La storia

Suora e neo mamma di Francesco

suora
20 Gennaio 2014
Mercoledì scorso a Rieti una suora ha dato alla luce un neonato: Francesco. La sua storia ha suscitato clamore
Facebook Twitter Google Plus More

Una suora ha partorito un bambino. Il fatto è successo mercoledì scorso a Rieti e ha suscitato molto clamore sui media tradizionali e sui social network.

La protagonista della storia è suor Roxana Rodriguez. La religiosa, 33 anni di origini salvadoregne, si è presentata mercoledì scorso all’ospedale San Camillo de Lellis di Rieti adducendo forti dolori al ventre. Si è subito scoperto che era incinta e ha partorito un neonato di 3 chili e mezzo.

Il bimbo si chiama Francesco, come il papa. Il secondo nome è Sandrino.

La donna, che dovrà abbandonare la vita religiosa, ha detto da subito che si sarebbe presa cura del bambino e ha chiesto tranquillità. “Voglio stare lontana da questo clamore, da sola con mio figlio – si legge sul corriere - Tutto questo clamore mi ha scioccata, persino nel mio paese ormai tutti conoscono la mia storia e sono molto meravigliata del clamore".

L’assistente sociale che segue la donna, Anna Fontanella, ha ribadito che ormai la donna si sente più mamma che suora. E che non sarà lasciata sola: “La signora e il bambino stanno bene e presto lasceranno l’ospedale per una nuova vita. È ancora ricoverata e non vuole ricevere nessuno”. In merito a cosa accadrà dopo le dimissioni, “non abbiamo ancora preso decisioni”. “Stiamo valutando, anche con lei, - ha detto -. Pensiamo a una dimissione monitorata, ovviamente non sarà abbandonata. Potremmo optare per una casa famiglia, comunque una struttura protetta per supportarla finché non sarà in grado di badare a se stessa e al bambino”.

E il papà del bambino? La neo mamma non ne ha ancora voluto parlare, anche se dalle voci sarebbe un ex fidanzato del Salvador (dove la donna era tornata per il rinnovo del passaporto tra marzo e aprile). “Deciderà lei se e quando ne avrà voglia di parlarne – ha concluso l’assistente -. A noi, in questo momento, interessa supportarla e fare in modo che quando uscirà dall’ospedale non si troverà in difficoltà. Ha scelto di tenere il bambino, è una mamma forte e non vede l’ora di lasciare l’ospedale. Ovviamente avrà bisogno di tanta tranquillità”.

Il vescovo di Rieti, monsignor Delio Lucarelli, che molto probabilmente incontrerà la donna nei prossimi giorni, ha espresso “vicinanza umana e spirituale” alla suora neomamma, ringraziando coloro che in queste ore le hanno fatto arrivare vari doni.

Altri dettagli della storia sono sui principali siti di notizie come il corriere.it, repubblica.it ecc.