Bambino dodicesimo mese

Il bambino ha preso un colpo in testa

bimbo_occhi_azzurri.jpg
12 Febbraio 2013
Primi passi, prime cadute e primi colpi. In caso di colpi alla testa, occorre prestare attenzione alla reazione del bambino
Facebook Twitter More

I colpi alla testa

Prima passi, prime cadute, primi colpi alla testa: un’equazione per nulla piacevole che però va messa in conto. Va detto che è davvero raro che un bimbo riporti conseguenze severe dopo aver battuto la testa perché le ossa del cranio sono robuste e allo stesso tempo molto elastiche, quindi in grado di assorbire gli urti senza riceverne grosso danno.

Il bimbo ha battuto la testa. Cosa fare

Tutto dipende dalla reazione del bambino. Se piange e si dispera ma poi riprende a fare quello che stava facendo non si deve temere nulla. L’unico accorgimento è quello di mettere a contatto con la testina un po’ di ghiaccio avvolto in un panno morbido. Se il bambino, invece, perde conoscenza per qualche istante e poi appare abbattuto, si lamenta, vomita, diventa sonnolento bisogna recarsi al Pronto Soccorso.

Le prime cadute

Dal momento in cui inizia a muovere i primi passi cominciano anche le cadute accidentali a terra. Quando accade è fondamentale non mostrarsi atterriti, non correre in suo soccorso come se gli fosse capitata un’enorme sventura, non invitarlo a stare più attento con tono concitato. Cadere è normale per un bambino che sta iniziando a camminare e la sua reazione all’inconveniente è destinata a subire fortemente i condizionamenti esterni. Una volta stabilito, come è possibile fare con una sola occhiata, che non è successo niente di grave è opportuno incoraggiare il bambino a rialzarsi, usando un tono di affettuosa comprensione privo però di qualsiasi nota di allarme.In questa fase a spaventare il bambino non sono infatti le cadute, ma l’eventuale paura che possono scorgere negli occhi dei genitori quando succede.

(consulenza di Leo Venturelli, pediatra di famiglia, autore di numerose pubblicazioni di pediatria ambulatoriale e coautore di libri di divulgazione per genitori tra cui E’ nato un bambino, La grande enciclopedia del bambino, Da 0 a 6 anni, una guida per la famiglia)

Leggi tutta L'agenda del bambino, da 0 a 12 mesi

Vuoi confrontarti con altri genitori? Entra nel forum, sezione bebè 0-12 mesi