Home Neonato Allattamento

Il Covid non viene trasmesso al neonato durante l'allattamento, lo studio

di Sara De Giorgi - 28.09.2020 - Scrivici

allattamento
Fonte: Shutterstock
Secondo uno studio recente svolto in Italia il Covid-19 non verrebbe trasmesso dalla mamma positiva al neonato attraverso l'allattamento. I risultati della ricerca sono rassicuranti per le mamme e per gli operatori sanitari che si occupano della salute della madre e del bambino.
Fin dagli esordi della pandemia legata al Covid-19 ci si è chiesti se una madre positiva potesse trasmettere il virus SARS-CoV-2 attraverso l'allattamento al neonato.
 
Le informazioni al riguardo sono sempre state scarse e alcuni Paesi, tra cui la Cina, hanno indicato che, in caso di positività materna, occorre somministrare il latte in formula e sospendere l'allattamento al seno. 

Secondo una ricerca recente, coordinata dalla Neonatologia universitaria dell'ospedale Sant'Anna della Città della Salute di Torino e dal Laboratorio universitario di Virologia Molecolare del Dipartimento di Scienze Cliniche e Biologiche dell'Università di Torino, e pubblicata sulla rivista scientifica internazionale Frontiers in Pediatrics, il virus non passerebbe attraverso il latte materno. Lo studio sarà presentato venerdì 2 ottobre 2020 al Meeting della "European Milk Bank Association".

Secondo uno studio italiano il virus Covid-19 non passa attraverso il latte materno

Gli studiosi hanno analizzati i campioni di latte di 14 mamme che sono risultate positive al virus dopo il parto, controllando anche i loro neonati. Il latte è risultato negativo al Covid-19 in 13 di questi campioni, mentre in un caso è stata identificata, per un breve periodo, la presenza dell'RNA virale.

E' emerso anche che tutti i neonati allattati al seno seguendo scrupolosamente le regole raccomandate (uso della mascherina, lavaggio delle mani, pulizia e disinfezione delle superfici e degli oggetti in uso) non hanno mostrato segni di malattia.

Inoltre, anche quattro neonati che erano risultati positivi al virus nei primi giorni, tra cui quello con presenza del virus nel latte materno, si sono tutti negativizzati nel primo mese di allattamento. 

Il Prof. Enrico Bertino, docente dell'Università di Torino che si è occupato dello studio, ha affermato che i risultati della ricerca "sono rassicuranti per le mamme e per gli operatori sanitari che si occupano della salute della madre e del bambino".

Inoltre, il Prof. David Lembo, docente dell'Università di Torino, ha aggiunto: "Da diversi anni stiamo studiando le proprietà antivirali del latte materno e abbiamo identificato nuovi componenti attivi che potrebbero proteggere il lattante dalle infezioni virali. Anche per questo motivo, salvo poche eccezioni, l'allattamento al seno è una risorsa importante per la salute del neonato".

Allattamento al seno sicuro e coronavirus

Quali sono le precauzioni da usare per evitare di trasmettere in altro modo il virus al bambino?

Significa:

  • indossare una mascherina (perché il virus si trasmette con le particelle respiratorie e ovviamente durante l'allattamento mamma e bambino sono a stretto contatto, come per altro ogni volta che la mamma prende in braccio il suo bebè o lo cambia);
  • lavare le mani prima di toccare il bambino e dopo averlo fatto;
  • disinfettare le superfici di casa con le quali la mamma viene in contatto.

Se la mamma non si sente di allattare direttamente il bambino, la pratica di tirare il latte e darglielo con il biberon è considerata sicura, sempre con le stesse precauzioni per evitare la diffusione di virus con le emissioni respiratorie (o mani contaminate dalle emissioni respiratorie). 

TI POTREBBE INTERESSARE

Leggi articoli su

articoli correlati

ultimi articoli