Home Neonato Allattamento

Allattamento, tutto quello che devi sapere

di Sveva Galassi - 26.06.2020 - Scrivici

allattamento
Fonte: Shutterstock
Hai intenzione di allattare al seno il tuo bambino? Allora è bene che cominci a prepararti già prima di partorire. Ma non con creme e tiralatte, bensì con un bagaglio di informazioni che ti aiuteranno a prevenire e a superare senza ansia i normali inconvenienti dell'allattamento.

Fondamentale è l'allattamento materno, poiché fa bene sia al bambino sia alla mamma. Non solo offre tutti inutrienti di cui il bebè necessita, ma protegge anche dalle malattie più comuni e favorisce lo sviluppo sensoriale e cognitivo dei bambini.

Scopriamo di più sull'allattamento.

Prima del parto

Manca ancora qualche mese al parto ma già pensi che allatterai al seno il tuo bambino o che almeno vorresti provarci? Leggi come prepararti al meglio per le prime poppate. Perché i primi giorni sono davvero preziosi per una buona riuscita dell'allattamento.

E' importante sapere che:

  1. non c'è una particolare preparazione che puoi fare prima
  2. è normale qualche fastidio al capezzolo nelle prime poppate
  3. il contatto pelle a pelle con il neonato è fondamentale
  4. il bimbo deve potersi attaccare al seno quando vuole

Come iniziare bene l'allattamento

I primi giorni di allattamento sono fondamentali: per non andare in crisi in attesa della montata lattea, per non cedere alla tentazione di dargli (o fargli dare) aggiunte nel timore che il proprio latte non sia sufficiente, insomma per non mandare a monte l'allattamento al seno ancor prima di cominciare.

  1. comincia ad allattarlo il prima possibile
  2. attenzione all'attacco corretto
  3. evita la doppia pesata
  4. metti in calcolo le poppate notturne
  5. se riesci, riposati quando riposa il bimbo, anche di giorno

Il corretto attacco al seno

Il primo passo fondamentale per un buon allattamento è che il bimbo si attacchi al seno in modo corretto. Ecco quali sono gli indizi che va tutto bene, secondo il dossier Allattamento al seno: tra arte, scienza e natura del Ministero della salute.

Come fare quindi?

  •  La bocca del piccolo è ben aperta e le labbra sono estroflesse;
  • Il bambino ha in bocca oltre al capezzolo anche buona parte dell'areola (si deve vedere più areola libera sopra la bocca del bambino che sotto);
  •  Il mento del bambino è a contatto con la mammella.

Allattamento: i problemi più comuni

Ragadi, ingorgo mammario, mastite e capezzoli rientranti: a volte possono rendere doloroso e poco piacevole un rito così bello e gratificante. Non scoraggiarti: con le informazioni giuste certi 'intoppi' si possono prevenire o risolvere nel migliore dei modi. Ecco come risolvere i problemi più comuni.

 

A chi chiedere aiuto sull'allattamento?

Sei scoraggiata? Non sai bene come fare? Esistono varie realtà alle quali le mamme possono rivolgersi: l'ospedale in cui hanno partorito, i consultori territoriali (anche se non sempre sono presenti), esperte di allattamento IBCLC, che sono le uniche a ricevere una formazione internazionale ufficiale.

Esistono anche varie associazioni che possono offrire aiuto, come la Leche League o il Mami, Movimento allattamento materno italiano.

L'alimentazione durante l'allattamento

La dieta della mamma che allatta dovrà essere ancor più 'ricca' rispetto a quella della gravidanza. Se durante i nove mesi, infatti, l'aumento calorico era di sole 200 kcal al giorno, adesso l'incremento dovrà essere di 6-700 calorie. Privilegiando però, gli alimenti giusti.

Il sapore del latte cambia? Il consiglio generale è di iniziare ad assumere certi tipi di cibi in quantità moderata: se al bimbo piacciono, si può andare avanti a consumarli.

Ma quali sono gli alimenti che possono interferire con il sapore del latte?

  • gli alimenti che possono cambiare l'odore delle urine o del sudore, come asparagi, cipolle e agli
  • verdure dal sapore deciso
  • carni molto saporite
  • spezie molto forti
  • pesce affumicato

Ecco il menu tipo settimanale da 2500 calorie al giorno.

L'allattamento dalla A alla Z

Ecco tutti gli argomenti significativi legati all'allattamento, elencati in ordine alfabetico.

A

B

C

D

E

F

G

I

L

M

O

P

Q

R

S

T

V

Il Ministero della Salute raccomanda l'allattamento al seno esclusivo per i primi sei mesi di vita del bambino; dopo la dieta del bimbo viene man mano integrata con altri alimenti.

Il latte materno resta una parte fondamentale della dieta fino ai due anni o anche oltre.

TI POTREBBE INTERESSARE

Leggi articoli su

articoli correlati

ultimi articoli