Nostrofiglio

Primo mese neonato

Il pianto del neonato

mamma-neonato-coliche

19 Dicembre 2012
Nei primi mesi di vita il bebè piange perché ha fame, oppure ha un ruttino che lo infastidisce, ha il pannolino sporco oppure ha le cosiddette coliche dei tre mesi. Può però anche accadere che pianga perché si sente solo e avverte il bisogno di essere preso in braccio. Leggi come comportarsi

Facebook Twitter Google Plus More

Il pianto è sempre una richiesta d’aiuto che va accolta senza tentennamenti. L’idea che accorrere quando il bambino piange equivalga a farlo crescere “viziato” è retaggio di un’epoca ormai lontanissima segnata da una dannosa indifferenza nei confronti del benessere emotivo dei neonati. Nei primi mesi di vita il bebè piange per quattro principali ragioni: ha fame; ha un ruttino che lo infastidisce; ha il pannolino sporco; ha le cosiddette coliche dei tre mesi, oggi chiamate “crisi di pianto inconsolabile”. Può però anche accadere che pianga perché si sente solo (anche senza averne consapevolezza) e avverte il bisogno di essere preso in braccio.

In breve i neogenitori imparano a comprendere dal tipo di pianto di che cosa il piccolo ha bisogno. Fino a quando non si acquisisce l’esperienza necessaria per capire al volo le necessità del bambino si deve procedere per esclusione. Vale la pena di sottolineare che se il bambino comincia a piangere prima che siano passate almeno due ore dall’ultima poppata, prima di offrirgli il seno è consigliabile provare a consolarlo toccandolo, carezzandolo e cullandolo, oppure cambiandogli il pannolino. Così si evita di indurre il bambino a considerare il latte (cioè il cibo) lo strumento di consolazione per eccellenza: un simile messaggio, se così venisse recepito, potrebbe in futuro favorire lo sviluppo di un disturbo del comportamento alimentare.

(consulenza di Leo Venturelli, pediatra di famiglia, autore di numerose pubblicazioni di pediatria ambulatoriale e coautore di libri di divulgazione per genitori tra cui E’ nato un bambino, La grande enciclopedia del bambino, Da 0a 6 anni, una guida per la famiglia)

Leggi anche:

Capire il pianto del bebè

Allattamento al seno, i consigli alle neomamme

Il latte artificiale, come sceglierlo e prepararlo

La cura del cordone ombelicale

Leggi tutta L'agenda del bambino, da 0 a 12 mesi

Vuoi confrontarti con altre neo mamme? Entra nel forum, sezione Neonato

TI POTREBBE INTERESSARE
  1. L'agenda del bambino, da 0 a 12 mesi