Dormire bene

Sogni d'oro mamma

nanna_mamma
08 Luglio 2008
Non riesci a dormire di notte? Forse sbagli qualcosa, ecco tutti gli errori da evitare per un sonno tranquillo.
Facebook Twitter More

1. Sport alla sera: vietato

Alla sera non appena arriva il papà, molte mamme desiderano fare sport per tornare ad avere addominali, gambe e glutei come prima della gravidanza. Andare in palestra o camminare in mezzo al verde è anche divertente e dà energia. La conseguenza: tutto l’organismo si sveglia: "Con lo sport si porta il corpo a pieno regime, la frequenza cardiaca aumenta, gli ormoni si ridistribuiscono", spiega Thomas Penzel, direttore scientifico del centro di medicina del sonno del Charité di Berlino, e consiglia: "Meglio essere più attivi di giorno, ad esempio spingere la carrozzina un paio di volte al giorno a ritmo di camminata.

Niente sport nelle tre ore prima di andare a letto

Infatti, più si è attivi fisicamente di giorno, più si avrà sonno la sera". Chi poi nel tardo pomeriggio si concede un bagno caldo, la sera crollerà.

2. Lavori di casa, non esagerare

Stirare, passare l’aspirapolvere, telefonare alla suocera o concludere la lite con il partner: dopo aver fatto tutte queste cose certo non sarà facile prenedere sonno. "Ogni forma di stress impedisce a corpo e mente di rilassarsi. Il motivo sta nel fatto che lo stress restringe i vasi sanguigni, le mani e i piedi si raffreddano e addormentarsi diventa difficile", spiega Penzel. La migliore soluzione: un pediluvio caldo. Rende stanchi perché riduce la temperatura corporea centrale. Tenere un diario potrebbe essere un antidoto al rigirarsi a vuoto nel letto: scrivi i pensieri che ti tolgono il sonno, può essere un buon modo per scaricare la testa. Potrebbero funzionare anche la musica classica (magari il "Brandenburgische Konzert Nr. 6" di J. S. Bach, consigliato dai terapeuti della musica), un buon libro, un tè caldo alle erbe o un bicchiere di latte caldo.

3. Non mangiare troppo

Finalmente questa sera il piccolo dorme, tu e il tuo partner avete deciso di farvi una bella cenetta al lume di candela e di bere un po' di vino.

Attenzione: l'alcol rallenta la digestione e induce a brevi e leggere fasi di sonno

Sembra un sogno anche perché è da giorni che mangi poco e un po' come capita. Occhio però: perché per addormentarti e dormire bene dovresti mangiare poco e bere poco alcol: "Con lo stomaco pieno si dorme d’incanto, ma chi deve digerire molto si sveglia facilmente", spiega Penzel. L’alcol poi potenzia l’effetto: non ci lascia cadere in un sonno profondo e al contrario, induce brevi e leggere fasi di sonno da cui ci si sveglia rapidamente.

4. Evita di dormire troppo di giorno

"Chi viene disturbato dal pianto del bambino durante la fase di sonno profondo, deve recuperare durante il giorno", afferma il ricercatore del sonno Penzel. Il risposino pomeridiano è sufficiente, ma se dura più di 30 minuti può incidere negativamente sulla sensazione di stanchezza e disturbare il sonno notturno. Devi trovare la giusta misura. Inoltre è consigliato andare a letto solo quando sei davvero stanca.

5. Addormentarsi con il bambino

Fino a che non si addormenta puoi stare in piedi vicino al suo letto invece di sederti. Di sicuro non ti si chiuderanno gli occhi.

Coccolarlo, cantare ninna nanne, cullarlo nel sonno, tenergli le manine, portarselo al petto: i bambini amano questi rituali del sonno. Purtroppo hanno anche l’effetto di stancare la madre: viene infatti così rilasciato l’ormone del sonno, la melatonina e il nostro corpo si prepara ad andare a letto. Molte madri quindi si addormentano. Dopo mezz'ora o un’ora però si risvegliano e non hanno più sonno. Meglio cercare di far addormentare il bambino da solo e gradualmente. "Se i disturbi del sonno continuano, è necessario consultare il medico di famiglia prima di ricorrere ai sonniferi", conclude l'esperto del sonno Penzel.

Potrebbe interessarti anche:

Vai al forum, sezione Postparto per confrontarti con altre mamme