News

Allattare al seno fa bene al bambino, alla mamma e... alle casse dello Stato

allattarealsenostato
20 Ottobre 2015
Allattare al seno fa bene non solo alla mamma e al bambino, ma anche alle casse dello Stato e alla sanità pubblica.  Si stima infatti che per ogni singolo bimbo non allattato al seno c'è un incremento annuale per cure ambulatoriali ed ospedaliere di circa 140 euro. Lo sostengono i pediatri di 5 società scientifiche, Sip, Sin, Sigenp, Sicupp e Simp.
Facebook Twitter Google Plus More

Allattare al seno fa bene. E' positivo per tutti. E se fino ad ora si sostenevano i benefici per la mamma e il bambino, cinque comunità scientifiche hanno condiviso un documento che sostiene i benefici anche per la sanità pubblica nazionale. Per ogni bimbo allattato al seno, si ha infatti una riduzione dei costi pubblici.

 

Sono questi alcuni dei dati che emergono dal nuovo Position Statement sull'Allattamento al seno e uso del latte materno/umano, per la prima volta sottoscritto dalle Società Scientifiche Pediatriche Italiane Sip, Sin, Sigenp, Sicupp e Simp. L'iniziativa per la realizzazione del documento è partita dal TAS del Ministero della Salute e nasce dalla necessità di tracciare una linea d'azione comune agli operatori del settore, ma di riferimento anche alle famiglie, per una maggiore consapevolezza dei benefici dell'allattamento materno.

 

Per ogni bimbo non allattato lo Stato italiano spende 140 euro in più all'anno

 

Allattare al seno conviene non solo alle tasche delle famiglie, ma anche a quelle dello Stato. Dal punto di vista dei costi sanitari per ogni singolo bambino non allattato al seno si stima un incremento annuale per cure ambulatoriali ed ospedaliere di circa 140 euro.

 

L'allattamento al seno, i dati italiani

 

In Italia, oltre il 90% delle donne allatta al seno il neonato nei primi giorni di vita, anche se in maniera non esclusiva.

 

Alla dimissione dall'ospedale solo il 77% delle madri allatta esclusivamente al seno. Dopo 4 mesi la percentuale che scende al 31%.

 

Oltre i 6 mesi del bambino, solo il 10% continua ad allattare.

 

Le motivazioni alla base? Sono tante e differenti e variano in base al livello economico, sociale e culturale e all’etnia o alla regione geografica di appartenenza della famiglia.

 

Guarda anche il VIDEO: consigli per l'allattamento al seno

Usa: le stime americane sull'allattamento al seno

 

Si stima che se negli USA l’80 % della popolazione riuscisse, come da raccomandazioni sanitarie, ad allattare in maniera esclusiva per 6 mesi verrebbero non solo prevenute 741 morti (per morte in culla o SIDS, enterocolite necrotizzante del pretermine o NEC e per le basse infezioni respiratorie), ma anche risparmiati 10.5 miliardi di dollari per l’assistenza pediatrica. Anche il Servizio Sanitario inglese (NHS) promuove l’allattamento al seno, sostenendo un risparmio economico sostanziale.

 

 

 

Fonte: sip.it

Per approfondire:  scarica il Position Statement sull’Allattamento al seno e uso del latte materno/umano [PDF 1 mb]

Dal forum: allattamento e post allattamento