Neonati e rituali

12 curiosità dal mondo sulla nascita dei bambini

bimbochedorme
08 Ottobre 2014 | Aggiornato il 14 Maggio 2018
Da noi si usa appendere un fiocco rosa o azzurro davanti alla porta di casa. Ma nel mondo? Le famiglie come danno il benvenuto al piccolo di casa appena nato?
Facebook Twitter More

Paese che vai usanza che trovi!

 

1 - Brasile: il giallo porta fortuna

In Brasile il giallo è il colore che porta fortuna ai neonati. Per questo motivo i bambini indossano quasi sempre tutine di questo colore. 

 

2 - In Spagna il rosso

Il rosso invece è il colore portafortuna della Spagna:  la madrina del neonato (oppure la suocera) regala al piccolo una camicina porta fortuna. Spesso è di color rosso. 

 

3 - I 10 giorni giapponesi

I bambini giapponesi invece entrano a far parte ufficialmente della comunità dieci giorni dopo la nascita. Vengono portati in un tempio scintoista e benedetti. 

7 - E 7 in Togo

Mentre in Togo i neonati possono lasciare per la prima volta la loro casa solo dopo il settimo giorno dalla loro nascita. Prima del loro debutto ufficiale, devono essere preparati alle eventualità della vita con un particolare rituale. Si uniscono in una zucca secca (che funge da vaso) zucca, acqua e erbe varie. Si versa poi il composto sopra al tetto della casa. Poi i genitori prendono il bambino e lo lavano sotto a questa particolare "doccia".

 

8 - Incenso e resine in India

In India esiste un rituale per proteggere i neonati da fantasmi e malattie. Si prepara un fuoco e si incendiano incensi e resine. Si prende poi il bambino e si tiene sopra al fumo. E' un rito praticato anche da alcune tribù africane e dagli aborigeni australiani.

 

8 - Il rosso della Namibia


Nella tribù degli Himba, in Namibia, i neonati vengono dipinti di colore rosso. Oltre a prevenire le punture di insetti e a proteggere dal sole, questo rituale ha un significato simbolico. Il colore rosso in Africa è il colore della maturità: il neonato che viene colorato entra ufficialmente a far parte del mondo dei vivi.

 

9 - La placenta in Camerun


Nella tribù degli Nso, in Camerun, la placenta gioca un ruolo importante: viene bruciata all'ingresso della cucina di casa e sepolta nel giardino insieme al cordone ombelicale. Questo rituale protegge la famiglia e il bambino fino a quando decidono di vivere in quella casa.

 

10 - Burro per il Tibet e terriccio per la Nuova Guinea

In molti paesi del mondo invece ci sono diversi rituali per proteggere la fontanella del neonato. In Tibet per esempio vi si strofina sopra un po' di burro e fuliggine. In Nuova Guinea invece, del terriccio.

 

11 - Una fascia in Afghanistan


In Afghanistan spesso si fascia la fronte del neonato con una benda per i primi 40 giorni di vita: è un modo per allargare la fronte. Nella cultura islamica la fronte ampia è simbolo di intelligenza e dignità.

 

12 - La prima maglietta in Algeria


Infine in Algeria si usa tenere la prima maglietta indossata dal neonato e metterla, senza lavarla, sotto al cuscino del bambino. Questo rituale serve a tenere gli spiriti maligni lontani dal piccolo.


(Curiosità e galleria fotografica tratta da Eltern)