Home Neonato Allattamento

Allattamento al seno in pubblico: si o no?

di Penelope Greco - 12.04.2021 - Scrivici

allattamento-al-seno-in-pubblico
Fonte: Shutterstock
Allattamento al seno in pubblico: si o no? Allattare il tuo bambino è un tuo diritto. La legge italiana non lo vieta, anche se è ancora un tabu.

In Italia non esistono leggi pro o contro l'allattamento in pubblico e di conseguenza molto dipende dal luogo in cui ci si trova a dover allattare e dal buon senso. L'Italia ha aderito alla campagna globale "Ospedale amico dei bambini" dove si favorisce l'allattamento al seno cercando di istruire i sanitari e le neomamme sulle qualità del latte materno rispetto a quello artificiale. Uno dei temi principali di questa campagna favorisce l'allattamento a richiesta, ovvero ogni volta che il bambino ne sente il bisogno. Ecco quindi che sì, si può allattare in pubblico.

In questo articolo

Allattamento al seno in pubblico: l'abbigliamento

Se stai per uscire e sai che starai fuori molte ore tali da poter aver bisogno di allattare fuori casa, puoi aiutarti con abbigliamento adeguato. In commercio esistono molti abiti e maglie perfette per l'allattamento. Puoi anche indossare una maglia scollata o larga, così da facilitare l'allattamento. Anche una camicia con i bottoni sarà perfetta. Se invece preferisci i vestiti, ci sono marchi premaman con scollatura ideata apposta per l'allattamento. Nascondono il seno e rendono così il momento con il tuo bambino più intimo.

Anche una fascia porta bebè può essere molto utile sia per portarlo con te ovunque avendo comunque le mani libere e sia perché potrai allattarlo senza che gli altri si accorgano di questo momento. Un accessorio fondamentale è sicuramente il reggiseno da allattamento che ti permette di offrire il tuo seno senza doverti spogliare completamente come ti costringerebbe un normale reggiseno.

Allattamento al seno in pubblico: cerca un luogo tranquillo

Se sei in un locale o al ristorante, puoi scegliere un tavolo un po' in disparte e con la sedia che dia la schiena alla sala. Quando inizi ad allattare, cerca di distogliere l'attenzione dalle persone che ti sono intorno e concentrati sul tuo bambino. Una volta cominciata la suzione invece, puoi riprendere a dialogare tranquillamente con gli altri.

Già dopo i 3 mesi di vita del neonato, il numero di mamme che allattano si riduce a quasi la metà e si abbassa fortemente (al 6,5 per cento) dopo i sei mesi dal parto.

L'Unicef da tempo promuove la realizzazione di specifiche aree dedicate all'allattamento. Esperimento condotto con successo a Milano (ma seguito anche in molte altre città d'Italia) tramite la creazione di Baby Pit Stop, luoghi deputati a mettere le mamme in condizione di andare ovunque e di allattare i propri bambini quando lo richiedono. Si tratta di ambienti creati sia all'interno di strutture infantili (ospedali, consultori, nidi) o anche negli esercizi commerciali maggiormente frequentati (come ad esempio i supermercati). Un logo esterno indica la presenza di questi ambienti attrezzati dove poter cambiare il pannolino e "fare il pieno" di latte (v. immagine in copertina).

Si segnala, poi l'iniziativa del Comitato per le pari opportunità dell'Ordine degli Avvocati di Bari che ha sollecitato e ottenuto la individuazione di ambienti idonei a consentire l'allattamento per le mamme che frequentano le aule di giustizia: così nel 2007 sono state realizzate le stanze di allattamento presso la sede del Tar e gli uffici del giudice di Pace.

Allattamento al seno in pubblico: le leggi nel mondo

In Inghilterra per molto tempo non era ammesso allattare in locali dopodiché si è fatto un notevole passo avanti con l'Equality Act del 2010 che ha reso illegale la discriminazione verso le mamme che allattano. 

In Francia, Germania e Scandinavia sono più aperti verso l'allattamento al seno mentre in Danimarca i ristoratori possono vietare alle proprie clienti di allattare in pubblico e anche cacciarle dal locale se non rispettano il divieto. Il Consiglio Nazionale per l'uguaglianza danese preferisce infatti tutelare i clienti che potrebbero sentirsi disturbati dall'allattamento in pubblico. Perfino gli Stati Uniti sono molto indietro da questo punto di vista: in alcune zone si deve combattere con divieti mentre alcuni stati hanno realizzato delle leggi per permettere questa pratica.

In Arabia Saudita, per esempio, alle donne non è permesso mostrare il seno in pubblico, anche per allattare; questo nonostante il fatto che l'Islam incoraggi le donne ad allattare al seno i propri figli per circa due anni.

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli