Salute e benessere

Dentizione nei bambini: la febbre è un falso mito

Di Irma Levanti
dentizionefebbre
29 Febbraio 2016
Irritabilità, gengive arrossate, salivazione accentuata. Secondo uno studio pubblicato sulla rivista Pediatrics, sono questi i sintomi principali che si accompagnano all'eruzione dei primi dentini. E per quanto riguarda la febbre? In alcuni casi può esserci un lieve rialzo di temperatura, ma sembra niente di più.
Facebook Twitter More

"Il bambino ha la febbre alta, saranno i dentini". Quante volte abbiamo sentito pronunciare questa frase. Ma sarà poi vero?

Quali sono i sintomi reali che accompagnano l'eruzione dei denti da latte? Rispondere a questa domanda non è semplicissimo, perché gli studi disponibili sull'argomento non sono molti e hanno varie limitazioni. Un gruppo di ricercatori brasiliani, però, ha cercato di far luce sulla questione, mettendo insieme i risultati degli studi migliori: una quindicina in tutto, condotti in vari paesi del mondo e pubblicati tra la fine degli anni sessanta e il 2012.

 

La conclusione, apparsa sulla rivista Pediatrics, è che i sintomi che possono essere attribuiti con sicurezza alla dentizione - e che interessano circa il 70% dei bambini - sono tre, e cioè le gengive arrossate, l'irritabilità e la salivazione abbondante.

 

Gengive arrossate, irritabilità e salivazione abbondante sono i sintomi principali che accompagnano l'eruzione dei primi dentini.

I fastidi maggiori si hanno con l'arrivo dei primi dentini, in particolare gli incisivi, mentre i sintomi tendono ad attenuarsi con il procedere della dentizione. Per altro, si tratta di una conclusione perfettamente in linea con quanto dichiarato dall'Associazione americana dei dentisti pediatrici, per la quale l'eruzione dei denti da latte si limita a comportare qualche fastidio locale, irritazione e salivazione abbondante.

 

E la febbre? Sotto i 37,5 °C

 

E per quanto riguarda la febbre? Ebbene, quello che si registra è, al massimo, un lieve rialzo di temperatura, che rimane comunque al di sotto dei 37,5 °C, cioè del valore considerato "febbre" dall'Organizzazione mondiale della sanità.

 

Per amore di precisione, però, va sottolineato che secondo un vecchio studio americano esisterebbe un'associazione tra l'eruzione di più denti contemporaneamente e la comparsa di febbre, di piccoli disturbi respiratori e di un po' di inappetenza. Il tutto probabilmente dovuto a un aumento dello stress per il bambino, a sua volta legato a una diminuzione delle difese contro le infezioni.

 

Insomma, se il bambino ha la febbre, meglio non dare la colpa ai denti (lo fa ancora anche qualche medico), e indagare meglio la situazione, perché sotto potrebbe esserci sotto qualcos'altro.

 

Guarda anche il video: come lavare i denti ai bambini piccoli