Ministero della salute

Il latte della mamma non si scorda mai

neonato_allattamento_seno
13 Maggio 2011
Le italiane allattano poco, soprattutto al Sud. Colpa di pregiudizi e un'organizzazione sanitaria che non incoraggia l'allattamento al seno. Per questo il ministero della salute ha lanciato una campagna di promozione, con un tour che farà tappa a Napoli il 9 maggio, a Caserta il 10, a Messina il 12 e a Palermo il 15 e 16 maggio.
Facebook Twitter Google Plus More

Le donne italiane allattano poco soprattutto al Sud. Secondo dati Istat 2006, quattro donne su dieci, uscite dall’ospedale dopo il parto, non allattano al seno i propri figli, addirittura una su due al sud. Colpa di pregiudizi, scarsa cultura, un’organizzazione sanitaria che spesso scoraggia l’allattamento al seno.

Tutto sull'allattamento al seno

La campagna 'Il latte della mamma non si scorda mai', si legge in un comunicato del ministero della salute, nasce allo scopo di sensibilizzare le neomamme, soprattutto del Sud dell’Italia, sui vantaggi dell’allattamento al seno sulla salute del bambino sia dal punto di vista nutrizionale che su quello affettivo-psicologico.

Il “tour” prevede un percorso a tappe nelle città di Foggia, Bari, Roma, Cosenza e Reggio Calabria dove un camper allestito con l’immagine e i messaggi della campagna farà sosta nelle principali piazze promuovendo l’allattamento al seno attraverso la distribuzione di materiale informativo e attività di sensibilizzazione sul tema (mostre, convegni, consulenze di esperti e di operatori sanitari).

Il Tour 2011 dura circa un mese e prevede tappe nelle seguenti città: Foggia (8 maggio - Piazza Cesare Battisti); Bari (14/15 maggio - Molo S. Nicola); Roma (19 maggio - Ospedale S.Giovanni Addolorata; 25 maggio - Ospedale San Giovanni Calibita Fatebenefratelli; 26 maggio - Policlinico A. Gemelli), Cosenza (9 giugno - Piazza dei Bruzi), Reggio Calabria (11-12 giugno - Lungomare Italo Falcomatà).

Lo slogan della campagna “Il latte della mamma non si scorda mai”, continua il comunicato, vuole sottolineare che il latte materno è il miglior alimento per il neonato, fatto su misura per lui, ricco di qualità nutrizionali uniche, ma che è anche molto di più.

Sotto il profilo relazionale, allattare al seno è infatti un gesto naturale, che contribuisce a mantenere il legame straordinario e strettissimo tra mamma e bambino stabilito durante la gravidanza.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità raccomanda l'allattamento materno esclusivo per almeno i primi sei mesi di vita del bambino e il mantenimento del latte materno come alimento principale fino al primo anno di vita, pur introducendo gradualmente cibi complementari. Suggerisce, inoltre, di proseguire l'allattamento fino ai due anni e oltre, se il bambino si dimostra interessato e la mamma lo desidera.

Info: ministero della salute

Leggi lo Speciale allattamento al seno

Vuoi chiedere consiglio a altre mamme? Entra nel forum