Prematuri

Ninne nanne e canguro-terapia fanno bene a neonato e mamma

neonatoprematuro1
11 Agosto 2014
La canguro-terapia associata al canto della ninna nanna ha un doppio vantaggio: non solo fa bene al bambino nato prematuro stabilizzandone il cuoricino, ma aiuta anche la mamma ad essere meno ansiosa.
Facebook Twitter Google Plus More

La canguro-terapia associata al canto di una ninna nanna fa bene a neomamme e ai neonati. Ed "è una terapia sicura, non comporta spese e dà buoni risultati" rivela il dottore Shmuel Arnon, del dipartimento di Neonatologia del Meir Medical Center, Kfar Saba in Israele.

 

Il dottor Shmuel ha realizzato un ricerca coninvolgendo 83 coppie di mamme e neonati nati tra la 32esima e la 36esima settimana, con lo scopo di analizzare la canguro-terapia. La canguro terapia o marsupio terapia consiste nel tenere in neonato nato pretermine, pelle contro pelle sul petto della mamma (o del papà). 

 

Cantare al neonato prematuro fa bene

 

Cantare una ninna nanna durante la canguro-terapia non fa bene solo ai neonati, ma anche alle neomamme. Gli studiosi durante la ricerca hanno osservato che le mamme che cantavano ai loro bambini risultavano meno ansiose di coloro che non lo facevano. Inoltre il battito dei cuori dei loro piccoli era più stabile. 

 

Per questo motivo il dottor Shmuel raccomanda di associare la canguro terapia all'abitudine di cantare.  (Leggi anche la storia di Antonio Pio, nato a 24 settimane)