Home Neonato Allattamento

Lattoferrina: cos'è e a cosa serve

di Sara Sirtori - 12.11.2020 - Scrivici

lattoferrina
Fonte: Shutterstock
La lattoferrina è una proteina presente nel latte materno, che si trova anche nella saliva e nelle lacrime. E' importante perché svolge un azione antimicrobica e protegge i neonati dalle infezioni gastrointestinali.

Lattoferrina e sistema immunitario

La lattoferrina è una glicoproteina che è naturalmente contenuta in quantità abbondanti nel latte materno, e soprattutto nel colostro, la secrezione di cui il neonato si nutre nei primi giorni di vita, che favorisce lo sviluppo dei batteri benefici della flora intestinale e rinforza il sistema immunitario.

Si trovano tracce di questa particolare proteina anche in altri fluidi, come la saliva, le lacrime, le mucose e le cellule immunitarie che contrastano la proliferazione di funghi e batteri all'interno dell'organismo.

Fu scoperta nel 1939 nel latte vaccino e furono fin da subito evidenti le sue proprietà immunostimolanti, antiossidanti e antinfettive.

In questo articolo

Lattoferrina: che cos'è e a cosa serve

La lattoferrina è una proteina presente nel latte di tutti i mammiferi, esseri umani compresi. Il latte materno ne contiene circa 2 grammi per litro. La lattoferrina, che si trova anche nella saliva e nelle lacrime, è conosciuta per la sua azione antimicrobica e perché  protegge i neonati dalle infezioni gastrointestinali. La lattoferrina è stata recentemente rivalutata per le sue proprietà antiossidanti, immunomodulatrici ed antinfettive.

La lattoferrina infatti è una buona riserva di ferro e sembra che contribuisca al funzionamento del sistema immunitario contro alcuni tipi di batteri esterni (funzione antibatterica). L'Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa) specifica però che non si possa attribuire a questa sostanza la capacità di difendere l'organismo dagli agenti patogeni poiché le prove scientifiche disponibili non sono sufficienti. 

Lattoferrina: dove si trova e le sue funzioni

La lattoferrina si trova:

  • all'interno del latte materno, in particolar modo nel colostro, molto ricco di lattoferrina, che favorisce lo sviluppo di batteri intestinali benefici, aiutando il piccolo a debellare i patogeni responsabili delle gastroenteriti (coliche del neonato)
  • nella saliva e nelle lacrime
  • nei granulociti neutrofili, cellule immunitarie che difendono l'organismo dalle infezioni di funghi e batteri

Molte sono le funzioni benefiche della lattoferrina:

  • lega e trasporta il ferro e aiuta il suo assorbimento nel tratto intestinale. 
  • conferisce l'immunità innata ai bambini: svolge un ruolo protettivo verso virus, batteri e funghi. Nei lattanti protegge dalle infezioni batteriche che si potrebbero sviluppare con l'allattamento al seno
  • ha effetti antivirali: riesce infatti a legarsi ai glicosaminoglicani della membrana plasmatica, prevenendo che il virus possa entrare nella cellula e infettarla. E' utile contro un gran numero di virus, bloccandoli allo stadio iniziale della loro proliferazione, come ad esempio, il virus dell'Herpes, il citomegalovirus, l'HIV e i virus del raffreddore e dell'influenza;
  • ha azione immunostimolante: è in grado di sostenere le difese dell'organismo, migliorando la competenza immunitaria. È utile sia se assunta in prevenzione che alle prime manifestazione di infezione;
  • ha azione antiossidante: aiuta a contrastare l'attività dei radicali liberi che causano invecchiamento e danno alle strutture dell'organismo. Agisce mantenendo la funzionalità dell'organismo econtrastando la proliferazione dello stress ossidativo. Questo significa che contribuisce a mantenere l'ottimale funzionalità dell'organismo, rendendo il nostro terreno personale più forte e meno incline a sviluppare malattie.

Lattoferrina: benefici e limiti

La lattoferrina bovina rientra nel documento del Ministero della Salute "Altri nutrienti e altre sostanze ad effetto nutritivo o fisiologico" e in particolare nell'elenco "Sostanze con apporto massimo giornaliero definito", che per questa sostanza risulta essere 200 mg.

Oltre a essere un'ottima riserva di ferro, la lattoferrina bovina sembrerebbe avere altre proprietà benefiche per l'organismo umano, tra cui contribuire alle naturali difese dell'organismo messe in atto dal sistema immunitario contro vari batteri che possono arrivare dal mondo esterno (funzioni antibatteriche).

La lattoferrina bovina assunta tramite integratori è generalmente ben tollerata dall'organismo sia negli adulti che nei bambini, ma attenzione a non esagerare con le dosi perché potrebbe causare

  • diarrea
  • stanchezza
  • perdita di appetito
  • brividi

In gravidanza e allattamento l'assunzione di lattoferrina tramite l'alimentazione (latte vaccino) è sicura, mentre è consigliato evitarne l'assunzione tramite integratori. Non sappiamo ancora, infatti, quali effetti possa produrre un consumo maggiore di lattoferrina durante la gravidanza e l'allattamento.

Lattoferrina e allattamento

La lattoferrina è contenuta nel latte materno e grazie all'allattamento al seno contribuisce ad aumentare le difese immunitarie del neonato in quanto rappresenta la principale difesa per le infezioni batteriche e virali nei bambini (e non solo) perché è in grado di stimolare in questi una risposta immunitaria innata.

La lattoferrina  favorisce inoltre lo sviluppo di batteri intestinali benefici che aiutano a prevenire le coliche nel neonato, ma non solo. La lattoferrina contenuta nel latte materno, soprattutto nel colostro, protegge i neonati dalle infezioni visto che il loro sistema immunitario è ancora debole. Nel colostro la lattoferrina presente è infatti cinque volte superiore a quella contenuta nel latte delle settimane successive. 

Un altro dei benefici della lattoferrina nei neonati, in particolare in quelli nati pretermine, è che quest'ultima sembra svolgere un ruolo importante nella prevenzione della sepsi e l'enterocolite necrotizzante nei neonati prematuri.

Domande e risposte

A cosa serve la lattoferrina?

La lattoferrina è impiegata principalmente in ambito integrativo e clinico come rimedio antimicrobico, immunomodulatore, antiossidante e antinfiammatorio.

Dove è contenuta la lattoferrina?

La lattoferrina è una sostanza presente nel latte di tutti i mammiferi; il latte umano ne contiene circa 2 grammi ogni litro. Il latte bovino contiene in particolare la lattoferrina bovina.

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli