Lavoro

Mamme lavoratrici part time allattano di più

Di Nicolò De Rosa
01_allattamento.1500x1000
20 maggio 2016
Uno studio ha dimostrato che le donne che possono dedicare all'attività lavorativa non più di 20 ore alla settimana, hanno maggiori probabilità di allattare per più tempo il proprio bebè

Secondo uno studio australiano, dell'Università del Queensland, pubblicato sulla rivista Pediatrics le madri che lavorano non più di 20 ore alla settimana hanno più probabilità di allattare i loro bambini per il minimo raccomandato di almeno sei mesi (se c'è disponibilità di latte materno).

 

I ricercatori del professor Ning Xiang, volendo visionare le abitudini delle neo-genitrici un anno prima e un anno dopo il parto, hanno proposto allora a 2300 donne mediamente di 33 anni un questionario da compliare nel tempo, così da poter capire i mutamenti della maternità durante il ritorno al proprio impiego.

 

Si è così notato che quando il neonato aveva raggiunto i sei mesi di vita, circa il 60% delle mamme che lavoravano non più di 19 ore continuava ad allattare, mentre solo il 47% delle donne che lavoravano da 20 a 34 ore a settimana e il 39% di quelle che lavoravano almeno 35 ore alla settimana proseguiva nella pratica, sebbene molte lo facessero saltuariamente.

 

Nella stima totale dunque, quasi la metà delle mamme (49%) dichiarava di allattare esclusivamente al seno i bebè fino a quattro mesi di vita, e di queste, il 58% continuava a farlo entro i sei mesi d'età.

 

FONTE: Ansa.it, Pediatrics