Home Neonato Allattamento

Funghi e allattamento: come comportarsi?

di Elena Berti - 21.04.2022 - Scrivici

funghi-e-allattamento
Fonte: Shutterstock
Funghi e allattamento si o no? Le mamme che allattano possono mangiare i funghi mentre danno da mangiare al proprio bambino?

Quando si sceglie l'allattamento al seno è importante fare attenzione alle proprie abitudini, perché quel che mangiamo e ingeriamo passa attraverso il latte e, più in generale, anche lo stato fisico e l'umore possono influenzare gli ormoni e quindi la produzione di latte. Riguardo all'alimentazione, non ci sono più le restrizioni della gravidanza ma può venire il dubbio che si debbano evitare certi cibi per non creare disturbi al bambino. Per esempio, se durante i nove mesi i funghi sono importanti perché fonte di fosforo e potassio che contribuiscono alla formazione corretta delle ossa e dei denti del bambino, cosa bisogna invece fare durante l'allattamento? Vediamo nel dettaglio se si possono mangiare i funghi e come comportarsi.

In questo articolo

Funghi e allattamento: cosa sappiamo

Durante l'allattamento, il fabbisogno di calorie aumenta di circa 450-500 al giorno. È fondamentale però che l'assunzione di queste calorie in più sia bilanciato e soprattutto ricco di nutrienti come ferro, calcio, vitamine (in particolare A e D) e di potassio, importanti per la mamma quanto per il bambino. Secondo le linee guida, le mamme che allattano dovrebbero assumere per esempio 1000mg di calcio al giorno, oppure stare al sole ogni giorno per fare il pieno di Vitamina D. E se il sole non c'è? I funghi possono essere un valido alleato.

I funghi, a differenza di altri alimenti come frutta secca o crostacei, non sono allergizzanti, ma possono cambiare leggermente il sapore del latte, come cipolle, aglio, asparagi, carciofi. Questo però non significa che se li mangiate vostro figlio rifiuterà il latte, ma che anzi dovete variare il più possibile la dieta affinché si abitui a tutti i gusti. 

Funghi: la loro importanza

Il fungo è un altro super ingrediente che è davvero utile per le neo mamme. È una buona fonte di proteine, folati e minerali come potassio, ferro e zinco. I funghi sono anche antinfiammatori e una buona fonte di amminoacidi. I funghi dovrebbero essere completamente cotti e dovrebbero essere consumati caldi con brodo per ottenere i benefici aggiunti.

  • Pressione sanguigna bassa: grazie al potassio, i funghi sono capaci di ridurre la tensione arteriosa 
  • Sistema immunitario: i funghi hanno anche un effetto anti-infiammatorio e quindi migliorano le capacità del sistema immunitario
  • Perdita di peso: a quanto pare, fare una vita sana e mangiare buone quantità di funghi ha un impatto sul dimagrimento e sull'indice di massa corporea.

Mangiare funghi in allattamento non solo è consentito, ma fa anche bene a mamma e bambino. Assicuratevi soltanto che siano funghi sicuri, acquistati al supermercato, di una specie nota e consumateli cotti. 

Aggiornato il 26.05.2021

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli