Ottavo mese neonato

I cinque giocattoli per eccellenza per bambini

pallaneonato
24 Gennaio 2013
Quale giocattoli sono più adatti a un neonato? Fin dal momento in cui il bambino impara a stare seduto e ad afferrare gli oggetti è opportuno circondarlo da un ragionevole numero di giocattoli, avendo cura di scegliere quelli adatti all’età in base a quanto riportato sulla confezione
Facebook Twitter Google Plus More

I giocattoli sono il più naturale mezzo di trasporto verso la dimensione ludica che è quella in cui il bambino si allena alla vita, impegnando tutte le sue capacità intellettive e misurandosi con le sue abilità, che proprio attraverso il gioco si affinano. Chiuso nello spazio incantato del gioco, dove tutto è possibile (facciamo finta che abbiamo un cavallo) dove tutta la realtà rappresentata è a portata di mano ma, allo stesso tempo, dove ogni singolo oggetto può diventare qualcos’altro per il magico esercizio della fantasia, il bambino acquisisce esperienza, mette alla prova se stesso, cerca e trova soluzioni, si emoziona e sconfigge la noia. I giocattoli aiutano a sfruttare al meglio la palestra ideale che è il gioco favorendo l’armonico sviluppo psicoemotivo. (Leggi anche: i 10 giochi non dovresti mai regalare al tuo bambino)

Fin dal momento in cui impara a stare seduto e ad afferrare gli oggetti è dunque opportuno circondarlo da un ragionevole numero di giocattoli, avendo cura di scegliere quelli adatti all’età in base a quanto riportato sulla confezione.

In generale, l’universo dei giocattoli può essere suddiviso in cinque grandi tipologie a seconda dell’attività che suggeriscono. Ogni tipologia corrisponde dunque a una particolare attività ludica e ha il suo “giocattolo-base” che ogni bambino dovrebbe avere a mano a mano che raggiunge l’età per usarlo.

I 5 giocattoli per eccellenza dei bambini sono:

  • la palla (movimento, abilità);

  • l’orsacchiotto e simili (affettività, accudimento);

  • vestiti e accessori per mascherarsi (fantasia, immedesimazione);

  • spade o altri giocattoli per competere (simulazione di conflitti, possibilità di gareggiare, attenzione alle regole);

  • costruzioni e cubi da impilare (elaborazione di strategie, fantasia, abilità).

Tra i giocattoli devono trovare il posto anche i primi libretti, robusti e ricchi di illustrazioni. E’ così che si permette al bambino di acquisire quella familiarità verso i libri che più avanti lo spingerà a imparare e a sfruttare il piacere della lettura.

Nel primo anno di vita e, in particolare, a partire dai sei-otto mesi il bambino comincia inoltre ad apprezzare i giocattoli che emettono suoni e rumori, se azionati da un pulsante che può essere lui stesso a gestire.

(consulenza di Leo Venturelli, pediatra di famiglia, autore di numerose pubblicazioni di pediatria ambulatoriale e coautore di libri di divulgazione per genitori tra cui E’ nato un bambino, La grande enciclopedia del bambino, Da 0 a 6 anni, una guida per la famiglia)

Leggi anche:

Tutto sull'ottavo mese del neonato

Giochi per bambini da 0 a 12 mesi

Divertirsi con i bambini: giochi e lavoretti per tutto l'anno

Leggi tutta L'agenda del bambino, da 0 a 12 mesi

Vuoi confrontarti con altre neo mamme? Entra nel forum, sezione Neonato