CULLA, OVETTO E PASSEGGINO

Come scegliere il passeggino trio: la guida per i genitori

Di Alice Dutto
comesceglierepassegginotrio
09 Maggio 2019
Dalle dimensioni delle ruote alla compattezza, dal budget al momento della scelta, ecco tanti consigli utili per un acquisto consapevole
Facebook Twitter Google Plus More

«Chi sta per avere il primo figlio ha un desiderio: uscire dall'ospedale con ovetto, culla e passeggino fronte mamma e fronte mondo. Chi sta per avere un secondo figlio desidera invece avere meno cose in casa e, per questo, tendenzialmente non prende la culla, ma solo un passeggino con schienale completamente reclinabile». È questo l'identikit dei genitori e loro relativi desideri descritto da Barbara Basile, titolare dei negozi Kidsnolimits di Como e Varese.

 

Scegliere il trio, quindi, non è una scelta obbligata e necessaria, ma fa parte di quelle decisioni personali che sono proprie di ogni famiglia.

 

 

Come scegliere il trio

Dal momento in cui cominciare a pensare a quale prodotto comprare ai parametri per una giusta scelta, ecco tutti i passaggi per un giusto acquisto.


1. Prenotatelo alla 30esima settimana

«Il mio consiglio è di non fare nulla fino all'ecografia morfologica, che si esegue intorno alla 20esima settimana. Dopo si può cominciare a riflettere sulla scelta e poi verso le 30esima settimana è il momento di prenotarlo in modo che arrivi a casa alla 34esima settimana, in tempo per essere montato e pronto per accogliere il nuovo nato».
 

2. Riflettete sulle vostre esigenze

«Il punto più importante è scegliere un prodotto che rispecchi il proprio stile di vita: i genitori sportivi avranno bisogno di un passeggino con le ruote larghe e ammortizzate; chi vive in città probabilmente ha più bisogno di un modello compatto e facile da chiudere» sottolinea l'esperta.
 

La prima cosa da fare è pensare al contesto e al modo in cui si vive: quando verrà usato il passeggino e dove? Dovrà avere delle dimensioni particolari per entrare nell'ascensore o nel bagagliaio dell'auto? Dovrà essere sufficientemente maneggevole e compatto per poter viaggiare sui mezzi pubblici?
 

3. I parametri generali

«In linea generale, il consiglio è quello di scegliere un prodotto maneggevole e leggero, delle giuste dimensioni per la propria casa e l'ascensore, e comodo per i genitori di oggi che sono sempre in movimento».

 

4. Occhio alla sicurezza

«Un dato molto importante a cui prestare attenzione quando si compra un trio è il livello di sicurezza dell'ovetto, che servirà per trasportare il bambino in auto». Un buon modo per valutare questo parametro è fare riferimento alle classifiche di sicurezza stilate dalle associazioni dei consumatori, come Altroconsumo o l'Adac.
 

5. Il budget da destinare

«Sul mercato ci sono tantissime opzioni, da circa 200 euro a oltre 1.500. Un budget medio per un buon prodotto si aggira sugli 800 euro, ma questo ovviamente dipende sempre dalle esigenze e dalla disponibilità dei genitori».