Nostrofiglio

Ottavo mese neonato

L’ansia da separazione

bimbo_pianto

23 Gennaio 2013 | Aggiornato il 19 Giugno 2016
Attorno all’ottavo mese il bambino in genere manifesta i sintomi dell’ansia da separazione, un sentimento molto vicino all’angoscia che compare quando la mamma si allontana

Facebook Twitter Google Plus More

L’ansia da separazione nasce dal timore di essere abbandonato dalla mamma e compare generalmente intorno all’ottavo mese di vita. In alcuni casi può invece apparire prima, in altri dopo. Si esprime sempre con irrequietezza, difficoltà ad addormentarsi, frequenti risvegli notturni, pianti disperati quando la mamma si allontana anche solo per raggiungere un’altra stanza. Ecco cos’altro è opportuno sapere.

 

  • L’ansia da separazione può avere vari livelli di intensità a seconda del temperamento del bambino e della capacità della mamma di rassicurarlo. A quest’ultimo proposito, è importante che la mamma da un lato sia molto affettuosa con il bambino e si dedichi a lui completamente ogni volta che le è possibile e dall’altro si mostri serena a fronte di qualsiasi manifestazione di disagio. Il bambino non deve cioè recepire né che la mamma è spaventata dalle sue reazioni, né che si sente in qualche modo colpevole di quello che gli sta accadendo, né che è irritata o, peggio, arrabbiata.

  • La paura di essere abbandonato è un sentimento che di solito riguarda la mamma, ma in alcuni casi può svilupparsi anche nei confronti del papà. L’eventualità è frequente soprattutto nei casi in cui il papà fin dai primi mesi di vita si sia occupato del piccolo quotidianamente, anche prendendosi cura della sua igiene. Esattamente come deve fare la mamma, anche il papà deve far sentire il più possibile il suo affetto al bambino, non solo trascorrendo del tempo con lui ma anche carezzandolo, baciandolo, stringendolo a sé. Il contatto fisico è infatti uno straordinario strumento di consolazione.

  • Oltre a porgere al bambino l’orsacchiotto, per la sua funzione di simbolo dell’affetto e della presenza materna, la mamma quando si allontana da lui gli può offrire una sua maglietta precedentemente indossata, in cui quindi ci sia il suo odore. L’accorgimento risulta particolarmente consolatorio e, quindi, tranquillizzante per la maggior parte dei bambini.

 

(consulenza di Leo Venturelli, pediatra di famiglia, autore di numerose pubblicazioni di pediatria ambulatoriale e coautore di libri di divulgazione per genitori tra cui E’ nato un bambino, La grande enciclopedia del bambino, Da 0 a 6 anni, una guida per la famiglia)

Leggi anche:

Tutto sull'ottavo mese del neonato

Come far dormire il bimbo

Mamme: come gestire l'ansia

Leggi tutta L'agenda del bambino, da 0 a 12 mesi

Vuoi confrontarti con altre neo mamme? Entra nel forum, sezione Neonato

TI POTREBBE INTERESSARE
  1. L'agenda del bambino, da 0 a 12 mesi