza

Le mamme, si sa, sono anche apprensive. E così, anche con tutto l’autocontrollo del mondo, prima o poi capiterà: alzerete il telefono per una chiamata d’emergenza al pediatra. O alla guardia medica. O al pronto soccorso. Per scoprire che non c’è nulla di cui preoccuparsi: anche i bambini si ammalano.

 

4 - Far male accidentalmente al bebè

Succede, e basta poco: una testata mentre lo sbaciucchiate, un graffio con le forbicine mentre gli tagliate le unghie, un pizzicotto mentre lo vestite… Sono incidenti che capitano. Ma non bisogna sentirsi mortificati: “I genitori -spiega la Howe – sono esseri umani. E quindi non sono perfetti”.

 

5 - Scoprire il vostro nuovo corpo

Anche se tornate in forma, il vostri vecchi vestitini attillati probabilmente non vi staranno più così a pennello come una volta. Non abbiatevene a male: prendetela come un’occasione per rinnovare il guardaroba.

 

6 - Tornare a fare sesso

Siete mamme, per cui la vostra prima volta c’è sicuramente già stata. Eppure, dopo il parto, sarà come la seconda prima volta: sarete nervose, avrete paura di sentire dolore. Ma, come per la prima volta, l’amore farà superare tutto. (Leggi tutto sul sesso dopo il parto)

 

7 - Uscire con le amiche

Sarete stanche, sfibrate, insonni. Sarete affaticate e affaccendate. Ma il fatto che ora siate mamme non deve farvi dimenticare che siete ancora persone, che siete ancora donne. Per cui organizzatevi e, di tanto in tanto, tornate a uscire con le amiche: vi farà bene. (Leggi anche 10 buoni motivi per non dimenticarti che sei soprattutto donna oltre che mamma)

 

Articoli correlati: