6-20 mesi

Come scoprire il mondo... giocando

Di Nostrofiglio Redazione
7 dicembre 2011
"Trotta, trotta cavallino", le costruzioni o i libri con le illustrazioni: come mai questi giochi sono così importanti per la crescita del tuo bambino? Da sei a 20 mesi, ecco alcuni giochi per aiutare il tuo bambino a scoprire il mondo.
bambino-gioco-teaser.1500x1000

bambino-gioco-1.1500x1000

Intorno ai sei mesi il bambino è in grado di giocare con un oggetto che attira la sua attenzione. La coordinazione occhio - mano fa il resto e voi potete aiutarlo in questa nuova avventura. Per esempio ora il vostro bambino è in grado di tirare una corda. Mettetegli vicino uno di quei giocattoli che suonano quando si tira una cordicina. Per lui sarà una grande soddisfazione (e che gridolini di gioia) ogni volta che riuscirà ad ottenere quello che vuole.
Il gioco perfetto per il tuo bambino? Un carillon, un pupazzetto che fa rumore, ma anche solo una bottiglia di plastica piena di perline di legno.

bambino-gioco-2.1500x1000

Da sei mesi in su... è il momento per i giochi emozionanti: ai bambini di quest'età piace la suspense. Quindi anche il semplice gioco del "cucù" fatto da una persona conosciuta come la mamma, è una vera avventura. "Dove sarà finito il viso? E quando tornerà?" La tensione è al massimo quando la faccia è nascosta ma poi, all'improvviso, rieccola! Che bello quando il volto compare di nuovo! Altri giochi: trotta trotta cavallino o l'aeroplano. Come alternative potete nascondere una bambola di pezza (eh sì, anche loro si possono nascondere).

bambino-gioco-3.1500x1000

I bambini amano il contatto. Cosa gli piace tanto fare? Leggere insieme a voi un libro. I primi libri per bambini in tessuto sono proprio da sei mesi in su. E leggendo un libro insieme a mamma o papà il bimbo impara come funziona il mondo.
Questo è il momento giusto per: libri illustrati di cartone, di tessuto o di plastica per la vasca da bagno! Ma anche gli album fotografici sono divertenti.

bambino-gioco-4.1500x1000

Il contatto con gli altri è fondamentale, soprattutto quando si sta giocando (dai 12 mesi in su). Agli adulti sembra che i bambini stiano solo giocando l'uno di fianco all'altro, ma in realtà si stanno osservando: stanno imparando dall'amico come si inserisce un determinato pezzo o come si gioca con quest'altro. E quello che oggi riesce uno a fare, forse domani lo farà l'altro.

bambino-gioco-5.1500x1000

Dai dodici mesi in su, l'importante è capire "com'è fatto?". "Cosa c'è nel pancino dell'orsacchiotto?", "E com'è fatto il mio camioncino per la sabbia?", "E quello che sto mangiando?" Quando un bambino vedo che nella pancia dell'orso c'è solo cotone e che sta mangiando un piatto di piselli con le carote, allora ha veramente conquistato il suo mondo!
Questo è il momento giusto per semplici giochi da smontare e mattoncini da costruzione.

bambino-gioco-6.1500x1000

Dai 16 mesi inizia la fase costruttiva. Ed ecco che nasce una bella torre di mattoncini o una montagna con la plastilina.
Questo è il momento giusto per una cucina delle bambole oppure un ferro da stiro o un trapano giocattolo. Ma potete anche dargli una scatola con degli oggetti come una frusta da cucina, un cucchiaio di legno o alcune mollette.

bambino-gioco-7.1500x1000

Dai 20 mesi in su si entra nella fase "come se". Il bambino inizia a giocare alla mamma e a comportarsi come fa la mamma. Quindi, magari, gioca a cucinare. E' importante per la sua crescita e impara qualcosa di se stesso perché lui non "è" la mamma ma "gioca" solo a fare la mamma. Il prossimo da imitare? Beh, probabilmente il papà.

|
TI POTREBBE INTERESSARE