Nostrofiglio

COSA FARE DI NOTTE

10 cose (SEMISERIE) che puoi fare la notte quando allatti tuo figlio

Di Alice Dutto
allattamentonotturno

08 Novembre 2018
Nei suoi primi mesi di vita il neonato può svegliarsi anche 4-8 volte per poppare di notte.  E ogni volta impiegare dai 20 ai 40 minuti per rimettersi a dormire. Come riempire questo tempo? Se lo sono chieste le autrici di Wannabemum che hanno risposto con un decalogo spiritoso sulla base delle loro esperienze

Facebook Twitter Google Plus More

Anche se siete delle ninja dell'allattamento e, in sole due mosse, riuscite a prendere il bambino e sfamarlo prima del sue secondo singhiozzo, avete sempre quei 20-40 minuti di poppata da far passare prima di poter tornare a dormire.


Come riempire questo tempo? È quello che si sono chieste le autrici di Wannabemum, il sito utile per orientarsi nel complicato e affascinante mondo dell'accudimento, che hanno stilato 10 risposte semiserie per neo-mamme allo sbaraglio. 

 

COSA FARE MENTRE ALLATTI DI NOTTE

 

1. Datevi allo shopping sfrenato
Facendo attenzione a non mettere il vostro smartphone troppo vicino al bambino, sfogliate le app dei negozi che più vi piacciono e datevi allo shopping compulsivo: non sapete quante offerte scattano dopo la mezzanotte!
«Se, invece, avete un’indole più pragmatica, aprite l’app della spesa online e portatevi avanti sugli acquisti della settimana».

 

2. Riprendete la vostra vita sociale
Ecco il momento per rispondere ai messaggi vocali che le vostre amiche vi hanno mandato la mattina precedente. Abbiate solo l'accortezza di indossare le cuffie e di rispondere con un messaggio testuale, in modo da non irritare il pupo mentre mangia. 
 


3. Leggete
Se usate il cuscino dell'allattamento, saprete che avete almeno una mano libera per reggere e sfogliare un libro (o una rivista). In alternativa, scaricate un audiolibro e ascoltatelo (sempre con le cuffie!).
 

4. Migliorate il vostro umore guardando video motivazionali
«Un ottimo modo per non farsi prendere dallo sconforto nel cuore di una notte travagliata è quello di lasciarsi ispirare da video motivazionali di bambini che dormono pacifici e in silenzio per lungo, lunghissimo tempo».
 

5. Rimanete "up to date"
Mentre vostro figlio mangia di gusto voi potete aggiornarvi su ciò che sta accadendo nel mondo ascoltando i telegiornali via radio o guardandoli in streaming. La mattina stupirete tutti parlando di manovre economiche, patti tra partiti e novità istituzionali, mentre inzuppate un biscotto nel caffelatte.
 

6. Sonnecchiate…
«Solo le mamme più esperte (o forse le più stanche) sanno come fare in tutta sicurezza. La posizione da sdraiate per allattare è quella che più vi permetterà di riposare un attimo gli occhi alla terza poppata notturna. Ricordatevi di mettere una sveglia per non addormentarvi del tutto».
 

7. Organizzate il libro dei ricordi

Se il sonno vi è passato, cogliete l'occasione per modificare le foto della giornata e regolare i filtri. In questo modo potrete archiviarle nel libro dei ricordi. 

 

8. Binge watching
Basta un'app per continuare a guardare la vostra serie tv preferita anche mentre state allattando di notte (ovviamente senza dimenticare le cuffie!).
 

9. Esercitate il pavimento pelvico
Utilizzate i minuti della poppata notturna per esercitare il perineo e ritrovare la giusta elasticità nel post partum. Qui è spiegato come fare.

 

10. Guardatelo
Ora che l'avete lì, cuore a cuore, potete cogliere l'occasione per impiegare il tempo della poppata per incrociare il suo sguardo e comunicargli tutto il vostro amore. Per evitare di svegliarlo, però, vi consigliamo di usare una luce fioca (la funzione "torcia" del telefonino è perfetta): un bagliore che sarà sufficiente per stabilire un contatto con il vostro piccolo e vivere insieme questa incredibile esperienza.