Neonati

Gemelli, mini corso di sopravvivenza

gemelli
08 Luglio 2008
I gemelli significano doppio stress ... ma anche fortuna al quadrato! I consigli che seguono ti aiuteranno a gestire al meglio la vita quotidiana. Dalla A alla Z.
Facebook Twitter Google Plus More

Hai appena partorito due gemelli? Coraggio, ce la farai (anzi ce la farete): nei primi mesi sarà dura ma che delizia quando li vedrai giocare insieme e avventurarsi alla scoperta del mondo. Per aiutarti (vi) a sopravvivere nel primo periodo abbiamo cercato di affrontare i dubbi e i problemi più comuni ai genitori con gemelli. Dalla A alla Zeta.

A

ALLATTAMENTO- Allattare gemelli si può: i problemi all'inizio possono esserci ma sono gli stessi degli altri neonati. È dunque importante che tu mamma beva molto e che riposi molto. Potrai allattare i gemelli contemporaneamente o singolarmente. Se i gemelli hanno fame alla stessa ora, si risparmia tempo; se invece hanno ritmi diversi, dovrai adattarti.

La produzione di latte si adegua alla richiesta: quanto più i bambini vengono allattati, tanto più latte viene prodotto. Dopo il parto molte mamme che hanno avuto gemelli si sentono insicure e super stressate. Se ti senti anche tu così cerca un’ostetrica che ti possa aiutare dopo il parto, anche a casa. Può essere d’aiuto anche frequentare un gruppo di allattamento, per confrontarti con altre mamme.

ASILO NIDO - Meglio insieme o separati? È un argomento molto discusso tra i genitori con gemelli. A favore delle classi distinte: i bambini diventano più indipendenti, non si possono tanto isolare come quando sono tra loro, nel caso ideale fanno nuove amicizie, personali.

A favore della stessa classe: alcuni gemelli sono quasi inseparabili e per questo due gruppi separati potrebbe essere un trauma. Cercate di capire quale può essere la soluzione migliore per entrambi. Se un gemello sembra dipendente dall’altro potrebbe essere meglio pensare a due classi distinte. Se si trovano bene solo insieme lasciateli vicini.

C

COPPIA - Come nel caso di un parto singolo è importante che tu e il tuo partner vi concediate del tempo per stare da soli. Il tuo compagno dovrebbe assolutamente partecipare alle faccende domestiche e contribuire alla cura dei figli. In caso contrario prima o poi ti sentirai completamente sfinita e stressata. Come nel caso di altri neogenitori, anche i genitori cha hanno avuto gemelli sentono che amici e conoscenti si tirano indietro. Può essere dunque di grande aiuto contattare altre coppie con gemelli.

CONGEDO MATERNITA' - Il periodo di astensione obbligatorio è uguale per parti gemellari e singoli. Quindi, si ha diritto a uno o due mesi prima del parto e a tre o quattro mesi dopo il parto. Cambiano invece le regole per l'astensione facoltativa.

Con due bambini il permesso - di sei mesi - raddoppia: quindi sono 12 mesi pagati al 30%. Raddoppiano anche le ore per l'allattamento garantite se si rientra al lavoro prima che i bambini abbiano compiuto un anno: sono quattro ore al giorno.

CURA - I gemelli ti obbligano a un lavoro doppio rispetto alle altre mamme: ognuno dei due bambini deve essere cambiato più o meno dieci volte al giorno, allattato sei-otto volte e cullato. Non preoccuparti di trattare i due bambini allo stesso modo, è impossibile. Non funziona. Un bambino piangerà sempre quando stai allattando o cambiando l’altro.

Di solito però i gemelli imparano ad aspettare il loro turno e imparano a essere autonomi prima degli altri bambini. I genitori non devono sentirsi in colpa se al mattino non si ricordano più quale bambino hanno allattato durante la notte e con quale frequenza. Può essere d’aiuto tenere un quaderno per ogni bambino sul quale annotare progressi e malattie.

E' raro che i gemelli nascano con altezza e peso uguali e in genere si sviluppano in modo diverso. Ultimo consiglio anti-stress: cerca di dedicarti con calma a un bambino per volta, all'altro penserà il papà o la nonna. Vai a fare passeggiate una volta con uno e una volta con l'altro; entrambi godranno di questi momenti con te, pur con nostalgia dell’altro gemello.

G

GIOCATTOLI - Una delle domande che si pongono i genitori di gemelli è: dobbiamo comprare giochi doppi? Non serve. Anche gli altri fratelli devono condividere i giochi.

L'importante è stabilire delle regole chiare: cosa è tuo, cosa è mio, cosa è nostro? I gemelli nella maggior parte dei casi non hanno problemi a condividere mattoncini, macchinine ecc. Finché si possono fidare: “La mia bambola è solo mia. E la mia macchinina anche.”

L

LINGUAGGIO - I miei gemelli parlano peggio dei coetanei, ma si capiscono benissimo tra loro. Devo preoccuparmi? No. È normale che i gemelli imparino a parlare un po’ più lentamente degli altri bambini. In media sono in ritardo di sei mesi rispetto ai bimbi di un anno. Perché? In primo luogo, spesso quasi tutti i gemelli sono anche prematuri, e devono recuperare molto. In secondo luogo le ricerche hanno dimostrato che nelle famiglie con gemelli c’è molta mancanza di tempo, quindi si parla meno con il singolo bambino.

Consiglio: inserite nel corso della giornata filastrocche, ombre cinesi e la lettura delle storielle; così, attraverso la ripetizione costante, il bimbo imparerà meglio. Il ritardo nell’apprendimento della lingua all’inizio della scuola si è quasi sempre appianato.

E il segreto della “lingua dei gemelli”? Un paio di gesti, alcune parole abbozzate e i bambini si capiscono al volo. Il motivo? I gemelli si conoscono così tanto che riescono a "leggere" e a capire il linguaggio del corpo in un lampo. Le parole spesso in questo caso sono superflue.

Nella maggior parte dei casi la “lingua dei gemelli” si perde da sola al più tardi durante il terzo anno di età. Se comunque avete l'impressione che i vostri gemelli si isolino attraverso il codice segreto andando nel loro mondo a due e che non progrediscano nel “normale” sviluppo linguistico, per sicurezza chiedete al pediatra se è sensato chiedere l’appoggio di un logopedista.

M

MARSUPIO - I gemelli non camminano ancora? Ecco un trucco per trasportarli senza troppa fatica (per brevi distanze). Mettete un bimbo sulla schiena e l’altro sulla pancia, usando per esempio una fascia e uno marsupio. In alternativa, due fasce portabebè.

N

NANNA - Uno dei più grossi problemi per i genitori che hanno avuto gemelli? Il sonno. Molti genitori dicono che i loro bimbi dormono sonni meno tranquilli se sono separati. Comunque sarebbe meglio separarli quando uno dei due è già una piccola peste e non lascia dormire l’altro. E' importante anche non correre da loro al minimo rumore: spesso così facendo i bambini si svegliano del tutto.

P

PASSEGGINO DOPPIO - Prima di procedere all'acquisto, verificate la larghezza dell'ascensore e della porta!

PSICHE - E' importante considerarli sempre come due individui distinti. Tre esempi:

 

 

  • Non dite: "Potete apparecchiare la tavola?", ma piuttosto: "Marco, metti i piatti e tu, Chiara, le posate!" Insomma date i compiti a ognuno di loro, chiamandoli per nome.

  • Un giorno lavate, vestite e pettinate per primo uno dei gemelli, il giorno dopo l'altro e così via. A voi non importa l'ordine ma a loro sì. "Ma perché Filippo deve essere il primo per la terza volta oggi?," potrebbe chiedersi l'altro che è sempre il secondo.

  • Assecondate gli interessi di ogni bambino. Quali sono? Per esempio a Giovanni piace tanto la musica, mentre Ludovico si azzuffa spesso con gli amichetti. Perché allora non iscrivere Giovanni a un corso di preparazione alla musica e Ludovico a un corso di arti marziali?

 

R

RECUPERARE LE FORZE - Importantissimo: accetta l’aiuto degli altri. Anzi, già durante la gravidanza cerca di organizzarti. Chiedi al consultorio se l'ostetrica può venire a farti visita a casa e qualche volta lascia i gemelli dalla nonna o da amici. E metti sotto anche il papà!

Se i bambini dormono molto, cerca di trovare un po' di tempo solo per te e cerca di recuperare le forze. Chiedi l’appoggio di parenti e amici, pensa come ti possono aiutare anche con piccoli favori. Molte mamme che hanno avuto gemelli imparano a organizzarsi e a ottimizzare il proprio tempo meglio delle altre mamme. Importante: non cercare mai la perfezione. Per esempio, riduci al minimo la biancheria da stirare.

S

SICUREZZA DELLA CASA - I bimbi iniziano molto presto a fare conoscenza con l'ambiente che li circonda. E due sono più difficili da tenere sott'occhio rispetto a uno solo. Occhio alle prese di corrente, ai fornelli, ecc. ecc.

V

VESTITI - Anche se vi piace che i gemelli vadano in giro vestiti allo stesso modo, non farlo diventare una regola. In ogni caso considera che nella vita reale succede questo: uno dei due gemelli si sporcherà e l'altro no. A quel punto avete ancora voglia di cambiare tutti e due i bambini con tutto quello che avete da fare? Dai, non esagerate con il complicarvi la vita! I gemelli monozigoti poi sono contenti se li vestite in modo diverso. E lo sono anche i nonni, che li devono distinguere l’uno dall’altro.

(articolo tratto da Eltern)

Leggi anche: Gemelli, le risposte ai vostri dubbi

TI POTREBBE INTERESSARE
  1. Gemelli, le risposte ai vostri dubbi