Home Neonato Allattamento

Latte artificiale: si può riscaldare quello avanzato?

di Elena Berti - 13.01.2022 - Scrivici

riscaldare-il-latte-artifiiale
Fonte: Shutterstock
Si può riscaldare il latte artificiale più volte quando il bambino non lo finisce? Latte liquido o in polvere: come prepararlo e conservarlo.

Si può riscaldare il latte artificiale più volte?

Il latte artificiale è una meravigliosa invenzione: permette alle mamme che non possono o non vogliono allattare di avere un perfetto sostituto al latte materno, ai papà di dare il biberon, alle mamme che allattano al seno di prendere una pausa. Ma qualche regola in più di cui tener conto quando si dà la formula: per esempio, si può riscaldare il latte artificiale più volte?

In questo articolo

Latte artificiale: liquido o in polvere

La principale differenza tra latte artificiale liquido o in polvere sta nel fatto che il primo è sterile fino al momento dell'apertura, il secondo non è sterile, perché subisce diversi passaggi. Per ovviare a questo problema, però, è possibile prepararlo con acqua riscaldata ad almeno 70 gradi, anche se poi bisogna raffreddarlo in tempi brevi per evitare la proliferazione di batteri

Esistono però altre differenze: il latte artificiale liquido è pronto all'uso e quindi può essere riscaldato e somministrato, mentre quello in polvere richiede una preparazione e, appunto, va riscaldata l'acqua a parte ad alte temperature. Questa differenza si traduce però in prezzi decisamente diversi dell'uno o dell'altro prodotto. 

Come scaldare il latte artificiale

È importante, prima di tutto, rispettare le regole della preparazione del latte artificiale. C'è ovviamente differenza tra quello liquido e quello in polvere, in quanto: 

  • il latte artificiale liquido deve essere riscaldato a bagnomaria (non in un pentolino direttamente!)
  • il latte artificiale in polvere deve essere preparato portando a 70 gradi l'acqua e poi facendola raffreddare rapidamente

Il latte artificiale non va riscaldato nel microonde soprattutto per il rischio scottature, può essere invece preparato, se liquido, nello scaldabiberon. 

Riscaldare più volte il latte artificiale

Quello che però molti genitori non sanno è soprattutto che il latte artificiale non va mai riscaldato una seconda volta, perché potrebbero proliferare batteri. Il latte riscaldato una volta va utilizzato entro mezzora: se per caso non si mantiene a una temperatura adeguata, andrà buttato e non riscaldato di nuovo. Per questo quando si è in giro può essere utile avere un termos per l'acqua, con cui preparare la formula sul momento. 

I rischi del latte riscaldato

Come dicevamo, il rischio di riutilizzare latte avanzato è di contaminare il bambino con batteri che si sviluppano nel latte a causa delle variazioni di temperatura. Questi batteri attaccano le vie intestinali, non ancora pronte a difendersi, e potrebbero causare diarrea e vomito. In particolare, è bene fare molta attenzione coi neonati e coi bambini prematuri, mentre si può cedere un po' con i bambini più grandi già svezzati, che portano tutto alla bocca ed entrano in contatto con diversi batteri. Ricordatevi però che è comunque un modo sbagliato di consumare il latte artificiale e che il rischio c'è anche per i grandi. 

Cosa fare se avanza il latte artificiale

Se vostro figlio avanza sempre il latte artificiale, preparatene semplicemente meno, a prescindere dalle tabelle. Se avanza, non buttatelo subito. Aspettate un pochino e provate a riproporlo, anche se sarà a temperatura ambiente. Ma se dopo una mezzoretta vedete che proprio non lo vuole, non fatene un cruccio e buttatelo. 

Il latte artificiale, liquido o in polvere, non deve essere riscaldato più volte. Anzi, è necessario seguire in maniera precisa i consigli di preparazione per evitare la proliferazione di batteri, in particolare di quello in polvere. 

Aggiornato il 08.01.2022

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli