Avere un bambino

50 motivi semiseri per cui vale la pena avere un figlio

23 Gennaio 2015
Il suo sorriso e il suo sguardo amorevole sono già ottimi motivi per svegliarsi ogni mattina di buonumore anche se fuori piove e tutto sembra andare storto. Ma oltre a quello c'è di più ... già dalla gravidanza. Ecco ben 50 ragioni, tra il serio e il faceto, ispirate a quelle enumerate da Kim, mamma americana e blogger di lifeisalullaby.com.
 
Facebook Twitter Google Plus More
1

1. Quando sei incinta, finalmente puoi avere la nausea e vomitare perché stai dando vita a una creatura, e non perché la sera prima hai bevuto troppa tequila.

2

2. Non hai più bisogno di farti tatuaggi tribali: te li lascia in modo naturale la gravidanza. Ma quelle smagliature te le sei guadagnate, e non hai nemmeno pagato per fartele fare.

3

3. Devi indossare un anello con un diamante finto, perché quello vero ormai non ti entra più al dito.

4

4. Durante la gravidanza i cambi ormonali fanno aumentare la voglia di sesso: tuo marito non potrà che esserne contento (e anche tu…).

5

5. I tuoi piedi sono così gonfi che sembra che le caviglie siano scomparse. Vale quasi la pena di farsi un selfie ai piedi come fanno le star.

6

6. Non avrai più le mestruazioni per un bel po’. E questa pausa, da sola, vale tutte le nausee e gli altri disturbi della gravidanza.

7

7. Hai sempre una scusa buona per sembrare stanca, sfatta e in disordine. Non che sia obbligatorio: ma se non hai voglia di pettinarti, puoi evitarlo.

8

8. Sono nove mesi durante i quali tecnicamente ti stai riposando perché ti prepari per l’arrivo del bambino. Ma in realtà significa che puoi sdraiarti sul divano e guardare un sacco di TV.

9

9. Sperimentare la sensazione di un bambino che ti esce dalla vagina può essere terrificante, se ci pensi. Ma al tempo stesso è incredibile. Però non si sa mai: comincia a preparare una lista di cose da fare prima di morire.

10

10. Puoi mangiarti la placenta, dopo il parto. Certo, ci vuole stomaco. Ma c’è chi lo fa.

11

11. Wow, finalmente la vittoria sulla stitichezza! La prima volta dopo il parto sarà così liberatoria che resterà un momento memorabile.

12

12. Vedere quel piccolo ombelico sul pancino del tuo bimbo quando cade il moncone del cordone ombelicale.

13

13. Guardare nello specchietto retrovisore dell’auto il tuo bambino che dorme nel seggiolino. E pensare a quanto è carino, con la testa che gli ciondola in avanti.

14

14. Pulendo il sedere del tuo bambino imparerai come ci si sente a essere un pezzo di carta igienica.

15

15. Riceverai un sacco di consigli da tua zia e da tua suocera su come si deve fare per crescere un bambino. E ascolterai anche un sacco di lamentele e di commenti su come “i tempi sono cambiati”.

16-ok

16. Capirai come si sente una mucca. Come? Attaccati al seno il tiralatte, ascolta il suono della pompa e guarda il latte che finisce nel contenitore.

17

17. Regali. Un sacco di regali. Che apprezzerai tantissimo, perché saranno un sacco di tutine e di magliettine e di body che saranno più che utili.

18

18. Ora hai una scusa per quei due chili in più che hai messo su. Oppure puoi considerarlo come un incentivo per perderli.

19

19. Imparerai a fare qualsiasi cosa sottovoce e facendo il minimo del rumore possibile per non svegliare il bambino che dorme.

20

20. Quelle ditine dei piedini e delle manine del tuo piccolo non sono irresistibili?

21

21. La soddisfazione più grande: pur con ansie, paure e timori, e senza avere esperienza, e pur essendo all’inizio maldestra e impacciata, riesci a tenere in vita quel cosino tutta da sola.

22

22. Portare fuori il piccolo per una passeggiata e godersi tutti quegli “ooh” e “aah” della gente che si ferma a guardarlo e ti dice quanto è carino.

23

23. Svilupperai riflessi prontissimi. Servono per sostenere al volo la testolina del piccolo che ciondola avanti e indietro.

24

24. Imparerai la scienza (che poi è un’arte) di misurare la febbre al piccolo. A proposito: meglio evitare il sedere. Il bambino ha le ascelle che sono molto più pratiche da gestire.

25

25. Durante le prime settimane di allattamento, i tuoi capezzoli diventeranno così forti, ma anche così messi male, che si direbbe siano stati in guerra.

26

26. I pannolini dei bambini. Non pensate a quello che conterranno: guardate, quando sono puliti, come sono piccoli e teneri e carini, con tutti quei disegnini sopra…

27

27. Quando le piccolo pesti crescono, poi, potete godervi il momento in cui togliete loro il pannolino. E loro corrono nudi (e magari sporchi) in giro per la casa.

28

28. A un neonato puoi parlare di qualsiasi cosa. Non devi per forza trovare un argomento intelligente per fare conversazione.

29

29. Portandoti in giro in braccio diversi chili per tutta la giornata, svilupperai ottimi bicipiti. Che saranno sempre molto doloranti per lo sforzo.

30

30. Ogni movimento, colpo di tosse, starnuto del tuo piccolo merita di essere immortalato con il tuo smartphone. Che presto, al ritmo di 1.000 foto al mese, non avrà più spazio per archiviare le immagini.

31

31. Tutto può essere trasformato in un proiettile: dalla pappa al ciuccio, dal biberon a… beh, cose meno gradevoli. A volte può essere molto divertente (altre molto meno).

32

32. In macchina ti metterai a ballare con la musica delle canzoncine per bambini (una volta lo facevi con le hit: è cambiato poco, solo il ritmo).

33

33. Vedere un bambino che beve dal biberon è così incredibilmente dolce!

34

34. Guardare attraverso il ciuccio trasparente il tuo bebè che succhia è un’esperienza affascinante: sarai capace di restare incantata per ore a guardare.

35

35. Passerai giornate intere con coccole e abbracci.

36

36. Avrai una scusa buona per comprare un nuovo paio di scarpe o un nuovo vestito: dopo la gravidanza i piedi si ingrossano (e anche il seno e i fianchi).

37

37. Cosa c’è di più bello che guardare il tuo bimbo mentre ti guarda come se fossi la donna più bella sulla faccia della Terra? Finalmente!!!!

38

38. Puoi farti uno spuntino notturno. Tanto, sei già alzata per dargli il latte/cambiarlo/coccolarlo/dargli il ciuccio…

39

39. Sarai sveglia per la maggior parte del giorno. Insomma, il sonno dopotutto è una pratica sopravvalutata.

40

40. L’hai portato in grembo per nove mesi. L’hai partorito nel dolore. Ti sei fatta distruggere i capezzoli per nutrirlo. E lui preferisce papà. Beh, visto che la mettiamo così puoi andare a farti una bella dormita: al piccolo ci penserà lui.

41

41. Imparerai che cosa vuol dire svezzamento. La prima volta, significa che ci sarà più cibo solido sul bambino che nella sua bocca.

42

42. I dentini! Che carino, che tenero! Ha messo il primo dentino! Non dimenticarti che stanotte passeranno la fatina o il topino dei denti e lasceranno un soldino ...

43

43. Le orecchie. Non sono belle? Sembrano quelle di un bambolotto. Sì, ok, è vero: tutte le parti del corpo di un bambino sono carine. La natura li fa apposta così, i cuccioli.

44

44. Durante il periodo di maternità sarai pagata per stare a casa a giocare con quel piccolo uomo invece di annoiarti in ufficio. Ah, certo: ovviamente devi essere abbastanza fortunata da avere un lavoro, e da avere un lavoro per il quale è prevista un’indennità di maternità.

45

45. Cambiargli il pannolino dopo un’esplosione nucleare di pupù. E chiedersi come ha fatto tutta quella roba a uscire da quell’esserino minuscolo.

46

46. Andare a passeggio con il passeggino. E atteggiarsi come se fossi l’unica al mondo ad avere un bebè (e un passeggino).

47

47. Guardare il tuo bimbo che dorme. È così rilassante… E ti conviene godertelo, perché può darsi che a un certo punto intorno ai 5 mesi decida di non dormire più.

48

48. Strizzarti dentro quei jeans aderentissimi che usavi prima della gravidanza e sentirteli comunque bene addosso. Non importa se subito sopra la cintura adesso sembri un muffin.

49

49. Puoi farti una bella risata proprio mentre il tuo piccolo sta piangendo disperato. E giustificarti dicendo che ridi perché finalmente hai capito il motivo per cui piange.

50

50. Puoi vedere il tuo piccolo uomo che cresce giorno per giorno, trasformandosi lentamente in un goffo adolescente.

1. Quando sei incinta, finalmente puoi avere la nausea e vomitare perché stai dando vita a una creatura, e non perché la sera prima hai bevuto troppa tequila.
Facebook Twitter Google Plus More